Le costellazioni sono raggruppamenti di stelle individuati dagli astronomi. Questi studiosi per fare un po’ di ordine nel cielo e per poterle rintracciare gli hanno appunto dato un nome di animale o di dei della mitologia greca.

Dopo aver individuato una costellazione è possibile trovarne delle altre percorrendo delle linee immaginarie.

Le nebulose sono enormi nubi di gas e polvere sottilissima,che non emettono luce propria, ma vengono illuminate da una o più stelle poste nelle loro vicinanze a al loro interno.

Esse si possono formare come conseguenza di un ‘esplosione di una stella oppure per l’addensamento di materiale dovuto alla forza gravitazionale.

Tutta la materia presente nell’universo stelle, gas, nebulose, nubi di polvere si è unita a formare ammassi giganteschi chiamate galassie.

Le galassie compiono un movimento di rotazione intorno a un asse centrale. Alcune hanno una forma ellittica, altre a spirale con lunghi bracci intorno a un nucleo, alcune a spirale barrata con soli due bracci, infine altre hanno una forma irregolare.

Il nucleo di una galassia è la parte più luminosa in quanto vi è la maggiore concentrazione di stelle.

Si pensa che nell’universo ci siano circa 100 miliardi di galassie.

La nostra galassia, quella a cui appartiene il sistema solare è la Via Lattea, essa ha forma di spirale. Il Sole si trova in uno dei suoi bracci, detto braccio di Orione.

I quasar sono oggetti luminosissimi, simili alle stelle ma emettono quantità di energia oltre 1000 volte superiore a quelle di una galassia, infatti sono gli oggetti che emettono più energia nell’universo.

Vedi programma di scienze delle medie