Nelle zone abitate dai Fenici le terre da coltivare erano poche. L’unica ricchezza naturale che avevano era il legno delle foreste: perciò costruivano grandi navi in modo da poter scambiare materie prime con gli altri paesi. Ottenute le materie prime erano capaci di trasformarle in oggetti. Erano diventati, quindi, degli abili artigiani. Producevano piatti di bronzo, pettini, mobili d’avorio.

Diffusero in tutto il Mediterraneo il vetro. Inoltre,usavano la porpora, che si estraeva dai molluschi, per colorare i tessuti.

Una volta colorati tali tessuti con la porpora, e lavorati gli oggetti li vendevano ad altri popoli.

Se vuoi ascoltare l’articolo scarica il file.