I Fenici furono capaci di costruire lungo la costa numerosi porti, dove sorsero numerose città stato come Bibli, Sidone, Tiro ed altre. Divennero marinai esperti, infatti, sapevano navigare in mare aperto, avevano inventato l’ancora, il timone e avevano dotato le loro navi con file di remi. Le loro navi erano grandi e molto stabili.

Le navi da trasporto erano larghe per caricare le merci; le navi da guerra erano lunghe, strette e molto veloci.

Visto che facevano lunghi viaggi capirono di aver bisogno di un luogo dove sostare, per rifornirsi di acqua, viveri e depositare le merci. Questi scali divennero delle vere e proprie città, chiamate colonie, che mantenevano stretti contatti con la terra di origine, ma erano indipendenti da essa.

La colonia più importante fu Cartagine, sulla costa dell’Africa, fondata nell’814 a.C.

Altre colonie furono, Palermo, Cagliari, Siracusa….

Se vuoi ascoltare l’articolo scarica il file.