La parte della fisica che si occupa e quindi studia le leggi che determinano lo stato di quiete o di moto dei corpi è la cinematica.

Per stabilire se un corpo è in quiete o in movimento prima di tutto bisogna stabilire rispetto a cosa si muove tale corpo, cioè bisogna stabilire un riferimento che si chiama sistema di riferimento.

Per esempio se stiamo viaggiando in macchina, rispetto al sistema di riferimento dell’auto noi siamo fermi, invece, se consideriamo gli alberi e la strada siamo in movimento.

Possiamo a questo punto dire che un corpo è in quiete se mantiene nel tempo la stessa posizione rispetto al sistema di riferimento considerato; al contrario, è in moto se cambia la sua posizione rispetto a esso.

Un corpo in movimento che si sposta da un punto ad un altro seguirà una traiettoria e cioè la linea che unisce tutte le posizioni attraverso le quali esso è passato. Alcune traiettorie sono visibili come la scia lasciata da una nave o da un aereo, la linea tracciata da una matita ecc.

La traiettoria di un corpo in moto può avere forme diverse e si dice moto rettilineo quando la traiettoria è una linea retta come un treno che si muove lungo una rotaia oppure moto curvilineo quando la traiettoria è una linea curva.

Lo spazio percorso da un corpo in moto è uguale alla lunghezza della traiettoria e come ogni lunghezza, ha come unità di misura il metro.

Programma scienze delle medie