In analisi logica l’attributo è un aggettivo che accompagna un nome o un pronome per precisarne una determinata qualità o caratteristica.

Possono essere attributi:

  • gli aggettivi qualificativi o determinativi: imbattibile giocatore; proprio destino;
  • i participi presenti o passati con funzione di aggettivi: tremante portiere;
  • alcuni avverbi o locuzioni preposizionali: il giorno dopo; un giocatore di grido.

L’attributo può riferirsi a qualsiasi elemento della frase costituito da un nome;

  • al soggetto: Un vecchio ponte collega le rive del fiume;
  • alla parte nominale del predicato: Ugo è un bravo nuotatore;
  • all’apposizione: l’imbattibile giocatore, giovane padre di Enrico;
  • a un qualsiasi complemento: La squadra gioca con la maglia rossa.

Un nome può avere anche più attributi: Quella era una vera notte tropicale.

Non sempre gli attributi si limitano ad arricchire le indicazioni su di un nome, ma in alcuni casi sono indispensabili per comprendere il significato del sostantivo e della frase intera.

Ad esempio nella frase Dopo una serata al pub, vorrei solo un letto comodo, l’eliminazione dell’attributo comodo non impedirebbe di cogliere il significato dell’affermazione. Al contrario, nella frase Amo i clienti gentili l’attributo gentili svolge una funzione fondamentale per determinare il significato di quanto detto. Nel primo caso possiamo parlare di attributi aggiuntivi e nel secondo di attributi necessari.

Vedi gli esercizi