L’energia e le sue forme

L’energia è la capacità di un corpo a compiere lavoro. Essa come il lavoro si misura in Joule.

L’energia può presentarsi sotto forme diverse. L’energia immagazzinata da un corpo si chiama energia potenziale, perchè i sistemi che la posseggono possono usarla per compiere un lavoro oppure lasciarla come tale.

L’acqua contenuta in una diga posta ad una certa altezza, contiene energia potenziale che si sprigionerà una volta aperta la diga. Ovviamente maggiore è l’altezza in cui si trova la diga e maggiore sarà l’energia potenziale.

Tale energia, quindi, dipende dall’altezza alla quale il corpo si trova rispetto al suolo, quanto più è in alto, tanto è maggiore la sua energia potenziale gravitazionale.

Anche l’energia elastica è un’energia potenziale, infatti per esempio le molle, quando vengono deformate acquistano energia elastica che possono utilizzare quando cessa la deformazione compiendo un lavoro.

Anche l’energia chimica contenuta nei legami chimici è una forma di energia potenziale.

Altri tipi di energia sono legati al movimento, in questo caso si parla di energia cinetica. Per esempio se tendiamo un arco per scoccare una freccia, si compie un lavoro creando tanta energia potenziale, appena lasciamo la corda, l’arco cede energia alla freccia sotto forma di energia cinetica, quindi movimento.

Praticamente l’energia potenziale può trasformarsi in energia cinetica.

L’energia cinetica è tanto più grande quanto maggiore è la massa del corpo in movimento e quanto è più veloce il suo moto.

La somma delle energie cinetiche di tutte le molecole corrisponde all’energia termica.

Infatti l’energia termica è l’energia cinetica posseduta dalle particelle che compongono un corpo. Infatti quando la temperatura di un corpo aumenta, le particelle che lo compongono si muovono più velocemente, quindi acquistano maggiore energia cinetica.

Programma di scienze delle medie

 

Questo elemento è stato inserito in Senza categoria. Aggiungilo ai segnalibri.