La Terra si ritiene sia divisa in più strati disposti come sfere concentriche. La superficie di separazione tre uno strato e l’altro si chiama discontinuità.

Troviamo uno strato più esterno detto crosta  terrestre, solido e formato da rocce molto dense; uno strato intermedio ancora più denso detto mantello; infine il nucleo, molto denso, in parte allo stato fluido, composto soprattutto da ferro e nichel.

La crosta terrestre

La crosta terrestre è lo strato più superficiale sul quale viviamo ed è ricoperto per la gran parte da acque. Tale crosta in corrispondenze dei continenti si chiama crosta continentale che è meno densa della crosta oceanica, cioè quella che si trova al di sotto degli oceani. Queste due tipi di croste sono formate da rocce diverse.

Il mantello

Il mantello è separato dalla crosta terrestre da una discontinuità di Moho. Esso comprende una parte esterna rigida, una intermedia fluida, chiamata astenosfera, e una più interna solida.

L’insieme formato dalla crosta e dalla parte esterna del mantello si chiama litosfera.

Il nucleo

Il nucleo si trova al di sotto del mantello, separato dalla discontinuità di Gutenberg. La sua parte esterna, per le elevate temperature è allo stato liquido, mentre la parte più interna, a causa della pressione esercitata dagli strati sovrastanti, è allo stato solido.

La temperatura aumenta pian piano che si arriva verso il centro della Terra.

Vedi programma di scienze delle medie