Archivio Autore: Ida Tesone

La quarta declinazione

Alla quarta declinazione fanno parte i nomi maschili, femminili e pochi neutri.I nomi maschili. I nomi maschili e i nomi femminili si declinano allo stesso modo. I nomi femminili sono soprattutto nomi di piante ed alberi come quercus, la quercia; pinus, il pino; fagus, il faggio, ma anche nomi comuni di persona come nurus, la […]

Inserito in Senza categoria

La terza declinazione

Nella terza declinazione sono raggruppati la maggior parte dei sostantivi in lingua latina. A questa declinazione appartengono i nomi di tutti e tre i generi. Tutti i nomi della terza declinazione hanno il genitivo che esce in -is, mentre il nominativo può variare molto. Quindi per ottenere il tema,cioè la radice bisogna guardare il genitivo. […]

Inserito in Senza categoria

La seconda declinazione

La seconda declinazione raggruppa nomi maschili, femminili e neutri. Gli aggettivi di prima classe maschili e neutri seguono la seconda declinazione. I nomi maschili al nominativo possono avere l’uscita in -us, -er, -ir. I nomi femminili al nominativo escono in us, invece i neutri in um. I maschili e i femminili in -us hanno la […]

Inserito in Senza categoria

La prima declinazione

Alla prima declinazione appartengono molti nomi di genere femminile, pochi di genere maschile e nessuno di genere neutro. Sia i nomi maschili che quelli femminili si declinano allo stesso modo. Seguono la prima declinazione il femminile degli aggettivi di prima classe. Se dovessimo trovare questi nomi sul vocabolario, come del resto il discorso vale anche […]

Inserito in Senza categoria

La funzione dei casi

I nomi, i pronomi e gli aggettivi si declinano attraverso sei casi, che servono ad indicare la funzione logica svolta all’interno della frase di un determinato termine. In italiano siamo abituati a riconoscere la funzione logica delle parole dalla posizione che queste assumono all’interno della frase, o anche dalla preposizione da cui è introdotto. I […]

Inserito in Senza categoria

Le parti del discorso in latino

Le parti del discorso in italiano sono nove, in latino sono otto perchè non esiste l’articolo, nè determinativo nè indeterminativo. Le parti del discorso, quindi, sono quattro variabili (nome, pronome, aggettivo e verbo) e quattro invariabili (avverbio, congiunzione, preposizione ed interiezione). Le parti invariabili, come in italiano non cambiano mai, mentre quelle variabili subiscono dei […]

Inserito in Senza categoria

L’alfabeto latino

Le lettere dell’alfabeto latino sono gli stessi dell’alfabeto italiano, sono 23 e derivano dall’alfabeto greco con influenze di quello etrusco. Sono in maiuscolo: A,B,C,D,E,F,G,H,I,L,M,N,O,P,Q,R,S,T,V,X,Y,Z In minuscolo: a,b,c,d,e,f,g,h,i,l,m,n,o,p,q,r,t,u,x,y,z Le consonanti Subito notiamo che i latini usavano la V maiuscola per indicare la vocale u. La distinzione tra la u e la v si è fatta poi […]

Inserito in Senza categoria

Origini della lingua latina

La lingua italiana è il risultato di trasformazioni che ha subito l’antica lingua di Roma. Però, nell’italiano è giunto soprattutto il latino parlato, che prima fu usato nei territori del Latinum, e poi si diffuse nel resto della penisola italica, Grazie ai rapporti commerciali e alle varie guerre di conquista si diffuse in buona parte […]

Inserito in Senza categoria

Sistema con il metodo della sostituzione

Sistema con il metodo della sostituzione Il metodo della sostituzione è uno dei quattro metodi che si possono usare per trovare le soluzioni di un problema. Sicuramente una volta rese in forma normale le equazioni, si potrebbe determinare prima se sono determinate indeterminate o impossibili, in modo che così nel caso il sistema fosse indeterminato […]