Archivio Categoria: GRAMMATICA PRIMA MEDIA

 

Categoria che contiene tutti gli argomenti di grammatica trattati durante la prima media.

Il grado superlativo

  Il grado superlativo dell’aggettivo serve per indicare una qualità al suo massimo grado d’intensità. Secondo il significato espresso, si riconoscono due forme di superlativo: il superlativo assoluto esprime il massimo grado di una qualità senza riferimenti o paragoni. Esso si forma quasi sempre aggiungendo alla radice dell’aggettivo di grado positivo il suffisso –issimo (issima,-i […]

Il grado comparativo

  Il grado comparativo dell’aggettivo serve per mettere a confronto tra loro due termini, in relazione a una qualità posseduta da entrambi oppure in relazione a qualità diverse di un unico termine. A seconda del significato si riconoscono tre forme di comparativo:      Il comparativo di maggioranza lo si ha quando il primo elemento […]

I gradi dell’aggettivo

  I gradi dell’aggettivo consentono di rappresentare una qualità in varia misura o di istituire dei paragoni tra gli elementi che lo possiedono. Lo stesso aggettivo può essere usato con tre diversi gradi d’intensità. quando l’aggettivo esprime solo l’esistenza della qualità senza specificare la misura in cui essa è posseduta è di grado positivo; Marco […]

Aggettivi primitivi, alterati, derivati e composti

  Considerando la loro struttura gli aggettivi qualificativi si possono distinguere in quattro gruppi: primitivi, alterati, derivati e composti. GLI AGGETTIVI PRIMITIVI Gli aggettivi primitivi non derivano da altre parole e sono composti da una radice e da una desinenza: simpatico, carino, veloce, astuta. GLI AGGETTIVI ALTERATI Gli aggettivi alterati modificano di poco il significato […]

L’aggettivo qualificativo

  L’aggettivo qualificativo fornisce informazioni sulla qualità o sul modo di essere della persona, dell’animale o della cosa a cui si riferisce. Il grosso serpente maculato, immobile sul tronco, ci fissava con occhi gelidi. L’aggettivo qualificativo ha funzione descrittiva quando precede il nome e indica una qualità, una caratteristica o esprime il giudizio di chi […]

Gli aggettivi invariabili

  Alcuni aggettivi sono invariabili o indeclinabili, hanno cioè un’unica forma per entrambi i generi e i numeri.Quelli di uso più frequente sono: pari, dispari, impari: forza impari/ forze impari; perbene, dabbene, dappoco: persona dabbene / persone dabbene; antinebbia, antifurto e altri formati dall’unione del prefisso anti- con un nome: faro antinebbia / fari antinebbia; […]

Gli aggettivi variabili

  Gli aggettivi variabili (o declinabili) si distinguono in tre classi: gli aggettivi della prima classe che presentano quattro desinenze diverse. Maschile Femminile singolare –o   il caro amico -a   la cara amica plurale -i    i cari amici -e  le care amiche gi aggettivi della seconda classe sono quelli che presentano due desinenze. Maschile […]

La posizione dell’aggettivo

  La posizione dell’aggettivo è molto importante perché a volte in una frase basta cambiare la sua posizione e si muta l’intero significato dell’espressione. Ti farò una semplice domanda. /Ti farò una domanda semplice. La prima frase significa che sto per farti una domanda e una soltanto; la seconda afferma che il contenuto della mia […]

Aggettivo e concordanza con il nome

Aggettivo e concordanza con il nome Gli aggettivi concordano sempre nel genere e nel numero con il nome a cui è riferito. Nessuna difficoltà sorge quando l’aggettivo si riferisce a un solo nome, quando i nomi sono due o più il discorso è diverso. Si possono presentare i seguenti casi:  se i nomi sono tutti […]

La funzione dell’aggettivo

  La principale funzione dell’aggettivo, è quella di attribuire una qualità o un’indicazione al nome che accompagna. Per questa caratteristica nell’analisi della frase è chiamato attribuito. Il mio bambino ha i capelli rossi e gli occhi verdi. L’ aggettivo può completare il significato del verbo essere: in tal caso assume la funzione del nome del predicato […]