Archivio Categoria: CHIMICA

 

Categoria che contiene tutti gli argomenti di chimica trattati alle scuole superiori.

La scoperta dell’elettrone

  La scoperta dell’elettrone L’elettrone fu scoperto da tra il 1860  e il 1888 da William Crookes. Egli per effettuare i suoi esperimenti un gas rarefatto chiuso all’interno di un tubo di vetro da cui tolse l’aria attraverso una pompa, alle cui estremità c’erano due placche metalliche , chiamate elettrodi. Una placca era collegata al […]

L’atomo

  Per definire la struttura e per capire com’è formato l’atomo ci sono voluti tanti studi, circa settant’anni di ricerche, fatte tra la metà del Ottocento e inizio del Novecento. L’atomo è formato da tre particelle fondamentali: elettrone, neutrone e protone. L’elettrone ha carica elettrica negativa e ha una massa di  kg pari a  C(coulomb). Questa […]

La legge delle pressioni parziali di Dalton

  La legge delle pressioni parziali di Dalton Le leggi dei gas ideali si possono applicare anche a miscele di questi, questo perchè tutti i gas anche e diversi si comportano allo stesso modo. Quindi la pressione esercitata da un gas non dipende dal tipo di gas, ma dal numero di particelle presenti nell’unità di […]

La legge di Gay Lussac o legge isocora

  La legge di Gay Lussac Lo scienziato Gay-Lussac diede un grande contributo alla scienza. Egli fece una serie di operazioni di raffreddamento e riscaldamento dei gas a volume costante (condizione isocora), e determinò la relazione tra pressione e temperatura di un gas. Dopo tali esperimenti arrivò ad enunciare la legge isocora o legge di […]

La legge di Charles o legge isobara

  La legge di Charles Cento anni dopo gli esperimenti di Boyle ,il fisico francese Jacques Charles individuò la relazione tra volume e temperatura di un gas a pressione costante.(isobara) Egli affermò che il volume di una determinata quantità di gas, a pressione costante, è direttamente proporzionale alla sua temperatura assoluta.  = k Egli notò come […]

La legge di Boyle o legge isoterma

  Boyle studiò che in condizioni di temperatura costante cioè isoterma , se comprimeva una certa quantità di aria portandola alla metà del suo volume, la pressione raddoppiava, riducendola di un terzo, triplicava e così via. Questa osservazione portò alla formulazione della legge di Boyle o legge isoterma: A temperatura costante , per una determinata […]