Archivio Categoria: CHIMICA

 

Categoria che contiene tutti gli argomenti di chimica trattati alle scuole superiori.

La molarità

  La molarità (M), chiamata anche concentrazione molare, indica la quantità di moli (n) di soluto disciolti in 1 L di soluzione. M=  Essa ha come unità di misura mol\L; ovviamente possono essere usate anche le formule inverse e quindi conoscere le moli conoscendo la molarità e il volume, oppure il volume conoscendo le moli […]

Concentrazione e concentrazione percentuale

  Le soluzioni sono composte da parte variabili di soluto e solvente. Per determinare tale composizione si usa la concentrazione. La concentrazione di una soluzione è la quantità di soluto sciolto in una specifica quantità di solvente. A seconda della concentrazione di soluto in una soluzione, si può dire che quella soluzione è diluita se […]

Le soluzioni, soluti ed elettroliti

  Le soluzioni sono miscugli omogenei in cui i suoi costituenti conservano le loro proprietà. Esse sono formate da due o più componenti, quella in quantità maggiore si chiama solvente, gli altri costituenti soluto. Per esempio se consideriamo dell’acqua con dello zucchero sciolto, l’acqua è il solvente e lo zucchero il soluto. Il solvente più […]

Nomenclatura degli ossiacidi

  La loro formula come anche quella degli idracidi, inizia sempre con l’idrogeno a cui segue il metallo e l’ossigeno. Essi come gli idracidi liberano ioni  quando sono messi in soluzione acquosa. La formazione di un ossiacido avviene sommando l’ossido acido, detto anche anidride con l’acqua e nel caso gli indici abbiano tutti un fattore comune […]

Nomenclatura degli idrossidi

  Gli idrossidi hanno carattere ionico e sono ottenuti facendo reagire gli ossidi basici con l’acqua. Il gruppo caratteristico di questo gruppo è  chiamato ione idrossido o ossidrile. Per esempio l’idrossido di magnesio ( ) si ottiene facendo reagire l’ossido di magnesio con l’acqua. MgO +  → . Da come vediamo nella formula dell’idrossido il metallo precede lo ione ossidrile […]

Nomenclatura dei sali binari

  I sali binari sono composti ionici formati da un metallo e un non metallo. La parte metallica viene scritta per prima e quindi il non metallo è quello con numero di ossidazione più basso.. Essi si formano per sostituzione dell’idrogeno nella molecola dell’idracido con un metallo. I sali binari che derivano dagli acidi alogenidrici […]

La nomenclatura degli idruri

  Gli idruri sono composti dell’idrogeno ed essi possono legarsi con un metallo e si scrivono sempre riportando per primo il simbolo del metallo e per secondo l’idrogeno (LiH idruro di litio), oppure l’idrogeno si lega con un semimetallo o non metallo(IV,V,VI gruppo), degli esempi sono il metano (, l’ammoniaca(). Si scrivono in questa maniera […]

La nomenclatura degli ossidi, perossidi e superossidi

  La nomenclatura degli ossidi, perossidi e superossidi L’ossigeno si lega a quasi tutti gli elementi e può formare tre diverse categorie che variano a seconda del numero di ossidazione che lo caratterizza e sono gli ossidi in cui l’ossigeno ha numero di ossidazione -2, i perossidi con n.o. -1 e i superossidi con n.o. […]