L’atmosfera

 

L’atmosfera è l’involucro aeriforme, costituito da un miscuglio di gas, che avvolge il nostro pianeta e che è trattenuto dalla forza di gravità.

Si estende per centinaia di chilometri diventando sempre più rarefatta verso l’alto.

L’atmosfera , quindi avvolge il nostro pianeta e protegge gli organismi dalle radiazioni solari nocive e quindi permette la presenza della vita sulla Terra.

Essa è legata alla Terra grazie alla forza di gravità e poichè diventa più debole man mano che si allontana dal centro del nostro pianeta, l’atmosfera è più densa in prossimità della superficie terrestre e più rarefatta con il crescere dell’altitudine.

Viene suddivisa in strati: troposfera, stratosfera, mesosfera, ionosfera ed esosfera. Ogni strato o sfera è separato dall’altro da una zona di transizione detta pausa.

LA TROPOSFERA

La troposfera è lo strato più vicino alla superficie della Terra , è formata da un miscuglio di gas come azoto, ossigeno, argon e anidride carbonica. L’azoto è il gas maggiormente presente, però rispetto agli organismi viventi si comporta come un gas inerte, infatti non partecipa ai processi di respirazione.

Ossigeno è il gas fondamentale per la respirazione ed è utile anche per altri processi naturali.

L’anidride carbonica, viene prodotta con la respirazione e con la combustione, utile alle piante per il processo di fotosintesi. Essa si accumula facendo entrare i raggi solari, ma non li fa uscire, quindi crea il così detto effetto serra, fondamentale per mantenere sulla Terra una temperatura tale da renderla vivibile.

Questi gas quindi fanno parte dell’aria che respiriamo a cui si aggiunge il pulviscolo atmosferico che sono delle particelle liquide e solide.

La troposfera rappresenta il 75% della massa di tutta l’atmosfera.

In questo strato avvengono i principali fenomeni metereologici.

Salendo verso l’alto la temperatura nella troposfera diminuisce, di preciso 6° per ogni chilometro, questo viene chiamato gradiente termico verticale: questo perchè i raggi solari riscaldano la superficie terrestre per poi essere riflessi quindi riscaldano l’aria dal basso.

La temperatura continua a diminuire fino alla tropopausa, cioè la zona di transizione che segna il confine con la stratosfera.

 

LA STRATOSFERA

La stratosfera è quella parte dell’atmosfera che va dalla tropopausa fino ad un’altezza di circa 50 chilometri. In questo strato il vapore acqueo e il pulviscolo diminuiscono, quindi non si formano nuvole che potrebbero portare a precipitazioni.

La temperatura comincia nuovamente a risalire passando da -80° C a 0°C al confine con la mesosfera.

In questo strato troviamo una zona ricca di ozono, una molecola formata da tre atomi di ossigeno. Questo ozono si forma perchè le radiazioni solari scindono le molecole di ossigeno che a loro volta si ricompongono formando appunto l’ozono. Questa zona contenente questa molecola è chiamata ozonosfera, ed è importante perchè protegge la Terra dalle nocive radiazioni solari ultraviolette, assorbendole.

Purtroppo negli ultimi quarant’anni si è misurata una riduzione dello strato di ozono che ha creato il così detto “buco dell’ozono“, tutto ciò a causa dell’immissione nell’atmosfera di sostanze come i CFC usati per produrre il gel refrigerante. Oggi l’uso di questa sostanza è vietato.

LA MESOSFERA

La mesosfera è compresa tra i 60 e i 100 chilometri di altezza, l’aria è sempre più rarefatta, infatti c’è un aumento percentuale dei gas più leggeri come idrogeno ed elio. Inoltre in questo strato sono presenti molti ioni.

LA IONOSFERA

All’esterno della mesosfera c’è la ionosfera, chiamata così perchè è formata soprattutto da ioni. La si può chiamare anche termosfera dato che si verifica un progressivo aumento della temperatura che arriva oltre i 1000°C.

Questa zona è importante per la trasmissione delle onde radio.

L’ESOSFERA

L’Esosfera è lo strato più esterno dell’atmosfera e si estende dai 400 chilometri ai 1100 chilometri. La temperatura aumenta fino ai 2000°C, e le particelle di gas che sono molto rarefatte viaggiano a velocità altissime e possono sfuggire all’attrazione gravitazionale non partecipando più alla rotazione della Terra.

 

Programma di scienze della Terra delle superiori