bg-sezione-medie

Trovi utile il nostro sito?

Aiutaci a promuoverlo

Argomenti Scuola MEDIA

Corrispondenza tra due insiemi

Tra due insiemi A e B è stabilita una corrispondenza quando è fissata una regola che associa elementi di A a elementi di B. Una relazione di questo tipo è chiamata funzione. Una corrispondenza tra due insiemi A e B si dice univoca se associa a ogni elemento di A un solo elemento di B. […]

Leggi ...

I numeri romani

Per scrivere i numeri, i romani usavano come simboli, alcune lettere dell’alfabeto. Per scrivere un numero con i simboli romani si applicano le seguenti regole: se i simboli I, X, C, M sono ripetuti, i loro valori si sommano (non possono essere ripetuti più di tre volte). III =1+1+1 = 3;      CCC= 100+100+100= […]

Leggi ...

Proporzioni

Una proporzione è l’uguaglianza tra due rapporti:          e        possiamo anche scrivere   oppure 14 : 42 = 12 : 36 e si leggerà 14 sta a 42 come 12 sta a 36. Quattro numeri a,b,c,d (con b≠0 e d ≠0 ) presi nell’ordine in cui sono scritti formano una proporzione se […]

Leggi ...

La logica

La logica si occupa di capire il modo in cui il sapere si forma, di come da una conoscenza se ne possa ricavare un’altra. La logica usa dei simboli per indicare parole e frasi, e determinati ragionamenti. Importante partire da un presupposto che da un caso particolare non si può ricavare una regola generale, mentre […]

Leggi ...

Il connettivo logico “e”

IL CONNETTIVO “e” E L’OPERAZIONE DI CONGIUNZIONE Consideriamo due enunciati che indicheremo con le lettere p e q: p: Il pagliaccio Gluk ha il cappello.                                q: Il pagliaccio Gluk ha gli occhiali. Collegando i due enunciati p e q con […]

Leggi ...

Il connettivo logico o

IL CONNETTIVO LOGICO “o” E L’OPERAZIONE DI DISGIUNZIONE L’operazione di disgiunzione, che unisce due proposizioni p e q mediante la parola “o”, viene indicata con questo simbolo: ∨. Allora, la disgiunzione di p e q si scrive p ∨ q e si legge”p o q”. Nella lingua italiana la congiunzione “o” ha due significati diversi. Consideriamo […]

Leggi ...

Il connettivo logico non

IL CONNETTIVO LOGICO “non” E L’OPERAZIONE DI NEGAZIONE Se premettiamo “non” a qualsiasi proposizione, questo la nega, afferma cioè il suo contrario. Per la negazione useremo il simbolo ¬. Se la proposizione è indicata con p, la sua negazione è indicata con ¬p. Quindi introducendo il connettivo “non”  abbiamo effettuato un’operazione logica detta negazione. Consideriamo ad esempio […]

Leggi ...

L’implicazione, la deduzione logica e la doppia implicazione

Le proposizioni possono , essere unite anche da: “se….allora…”. Consideriamo gli enunciati: p: Oggi c’è il sole                                      q: Vado al mare L’enunciato composto: se p allora q che si scrive p⇒q    dove il simbolo ⇒indica l’implicazione e […]

Leggi ...

Insieme delle parti

INSIEME DELLE PARTI Si chiama insieme delle parti di A l’insieme formato da tutti i sottoinsiemi propri ed impropri di A. L’insieme vuoto e l’insieme stesso sono sottoinsiemi impropri di A. Se almeno un elemento di A non è compreso nell’insieme B, allora B è un sottoinsieme proprio di A e si scrive B⊂A. Consideriamo […]

Leggi ...

Rappresentazione degli insiemi

RAPPRESENTAZIONE DEGLI INSIEMI Si possono usare tre modi diversi per rappresentare gli insiemi: Rappresentazione per elencazione o tabulare ; si ottiene elencando gli elementi  e racchiudendoli fra parentesi graffe e separandoli con una virgola. Si usa in genere quando gli elementi sono pochi. Gli elementi non devono essere ripetuti e non ha importanza l’ordine con cui […]

Leggi ...