bg-sezione-medie

Trovi utile il nostro sito?

Aiutaci a promuoverlo

Argomenti Scuola MEDIA

Il connettivo logico “e”

IL CONNETTIVO “e” E L’OPERAZIONE DI CONGIUNZIONE Consideriamo due enunciati che indicheremo con le lettere p e q: p: Il pagliaccio Gluk ha il cappello.                                q: Il pagliaccio Gluk ha gli occhiali. Collegando i due enunciati p e q con […]

Leggi ...

Il connettivo logico o

IL CONNETTIVO LOGICO “o” E L’OPERAZIONE DI DISGIUNZIONE L’operazione di disgiunzione, che unisce due proposizioni p e q mediante la parola “o”, viene indicata con questo simbolo: ∨. Allora, la disgiunzione di p e q si scrive p ∨ q e si legge”p o q”. Nella lingua italiana la congiunzione “o” ha due significati diversi. Consideriamo […]

Leggi ...

Il connettivo logico non

IL CONNETTIVO LOGICO “non” E L’OPERAZIONE DI NEGAZIONE Se premettiamo “non” a qualsiasi proposizione, questo la nega, afferma cioè il suo contrario. Per la negazione useremo il simbolo ¬. Se la proposizione è indicata con p, la sua negazione è indicata con ¬p. Quindi introducendo il connettivo “non”  abbiamo effettuato un’operazione logica detta negazione. Consideriamo ad esempio […]

Leggi ...

L’implicazione, la deduzione logica e la doppia implicazione

Le proposizioni possono , essere unite anche da: “se….allora…”. Consideriamo gli enunciati: p: Oggi c’è il sole                                      q: Vado al mare L’enunciato composto: se p allora q che si scrive p⇒q    dove il simbolo ⇒indica l’implicazione e […]

Leggi ...

Insieme delle parti

INSIEME DELLE PARTI Si chiama insieme delle parti di A l’insieme formato da tutti i sottoinsiemi propri ed impropri di A. L’insieme vuoto e l’insieme stesso sono sottoinsiemi impropri di A. Se almeno un elemento di A non è compreso nell’insieme B, allora B è un sottoinsieme proprio di A e si scrive B⊂A. Consideriamo […]

Leggi ...

Rappresentazione degli insiemi

RAPPRESENTAZIONE DEGLI INSIEMI Si possono usare tre modi diversi per rappresentare gli insiemi: Rappresentazione per elencazione o tabulare ; si ottiene elencando gli elementi  e racchiudendoli fra parentesi graffe e separandoli con una virgola. Si usa in genere quando gli elementi sono pochi. Gli elementi non devono essere ripetuti e non ha importanza l’ordine con cui […]

Leggi ...

Regole per svolgere le espressioni

REGOLE PER SVOLGERE LE ESPRESSIONI Una catena di operazioni in sequenza si chiama espressione aritmetica. Si effettuano prima la moltiplicazione e la divisione nell’ordine in cui si presentano; poi si effettuano le addizioni e le sottrazioni sempre nell’ordine in cui si presentano.   Si eseguono poi: prima le operazioni nelle parentesi tonde sino ad eliminarle; […]

Leggi ...

Le potenze

L’elevamento a potenza è l’operazione che associa a due numeri a (base) ed n (esponente) un terzo numero che si ottiene moltiplicando la base per se stessa tante volte quante sono le unità dell’esponente: 3³= 3x3x3=27   si leggerà tre alla terza è uguale a 27 =7x7x7x7=2401   si leggerà sette alla quarta uguale 2401 Inoltre: […]

Leggi ...

Proprietà delle potenze

POTENZE CON LA STESSA BASE Il prodotto di due o più potenze con la stressa base ha come risultato una potenza che ha per base la stessa base e per esponente la somma degli esponenti. = 4² x 4³= (4 x 4)x (4 x 4 x 4)= 4 x 4  x 4  x 4 x […]

Leggi ...

Sistema di numerazione decimale

SISTEMA NUMERICO Il nostro sistema è detto POSIZIONALE perchè il valore di ogni cifra dipende dalla sua posizione nel numero. 648 = 8  rappresenta l’unità 587 = 8  rappresenta le decine 832  =  8  rappresenta le centinaia Il nostro sistema è anche detto DECIMALE perchè utilizziamo dieci cifre per scrivere tutti i numeri: 0-1-2–4-5-6-7-8-9 e perchè […]

Leggi ...