bg-sezione-medie

Trovi utile il nostro sito?

Aiutaci a promuoverlo

Argomenti Scuola MEDIA

Il complemento distributivo

Il complemento distributivo indica in quale modo una determinata realtà viene suddivisa in base al tempo, al peso, alla misura, all’ordine o alla quantità. Risponde alle domande: ogni quanto? ogni quanti? Il complemento distributivo è formato da un sostantivo o da un numerale preceduti dalle preposizioni per, a, su, e talvolta si trova anche senza […]

Leggi ...

Il complemento di esclamazione

Il complemento di esclamazione esprime un sentimento di pietà, di ira, di ansia, di disapprovazione, di consenso, di incitazione, in forma vigorosa. Il complemento di esclamazione è spesso seguito dal punto esclamativo e accompagnato da una interiezione (oh, ah); non è introdotto da preposizioni. Bravo! Hai fatto un disegno bellissimo. Oh povero me, dove sono […]

Leggi ...

Il complemento di vocazione

Il complemento di vocazione indica la persona, l’animale o la cosa personificata a cui ci si rivolge in forma diretta, per richiamarne l’attenzione, per invocarla o per impartire un ordine. Il complemento di vocazione, pur essendo considerato un complemento indiretto, non è introdotto da alcuna preposizione, ma talvoltapuò essere introdotto dall’ntersezione o. Mamma, mi passeresti […]

Leggi ...

Il complemento di paragone

Il  complemento di paragone indica la persona o la cosa paragonati, attraverso un comparativo, con un’altra. Risponde alle domande: di chi?/di che cosa? rispetto a chi?/a che cosa?: Il complemento di paragone è introdotto: dalla preposizione di o dalla congiunzione che con i comparativi di maggioranza o minoranza: Luca è più grande di Enrico; Enzo è […]

Leggi ...

Il complemento di vantaggio e di svantaggio

Il complemento di vantaggio indica a favore di chi o di che cosa si compie un’azione. Il complemento di svantaggio si ha se tale azione è realizzata ai danni di qualcuno o di qualcosa. Risponde alle domande: a favore di chi (che cosa)?/ a sfavore di chi (che cosa)? Anche se sono l’uno ll’opposto dell’altro […]

Leggi ...

Il complemento di pena

Il complemento di pena indica la condanna, il castigo o la multa che si infliggono a qualcuno. Risponde alle domande: a/ con che cosa? a quale pena? Il complemento di pena è introdotto: dalle preposizioni di o per (con il nome multa): E’ una multa di 260 euro; dalla preposizione con (con i verbi punire […]

Leggi ...

Il complemento di colpa

Il complemento di colpa indica la colpa, anche di tipo morale, il reato o il delitto di cui una persona è accusata o per cui è condannata o assolta. Risponde alle domande: per che cosa? per / di quale colpa? Il complemento di colpa è introdotto dalla: preposizione di, quando esprime la colpa di cui […]

Leggi ...

Complemento di abbondanza e privazione

Il complemento di abbondanza indica ciò di cui una persona, un animale o una cosa è fornita, ricca e dotata. Il complemento di privazione si ha, al contrario, se si parla di ciò che manca a una persona, a un animale o a una cosa. Rispondono alle domande: pieno/fornito/ricco di che cosa? privo/ scarso di […]

Leggi ...

Il complemento di prezzo

Il complemento di prezzo indica il costo di acquisto, vendita o affitto di un oggetto o di un animale.Risponde alle domande: quanto ? a quanto? a quale prezzo? Il complemento di prezzo è: legato direttamente, senza preposizioni, a verbi come costare, pagare ecc.: Quel CD costa 10 euro. introdotto dalle preposizioni a e per, se […]

Leggi ...

Il complemento di stima e prezzo

Il complemento di stima indica quanto qualcuno o qualcosa è stimato o valutato sul piano materiale o morale. Risponde alle domande: quanto è stimato? quanto è valutato? Il complemento di stima dipende da verbi come valutare, considerare, stimare, ritenere, valere e non è introdotto da alcuna preposizione. Questo quadro è ritenuto di valore inestimabile. Se, […]

Leggi ...