L’accento

 

Nel leggere o pronunciare una parola, la nostra voce si poserà su di una sua sillaba  un po’ più a lungo. Su tale sillaba cade l’accento.

L’accento può essere di due tipi:

  • l’accento fonico che è proprio di ogni parola, che solitamente non viene segnato (ma è sempre indicato nel dizionario);
  • l’accento grafico è quell’accento che deve essere sempre segnato graficamente (perchè, ciò, però ecc.).

L’accento quindi deve essere sempre segnato:

  • sulle parole tronche di due o più sillabe che terminano con una sola vocale come : città, carità, caffè, capitò,tribù, avversità, andrò;
  • sui monosillabi che terminano con due o più vocali come: può, più, ciò, già, giù, cioè, bisogna però ricordarsi che qui e qua si scrivono sempre senza accento;
  • sui composti di tre, re, blu e su come: trentatrè, vicerè, rossoblù, lassù;
  • su alcuni monosillabi per distinguerli da altri identici per forma ma con significato diverso:
Con l’accento Senza accento
(contrario di no, avverbio) si (pronome \soggetto impersonale)
chè (perchè, congiunzione) che ( pronome \ congiunzione)
(verbo dare) da ( preposizione)
(giorno) di ( preposizione)
è (verbo essere) e ( congiunzione)
(avverbio di luogo) la (articolo \ pronome)
(avverbio di luogo) li ( pronome)
(congiunzione) ne (pronome)
(pronome riflessivo) se ( congiunzione)
( bevanda) te ( pronome)

Da ricordarsi che il pronome riflessivo sè quando è seguito da stesso o medesimo si scrive preferibilmente senza accento.

L’accento è vietato:

  • sui monosillabi con una sola vocale non compresi nella tabella precedente come: blu, su, fu, fa, sa, sta, sto, tra, tre, va, me, re, ma, mi, mo;
  • sui monosillabi qui e qua.

All’interno delle parole non è obbligatorio scrivere l’accento, è utile solo nel caso delle parole omografe.

Vediamo alcuni esempi:

  1. Chi mi una caramella?
  2. E’ partita portando con la valigia.
  3. Ada si veste da sola.
  4. Non stiamo qui, andiamo là.
  5. La mamma fa un dolce con il cioccolato.
  6. Vai su in soffitta e cerca quel baule.

Programma grammatica elementari

Programma di grammatica prima media

Esercizio n° 1

Completa le frasi scegliendo il monosillabo adatto-

-Un buon amico da\dà sempre una parola di conforto.

-Non li vedevo da\da’ molto tempo.

-La natura è di\di’ tutti.

-Devo prendere queste compresse duo volte al di\dì.

-La\ Là mamma non vuole che io vada la\là.

-Fermati li\lì e non ti muovere.

-Rimani li\lì vengo io da te.

-I tuoi amici  li\li’  puoi trovare in cortile.

-Non hai indovinato ne\nè la prima ne\nè la seconda.

-Quante ne\nè vuoi?

-Strinse a se\sè il suo cagnolino.

Se\Sè potessi tornare indietro!

Si\Sì fece tardi e si\sì mise a piovere.

– Ci mise un pò a convincersi, ma poi disse di si\sì.

Te\tè ne sei andato senza prendere il te\tè.

Esercizio n° 2

In questo testo sono stati tolti tutti gli accenti: inseriscili tu.

Alice e le lucciole

Una sera la minuscola Alice Cascherina che cadeva da tutte le parti, ando in un bosco e osservo una lucciola che si aggirava tra le siepi e gli alberi, accendendo e spegnendo la sua piccola lanterna verde.

– E proprio interessante! – disse Alice.

E fece per afferrare la lucciola. Invece casco sentro il suo lumino. C’era luce da tutte le parti: le sembro di stare in una lampadina. Poi la luce si spense e penso di essere nella cabina di un aeroplano, buio di dentro e notte di fuori.

 

Esercizio n° 3

Metti l’accento sui monosillabi che lo richiedono.

  • La prego di accomodarsi la.
  • Si, aspetterò che la nonna si svegli.
  • Questi fiori li ho colti proprio li; dopo te li porterò.
  • Ho molti compiti da fare: chi mi da una mano?

Esercizio n° 4

Cancella la parola sbagliata tra quelle evidenziate in corsivo nelle diverse frasi.

  1. Fu servito il te \ tè e la cerimonia sì \ si concluse felicemente.
  2. Questa sera andiamo a mangiare da\dà Giulia.
  3. L’affetto dei genitori da \ dà molta sicurezza ai bambini.
  4. I tuoi errori dì \ di ortografia sono dovuti a disattenzione.
  5. Il medico mi ha prescritto due pillole ad dì\ di.
  6. Ho visto l’ultimo film di Spielberg perchè nè \ ne avevo sentito parlare molto bene.
  7. Non ho avuto nè \ ne stare ad ascoltarmi nè \ ne fermarsi a parlare con me.
  8. Marco e \ è partito all’improvviso e \ è pertanto questa sera non potrà \ potra essere con noi.

Esercizio n° 5

“E” oppure “è “? “Se” oppure “sè”? “Ne” oppure “nè”? Sostituisci ai puntini la parola adatta.

  1. Non ……… mai stato freddo a settembre.
  2. Non desidero ……. voglio vedere una cosa simile.
  3. Tra te …… me c’….. una bella differenza.
  4. ……. tale …… quale suo padre.
  5. ….. rimani qui, ti posso aiutare.
  6. L’ha portato con …..
  7. …… l’avesse lasciato fare, …….. la sarebbe cavata da solo.
  8. Non è possibile…….. opportuno continuare a lavorare in queste condizioni.
  9. Me ……. vado subito: non …… posso più, …….. voglio perdere altro tempo.
  10. ……… loro, …….. io……..sapevamo nulla.

Esercizio n° 6

“Si” oppure “sì”? “Li” oppure “lì”? “La” oppure “là”? “Da” oppure “dà”? Inserisci la parola adatta.

  1. …… parla troppo, quando……..potrebbe dire semplicemente o…….., o no.
  2. “Pensi che …… farà tardi?” “Credo proprio di …… .”
  3. Dove è caduta ……. mia penna?
  4. ……sotto il mobile. ……vedi? No, riesci a prenderme…. tu?
  5. ….. ho incontrati ….. .
  6. Credevo che fossero partiti, invece ….. ho incontrati oggi.
  7. …… giorno e …. notte la musica ….. quel locale è così forte ….. costringerci a chiudere le finestre.
  8. “Notte e ……. volando vo…… ramo in ramo” cantava la comare.
  9. Marco ….. a Luca la sua racchetta ….. tennis .
  10. ” Esci subito di …….!”

Esercizio n° 7

Metti l’accento grafico dove è necessario.

  1. Ti vedro domani dopo le ventitre.
  2. C’erano tre uova per il souffle.
  3. Il cane abbaio, ma poi comincio a scodinzolare.
  4. Le pervinche sono bellissimi fiori blu.
  5. La ballerina indossa un tutu rosa.
  6. “Tu, tu, piccola peste”, gridava la vicina.
  7. Ho messo il pesce rosso a nuotare nel bide e la mamma si è arrabbiata.
  8. Posso offrirti qualcosa? Del te o del caffe?
  9. Lo ha detto solo a me e a te.

Esercizio n° 8

Individua e correggi. Sottolinea, nelle frasi seguenti, i monosillabi in cui c’è un uso errato dell’accento e inserisci la versione corretta.. L’esercizio è avviato.

  1. Glielo dai, se ti un libro portare a Carlo?→ do; da
  2. Mi hanno regalato questi cioccolatini: ecco, uno a tè, uno a me.→
  3. Si, andiamo al pub tutti insieme.→
  4. Di la ci sono i tuoi amici.→
  5. Prendiamoci un bel te caldo.→
  6. E l’ora di andarsene.→
  7. Giovanna ha portato con se tutti i suoi giocattoli.→
  8. I tuoi CD sono proprio lì: lì ho già ascoltati.→

Esercizio n° 9

Sostituisci. Nelle frasi seguenti sostituisci i termini sottolineati con sinonimi che abbiano un accento sull’ultima sillaba (parole tronche). L’esercizio è avviato.

  1. Pur di vincere, hanno agiti senza correttezza. →onestà
  2. La mia domanda non è indiscrezione, ma una forma di rispetto.→
  3. Per quale ragione sei arrivato in ritardo?→
  4. Questo vestito è di una pacchianeria imbarazzante.→
  5. Per lungo tempo l’aristocrazia si oppose alla partecipazione dei borghesi alla vita politica.→
  6. In quel prato che vedi in basso si terrà la corsa campestre.→
  7. Non crederò alla promozione fino a quando non verranno pubblicati i tabelloni.→
  8. Hai preso la sufficienza, ma non lo meritavi!→
  9. Se vuoi sciare, esiste anche l’occasione di affittare l’attrezzatura.→

Programma grammatica elementari

Programma di grammatica prima media

 

SVOLGIMENTO

Esercizio n ° 1

Completa le frasi scegliendo il monosillabo adatto-

-Un buon amico dà sempre una parola di conforto.

-Non li vedevo da molto tempo.

-La natura è di tutti.

-Devo prendere queste compresse duo volte al.

La mamma non vuole che io vada .

-Fermati e non ti muovere.

-Rimani vengo io da te.

-I tuoi amici  li  puoi trovare in cortile.

-Non hai indovinato la prima la seconda.

-Quante ne vuoi?

-Strinse a il suo cagnolino.

Se potessi tornare indietro!

Si fece tardi e si mise a piovere.

– Ci mise un pò a convincersi, ma poi disse di sì.

Te ne sei andato senza prendere il tè.

Esercizio n° 2

In questo testo sono stati tolti tutti gli accenti: inseriscili tu.

Alice e le lucciole

Una sera la minuscola Alice Cascherina che cadeva da tutte le parti, andò in un bosco e osservò una lucciola che si aggirava tra le siepi e gli alberi, accendendo e spegnendo la sua piccola lanterna verde.

E’ proprio interessante! – disse Alice.

E fece per afferrare la lucciola. Invece cascò dentro il suo lumino. C’era luce da tutte le parti: le sembrò di stare in una lampadina. Poi la luce si spense e pensò di essere nella cabina di un aeroplano, buio di dentro e notte di fuori.

Esercizio n° 3

Metti l’accento sui monosillabi che lo richiedono.

  • La prego di accomodarsi là.
  • Sì, aspetterò che la nonna si svegli.
  • Questi fiori li ho colti proprio lì; dopo te li porterò.
  • Ho molti compiti da fare: chi mi da’ una mano?

Esercizio n° 4

Cancella la parola sbagliata tra quelle evidenziate in corsivo nelle diverse frasi.

  1. Fu servito il e la cerimonia si concluse felicemente.
  2. Questa sera andiamo a mangiare da Giulia.
  3. L’affetto dei genitori   molta sicurezza ai bambini.
  4. I tuoi errori  di ortografia sono dovuti a disattenzione.
  5. Il medico mi ha prescritto due pillole ad .
  6. Ho visto l’ultimo film di Spielberg perchè  ne avevo sentito parlare molto bene.
  7. Non ho avuto stare ad ascoltarmi fermarsi a parlare con me.
  8. Marco  è partito all’improvviso e pertanto questa sera non potrà essere con noi.

Esercizio n° 5

“E” oppure “è “? “Se” oppure “sè”? “Ne” oppure “nè”? Sostituisci ai puntini la parola adatta.

  1. Non è mai stato freddo a settembre.
  2. Non desidero  voglio vedere una cosa simile.
  3. Tra te e me c’è una bella differenza.
  4. E’ tale quale suo padre.
  5. Se rimani qui, ti posso aiutare.
  6. L’ha portato con sè.
  7. Se l’avesse lasciato fare, se la sarebbe cavata da solo.
  8. Non è possibile  opportuno continuare a lavorare in queste condizioni.
  9. Me ne vado subito: non ne posso più,  voglio perdere altro tempo.
  10.  loro,  io ne sapevamo nulla.

Esercizio n° 6

“Si” oppure “sì”? “Li” oppure “lì”? “La” oppure “là”? “Da” oppure “dà”? Inserisci la parola adatta.

  1. Si parla troppo, quando si potrebbe dire semplicemente o , o no.
  2. “Pensi che si farà tardi?” “Credo proprio di sì .”
  3. Dove è caduta la mia penna?
  4. Là sotto il mobile. La vedi? No, riesci a prendermela tu?
  5. Li ho incontrati  .
  6. Credevo che fossero partiti, invece li ho incontrati oggi.
  7. Di giorno e di notte la musica di quel locale è così forte da costringerci a chiudere le finestre.
  8. “Notte e  volando volo ramo in ramo” cantava la comare.
  9. Marco  a Luca la sua racchetta da tennis .
  10. ” Esci subito di !”

Esercizio n° 7

Metti l’accento grafico dove è necessario.

  1. Ti vedrò domani dopo le ventitrè.
  2. C’erano tre uova per il soufflè.
  3. Il cane abbaiò, ma poi cominciò a scodinzolare.
  4. Le pervinche sono bellissimi fiori blù.
  5. La ballerina indossa un tutù rosa.
  6. “Tu, tu, piccola peste”, gridava la vicina.
  7. Ho messo il pesce rosso a nuotare nel bidè e la mamma si è arrabbiata.
  8. Posso offrirti qualcosa? Del tè o del caffè?
  9. Lo ha detto solo a me e a te.

Esercizio n° 8

Individua e correggi. Sottolinea, nelle frasi seguenti, i monosillabi in cui c’è un uso errato dell’accento e inserisci la versione corretta.. L’esercizio è avviato.

  1. Glielo dai, se ti un libro portare a Carlo?→ do; da
  2. Mi hanno regalato questi cioccolatini: ecco, uno a , uno a me.→te
  3. Si, andiamo al pub tutti insieme.→
  4. Di la ci sono i tuoi amici.→
  5. Prendiamoci un bel te caldo.→
  6. E l’ora di andarsene.→ E’
  7. Giovanna ha portato con se tutti i suoi giocattoli.→
  8. I tuoi CD sono proprio lì: ho già ascoltati.→ li

Esercizio n° 9

Sostituisci. Nelle frasi seguenti sostituisci i termini sottolineati con sinonimi che abbiano un accento sull’ultima sillaba (parole tronche). L’esercizio è avviato.

  1. Pur di vincere, hanno agiti senza correttezza. →onestà
  2. La mia domanda non è indiscrezione, ma una forma di rispetto.→bensì
  3. Per quale ragione sei arrivato in ritardo?→ perchè
  4. Questo vestito è di una pacchianeria imbarazzante.→ volgaritrà
  5. Per lungo tempo l’aristocrazia si oppose alla partecipazione dei borghesi alla vita politica.→nobiltà
  6. In quel prato che vedi in basso si terrà la corsa campestre.→ giù
  7. Non crederò alla promozione fino a quando non verranno pubblicati i tabelloni.→finchè
  8. Hai preso la sufficienza, ma non lo meritavi!→ però
  9. Se vuoi sciare, esiste anche l’occasione di affittare l’attrezzatura.→ opportunità

 

Programma grammatica elementari

Programma di grammatica prima media