Gli aggettivi indefiniti

Gli aggettivi indefiniti indicano quantità imprecisate o qualità in senso generico del nome a cui si riferiscono.

Gli aggettivi indefiniti sono tantissimi, i più usati sono:

  •  ogni, qualche, qualunque, qualsiasi, qualsivoglia, invariabili;

Sotto qualche banco erano rimasti qualche quaderno e qualche matita.

  • ciascuno, nessuno, che si usano solo al singolare ma hanno una forma per il maschile e una per il femminile;

Non ho nessun desiderio e nessuna voglia da esprimere.

L’aggettivo nessuno ha quasi sempre un significato negativo. Quando è posto prima del verbo non c’è bisogno d’inserire alcuna altra negazione:  Nessun problema era stato risolto.

Quando invece è collocato dopo il verbo, richiede sempre la negazione non e può essere sostituito da alcuno:  Non abbiamo risolto nessun problema./ Non abbiamo risolto alcun problema.

  • alcuno, taluno, certo, altro, molto, parecchio, troppo, tutto, tanto, poco, quanto, alquanto, altrettanto, tale, diverso, vario, che sono tutti variabili e quindi si concordano con il nome a cui si riferiscono.

Alcune compagne sono partite.

Ho molti compiti da fare e quindi dovrò fare parecchi sforzi.

Ora ho poco tempo, ne parleremo un’altra volta.

Molto, poco, tanto sono gli unici aggettivi indefiniti che possono essere espressi anche al grado comparativo o superlativo.

Grado positivo Grado comparativo Grado superlativo assoluto
molto più moltissimo
poco meno pochissimo
tanto tantissimo

Altro può assumere diversi significati:

  • di ripetizione                   Devi fare altri esercizi di matematica.
  • di diversità                        Vorrei scrivere su un altro quaderno.
  • di idea di futuro              Quest‘altra settimana pioverà.
  • di idea di passato           L’altr‘anno siamo andati in montagna.
  • di aggiunta                        Ci vuole dell’altro sale.
  • come rafforzativo            Voialtri non fate un bel niente, sbrigatevi!

Vedi gli esercizi

Programma di grammatica prima media