Archivio Tag: AGGETTIVI

Gli aggettivi numerali

  Gli aggettivi numerali si dividono in: cardinali, ordinali, moltiplicatori, frazionari, distribuitivi, collettivi. Gli aggettivi numerali si scrivono in lettere nei testi narrativi, espositivi, descrittivi e in alcuni documenti ufficiali. Si scrivono in cifre: nelle date, nei testi tecnico scientifici o in presenza di numeri molto lunghi, nelle operazioni matematiche, nelle misurazioni, nei numeri civici. […]

Gli aggettivi interrogativi ed esclamativi

  Gli aggettivi interrogativi sono usati per introdurre domande, formulate in modo sia diretto che indiretto, riguardo all’identità, alla qualità o quantità del nome cui si riferiscono. Quanti Km ci sono da Arezzo a Siena? Gli aggettivi esclamativi sono usati per introdurre un’esclamazione riguardo all’identità, alla qualità o quantità del nome cui si riferiscono. Che meraviglia […]

Gli aggettivi indefiniti

Gli aggettivi indefiniti indicano quantità imprecisate o qualità in senso generico del nome a cui si riferiscono. Gli aggettivi indefiniti sono tantissimi, i più usati sono:  ogni, qualche, qualunque, qualsiasi, qualsivoglia, invariabili; Sotto qualche banco erano rimasti qualche quaderno e qualche matita. ciascuno, nessuno, che si usano solo al singolare ma hanno una forma per il […]

Gli aggettivi dimostrativi

  Gli aggettivi dimostrativi specificano posizione e tempo del nome a cui si riferiscono. Infatti: questo indica una persona, un animale o una cosa vicini nello spazio e nel tempo a chi parla; Ho scelto questo vestito (il vestito vicino a me). Mi ricorderò per sempre di questo giorno (vicino nel tempo). codesto indica una […]

Gli aggettivi possessivi

  Gli aggettivi possessivi specificano il possesso quindi a chi appartiene la cosa, l’animale o la persona espressi dal nome; sono sei e concordano nel genere e nel numero con il nome di riferimento. Il mio cane e la tua gatta vanno d’accordo. Gli aggettivi possessivi di terza persona suo, sua, suoi, sue si usano quando […]

Forme speciali di comparativo e di superlativo

  Forme speciali di comparativo e di superlativo Ci sono degli aggettivi come buono, cattivo, grande, piccolo, alto, basso che hanno accanto alle forme normali di comparativo e superlativo hanno delle forme particolari che derivano dal latino. I comparativi speciali migliore, peggiore, minore, superiore, inferiore non devono essere preceduti dalla parola più. La mia torta è […]

Il grado superlativo

  Il grado superlativo dell’aggettivo serve per indicare una qualità al suo massimo grado d’intensità. Secondo il significato espresso, si riconoscono due forme di superlativo: il superlativo assoluto esprime il massimo grado di una qualità senza riferimenti o paragoni. Esso si forma quasi sempre aggiungendo alla radice dell’aggettivo di grado positivo il suffisso –issimo (issima,-i […]

Il grado comparativo

  Il grado comparativo dell’aggettivo serve per mettere a confronto tra loro due termini, in relazione a una qualità posseduta da entrambi oppure in relazione a qualità diverse di un unico termine. A seconda del significato si riconoscono tre forme di comparativo:      Il comparativo di maggioranza lo si ha quando il primo elemento […]

I gradi dell’aggettivo

  I gradi dell’aggettivo consentono di rappresentare una qualità in varia misura o di istituire dei paragoni tra gli elementi che lo possiedono. Lo stesso aggettivo può essere usato con tre diversi gradi d’intensità. quando l’aggettivo esprime solo l’esistenza della qualità senza specificare la misura in cui essa è posseduta è di grado positivo; Marco […]

Aggettivi primitivi, alterati, derivati e composti

  Considerando la loro struttura gli aggettivi qualificativi si possono distinguere in quattro gruppi: primitivi, alterati, derivati e composti. GLI AGGETTIVI PRIMITIVI Gli aggettivi primitivi non derivano da altre parole e sono composti da una radice e da una desinenza: simpatico, carino, veloce, astuta. GLI AGGETTIVI ALTERATI Gli aggettivi alterati modificano di poco il significato […]