Il ciclo dell’acqua

 

L’acqua è presente sul nostro pianeta nei tre diversi stati di aggregazione : aeriforme, liquido e solido. Essa è in continui movimento e si sposta tra i diversi serbatoi di acqua che sono presenti sulla Terra e cioè gli oceani, i laghi, i corsi d’acqua, le acque sotterranee ecc., passando da uno stato di aggregazione all’altro. Questo sistema di circolazione è chiamato ciclo dell’acqua.

Il Sole è il motore che grazie alle reazioni termonucleari che avvengono al suo interno, emette di continuo molta energia che riscalda il nostro pianeta e permette appunto i cambiamenti di stato dell’acqua.

Quindi l’energia solare riscalda l’acqua , favorendo l’evaporazione di una parte dell’acqua superficiale che passa allo stato di vapore, poi esso viene trasportato dai venti e raffreddandosi si condensa in goccioline d’acqua che vanno a formare le nubi. e quindi il vapore condensato può ricadere sotto forma di precipitazioni in qualsiasi luogo.

Raggiunta la superficie terrestre quindi o dei continenti o dei mari e degli oceani, l’acqua può seguire diversi percorsi:

  • può essere assorbita dal suolo e passare in profondità nelle falde acquifere;
  • rimanere in superficie alimentando i corsi d’acqua, per poi defluire nel mare;
  • venire assorbita dalle piante;
  • evaporare nuovamente e ritornare nell’atmosfera

Quindi in definitiva il ciclo dell’acqua comprende le seguenti fasi: evaporazione, trasporto e condensazione, precipitazioni.

Solo l’acqua compie interamente questo ciclo, le sostanze in essa disciolte come i sali minerali si separano sall’acqua al momento dell’evaporazione.

 

Programma di scienze della Terra delle superiori