Il clima in Europa

 

L’Europa si trova quasi completamente nella zona temperata della Terra. Pur avendo un clima mediamente temperato, il nostro continente ha però differenti ambienti climatici.

Essa può essere divisa in quattro regioni bioclimatiche: artica, continentale, atlantica e mediterranea, ciascuna con un particolare clima e quindi con una particolare flora e fauna.

La regione artica

La regione artica, nella parte più settentrionale d’Europa, ha un clima caratterizzato da temperature molto basse per tutto l’anno, suolo perennemente gelato (permafrost) e precipitazioni scarse, soprattutto nevose. La vegetazione tipica, la tundra, è bassa, perchè il permafrost impedisce alle radici di penetrare in profondità nel terreno: vi si trovano muschi e licheni, arbusti.

La fauna è costituita dall’orso bianco e da alcuni roditori, ai quali si aggiungono nelle stagioni estive altri animali, tra cui la volpe bianca e la renna.

La regione continentale

Il clima continentale è tipico delle zone interne dell’Europa. Gli inverni sono notevolmente freddi, le estati notevolmente calde e spesso anche umide. Si può distinguere in clima continentale temperato, mitigato dalla vicinanza dell’oceano, freddo, perchè lontano dall’oceano e arido, come quello freddo ma senza precipitazioni.

La vegetazione della parte settentrionale è costituita dalla taiga, una fitta foresta di conifere (pini, abeti, larici).

Quella delle zone a sud e a ovest è costituita da foresta mista, soprattutto di conifere e betulle, e da praterie.

Questi paesaggi, sono stati molto ridotti dagli insediamenti umani e dalle coltivazioni; si è molto ridotta anche la fauna originaria: ad esempio l’orso bruno e la lince, tipici della taiga, in queste zone sono divenuti rari.

 

La regione atlantica

La regione atlantica, che abbraccia le isole britanniche e la fascia costiera della Scandinavia, della Francia e della penisola iberica, è caratterizzata da clima temperato fresco, con temperature miti e forte piovosità per tutto l’anno.

Nelle zone più a nord, nelle isole britanniche  e in Norvegia, la vegetazione tipica comprende soprattutto brughiere ricoperte di piante erbacee e arbustive.

Nelle zone dell’Europa occidentale vi sono invece in prevalenza foreste di latifoglie decidue.

Tra gli animali che vivono in questa zona ricordiamo la ricca fauna ittica.

La regione mediterranea

Questa regione, che include la maggior parte dell’Europa meridionale, gode di un clima mite con inverni brevi e in genere non molto freddi ed estati calde e aride.

Anche qui l’ambiente naturale è stato profondamente modificato; rimane parte della vegetazione originaria, costituita da pini marittimi, cipressi, querce da sughero e dalla macchia mediterranea, con ginestre, ginepri, lecci, mirti.

Diffusa è la coltivazione dell’olivo.

Della fauna originaria restano allo stato selvatico solo pochi animali, come cinghiali, cervi e daini. Altri sopravvivono solo in zone protette.

 

Vedi programma di geografia prima media

Programma di geografia seconda media

Se vuoi ascolta l’articolo