La forma degli orbitali atomici

 

Per quanto riguarda la forma degli orbitali essa varia da un orbitale all’altro. Essa dipende dal numero quantico secondario l, il volume dipende anche dal numero quantico n

Gli orbitali che possiedono lo stesso numero quantico l, hanno la stessa forma.

Vediamo nel particolare:

  • gli orbitali con l=0 si dicono di tipo s . Per esempio l’orbitale s con n= 1 si chiama 1s, con n=2 si chiama 2s. Gli orbitali s hanno tutti la forma sferica, si differenziano però per dimensioni e per energia. Infatti, all’aumentare di n aumentano il raggio dell’orbitale e l’energia dell’elettrone.Per esempio la sfera dell’uranio dell’orbitale 1s ha un raggio 92 volte maggiore dell’orbitale 1s dell’idrogeno. Si descrive con un solo quadratino.
  • gli orbitali con l=1 sono di tipo p. Esistono tre orbitali per l=1 detti orbitali p, più precisamente verranno descritti come p_{{x}}, p_{{y}}, p_{{z}}.Tutti gli orbitali p hanno la forma di doppio lobo, il nucleo si trova nella congiunzione tra i due lobi .Per distinguerli è importante anteporre alla p il valore del numero quantico principale. I tre orbitali p con n=2 si chiameranno 2p; i tre orbitali p con lo stesso valore di n hanno uguale dimensioni ed energia, la stessa forma a due lobi ma orientamento diverso. Se il valore di n è diverso, gli orbitali p hanno la stessa forma, ma diverse dimensioni ed energia. Graficamente si rappresentano con tre quadratini.
  • gli orbitali con l=2 sono di tipo d. Esistono 5 orbitali di tipo d. Per distinguere i diversi orbitali con diverso valore di n, si premette il valore di n al simbolo d. Per esempio se n=3, l’orbitale si chiamerà 3d. Essi hanno la forma di quattro lobi che si incontrano nel nucleo. I cinque orbitali d si rappresentano con cinque quadratini;
  • gli orbitali con l=3 sono di tipo f. Esistono 7 orbitali di tipo f. Anche per loro per distinguerli si premette il valore del numero quantico principale. I sette orbitali f si rappresentano graficamente con 7 quadratini.

Risultati immagini per forma degli orbitali

Vedi programma di chimica