La pressione atmosferica

La pressione atmosferica è la spinta che l’atmosfera esercita su qualunque superficie, a causa del suo peso.

Lo strumento usato per misurare la pressione atmosferica si chiama barometro; il primo barometro fu costruito da Evangelista Torricelli, e definì l’unità di misura della pressione e cioè l’atmosfera. Una atmosfera corrisponde alla pressione capace di sostenere una colonna di mercurio alta 760 mm.

Nel Sistema Internazionale l’unità di misura della pressione è il pascal (Pa).

1 atm = 760 mmHg = 10330 g\cm²

1 atm = 101300 Pa           1hPa = 100 Pa         1 atm = 1013 hPa

La pressione atmosferica non ha un valore costante e varia con l’altitudine, la temperatura e l’umidità.

Prima di tutto la pressione atmosferica diminuisce all’aumentare dell’altitudine perchè andando verso l’alto diminuisce lo spessore dell’aria sovrastante e l’aria diviene rarefatta e pesa di meno.

La pressione atmosferica diminuisce all’aumentare della temperatura, infatti aumentando la temperatura, l’aria si dilata, diventa meno densa e pesa meno.

La pressione atmosferica diminuisce all’aumentare dell’umidità, in quanto nell’aria umida ci sono più molecole di vapore d’acqua rispetto all’aria secca; le molecole di vapore acqueo pesano meno delle molecole di ossigeno e di azoto quindi l’aria umida pesa meno dell’aria secca.

In conclusione si può dire che in un determinato luogo un’aria calda e umida determina una bassa pressione, mentre un’aria fredda e secca determina un’alta pressione.

Per analizzare l’andamento della pressione atmosferica in una zona, i meteorologi utilizzano una carta particolare sulla quale sono unite tutte le località caratterizzate dallo stesso valore di pressione (isobare), infatti vengono chiamate carte delle isobare.

L’insieme delle isobare di un luogo da vita a delle diverse conformazioni come i cicloni e gli anticicloni.

Il ciclone è una zona in cui la pressione atmosferica è minore di quella delle regioni circostanti. L’aria calda e umida tende a salire, giunta in alto dove la temperatura è più bassa, il vapore condensa e forma le nubi, che si possono trasformare in precipitazioni.

L’anticiclone è una zona in cui la pressione atmosferica è maggiore di quella delle zone circostanti. Al suo interno l’aria è fredda e secca e quindi tende a scendere; quindi è povera di umidità e il tempo è asciutto e bello.

Programma scienze delle medie

Questo elemento è stato inserito in Senza categoria. Aggiungilo ai segnalibri.