La seconda declinazione

 

La seconda declinazione raggruppa nomi maschili, femminili e neutri. Gli aggettivi di prima classe maschili e neutri seguono la seconda declinazione.

I nomi maschili al nominativo possono avere l’uscita in -us, -er, -ir. I nomi femminili al nominativo escono in us, invece i neutri in um.

I maschili e i femminili in -us hanno la stessa declinazione.

Consideriamo prima i sostantivi maschili e femminili che hanno l’uscita in -us. Dei nomi femminili la maggior parte sono nomi di piante come cerasus,i, ciliegio; fagus,i, il faggio; pinus,i, il pino; pirus,i, il pero ecc.

Vediamo un esempio di declinazione, prendiamo il sostantivo lupus,i.

CASI SINGOLARE PLURALE
nominativo lup-us il lupo lup-i i lupi
genitivo lup-i del lupo lup-orum dei lupi
dativo lupo al lupo lup-is ai lupi
accusativo lupum il lupo lup-os i lupi
vocativo lup-e o lupo lup-i o lupi
ablativo lup-o con, per il lupo lup-is con, per i lupi

Anche nella seconda declinazione come nella prima bisogna fare attenzione ai casi che presentano le desinenze identiche e cioè il genitivo singolare che coincide con il nominativo e il vocativo plurale e terminano in -i; il dativo e l’ablativo singolare che terminano con -o e il dativo e l’ablativo plurale che terminano con -is. Anche in questo caso come per la prima declinazione per non incorrere in errori il senso della frase ci può essere d’aiuto.

Consideriamo ora i nomi maschili che terminano in -er. Questi a loro volta si possono essere sostantivi che mantengono la e del nominativo singolare per tutta la declinazione come puer,pueri, fanciullo, socer,soceri , suocero, gener,generi, genero ecc.; oppure quei sostantivi che la perdono come ager, agri, campo, aper,apri, cinghiale, liber, libri, libro.

Vediamo la declinazione di puer,pueri e ager,agri.

CASI SINGOLARE PLURALE
nominativo puer il fanciullo puer-i i fanciullo
genitivo puer-i del fanciullo puer-orum dei fanciullo
dativo puero al fanciullo puer-is ai fanciullo
accusativo puerum il fanciullo puer-os i fanciullo
vocativo puer o fanciullo puer-i o fanciullo
ablativo puer-o con, per il fanciullo puer-is con, per i fanciullo
CASI SINGOLARE PLURALE
nominativo ager il campo agr-i i campo
genitivo agr-i del campo agr-orum dei campo
dativo agro al campo agr-is ai campo
accusativo agrum il campo agr-os i campo
vocativo ager o campo agr-i o campo
ablativo agr-o con, per il campo agr-is con, per i campo

   
 

Poi c’è il gruppo di cui fanno parte solo vir, viri, l’uomo e i suoi composti come duumvir, duumviro,triumvir, il triumviro, decemvir, il decemviro, levir,-i, cognato ecc.

Vediamo la declinazione di vir, viri

CASI SINGOLARE PLURALE
nominativo vir l’uomo vir-i gli uomini
genitivo vir-i dell’ uomo vir-orum degli uomini
dativo viro all’ uomo vir-is agli uomini
accusativo virum l’uomo vir-os gli uomini
vocativo vir o uomo vir o uomini
ablativo vir-o con, per l’uomo vir-is con, per gli uomini

I nomi neutri sia della seconda che delle altre declinazione presentato nei tre casi diretti e cioè nominativo, accusativo e vocativo la stessa terminazione sia al singolare che al plurale. Questi tre casi termineranno al singolare per -um ed al plurale per -a con accento breve.

Decliniamo bellum,i

CASI SINGOLARE PLURALE
nominativo bell-um l’uomo bell-a gli uomini
genitivo bell-i dell’ uomo bell-orum degli uomini
dativo bello all’ uomo bell-is agli uomini
accusativo bellum l’uomo bell-a gli uomini
vocativo bell-um o uomo bell-a o uomini
ablativo bell-o con, per l’uomo bell-is con, per gli uomini

Sono in genere neutri i nomi di frutto come cerasum,i, la ciliegia; malum,i , la mela;  pirum,i, la pera, prunum,i, la prugna ecc.

Particolarità della seconda declinazione

  • Alcuni nomi per ,lo più astratti o di materia hanno solo il singolare.

aurum,-i n., oro                                     plumbum.i n., piombo

argentum,i n. argento                           pontus,i m.mare

  • Alcuni nomi, invece si declinano solo al plurale.

arma,-orum,n.  armi                              inferi,-orum,m.  dei inferi

liberi,-orum,m.  figli                              superi,-orum, m.  dei del cielo

spolia,-orum,n.  spoglie,bottino           Delphi,-orum,m.  Delfi

Pompeii,-orum,m.  Pompei                  Argi,-orum, m.  Argo

  • Ci sono poi dei nomi che cambiano di significato passando dal singolare al plurale.
SINGOLARE PLURALE
auxilium,-ii n. l’aiuto auxilia,-orum milizie ausiliarie
bonum,i n. il bene bona,-orum beni
castrum,i n. fortezza castra,-orum accampamento
ludus,i m. il gioco,scuola ludi,-orum gare, spettacoli
impedimentum,-i n. ostacolo impedimenta,-orum bagagli
  • I nomi che al nominativo singolare escono in -ius e -ium hanno il genitivo singolare in -ii. Vediamo alcuni esempi: filius (il figlio) al genitivo può essere sia filii che fili, oppure consilium (consiglio), al genitivo può essere sia consilli che consili ecc.
  • Alcuni nomi al genitivo escono in -um invece che -orum e sono i sostantivi che indicano monete come sestertius,i,sesterzio, duumvir,i, duumviro alcuni nomi di popoli come Danai,i.
  • Il nome dio presenta una declinazione particolare
CASI SINGOLARE PLURALE
nominativo deus il dio di,dii,dei gli dei
genitivo dei del dio deorum,deum degli dei
dativo deo al dio dis,diis,deis agli dei
accusativo deum il dio deos gli dei
vocativo deus (dive) o dio di,dii,dei o dei
ablativo deo con, per il dio deis con, per gli dei

 

Vedi programma di latino