La temperatura dell’aria

La temperatura dell’aria e quindi la sua variazione dipende da alcuni fattori principali: l’altitudine, l’inclinazione dei raggi solari e latitudine, la distribuzione delle terre e delle acque.

 

ALTITUDINE

La temperatura dell’aria diminuisce con l’altitudine secondo un gradiente termico verticale di 6°C ogni km. Infatti la temperatura della troposfera diminuisce all’aumentare della quota, ciò perchè a quote inferiori l’aria è più densa ed assorbe una maggiore quantità di radiazioni.

Essa in definitiva dipende dalla temperatura della superficie terrestre che la riscalda e che dipende dalla quantità di calore che la superficie terrestre riceve con le radiazioni solari.

INCLINAZIONE DEI RAGGI SOLARI

Ogni luogo della Terra è riscaldato diversamente a seconda dell’inclinazione dei raggi solari e dalla durata dell’esposizione solare. Più i raggi cadono verticalmente e più è alta la temperatura della superficie terrestre. Questo è quello che avviene all’Equatore dove i raggi cadono perpendicolarmente, invece salendo verso i poli sono sempre più inclinati. L’inclinazione dei raggi varia nella giornata, all’alba e al tramonto sono molto inclinati, a mezzogiorno sono più verticali.

Quindi per questo la temperatura media dell’aria diminuisce con l’aumentare della latitudine perchè le radiazioni solari incontrano la superficie terrestre con un’inclinazione diversa.

La temperatura varia anche con le stagioni perchè con esse varia l’inclinazione dei raggi solari.

Possiamo quindi anche dedurre che la temperatura, di conseguenza, dipenda anche dall’esposizione ai raggi solari che fanno variare la temperatura tra il dì e la notte. Un esempio lampante è quello della montagna dove, alle nostre latitudini il versante nord della montagna resta in ombra e quindi l’aria è più fredda rispetto al versante sud che risulta essere più esposto al Sole.

DISTRIBUZIONE DELLE TERRE E DELLE ACQUE

La distanza dal mare o dai laghi è importante perchè, mentre il terreno si riscalda rapidamente e altrettanto rapidamente si raffredda, in assenza di radiazioni solari, l’acqua, invece, si riscalda e si raffredda più lentamente. Questo è il motivo per cui le località costiere hanno un clima più mite d’inverno e più fresco d’estate rispetto alle zone interne.

Un altro fattore che può influenzare sensibilmente la temperatura è la vegetazione. Le piante infatti, assorbono molta energia solare per svolgere le loro funzioni. Quindi la quantità di calore che può raggiungere il suolo in una zona coperta da una fitta vegetazione è ridotta.

 

Programma di scienze della Terra delle superiori