La teoria di Bronsted e Lowry

 

La teoria di Bronsted e Lowry

Lo ione ossidrile H_{{3}}O ^{+} si produce quando un acido si scioglie nell’acqua. Quando un acido e una base reagiscono nell’acqua, un protone dello ione H_{{3}}O ^{+} che deriva dall’acido si combina con lo ione idrossido OH^{-} proveniente dalla base per formare l’acqua. Quindi l’acido cede un protone, mentre la base lo accetta, formando una molecola di acqua.

Questa nuova teoria che giunse trent’anni dopo quella di Arrhenius , il cui punto debole di riguardare solo le soluzioni acquose fu chiamata teoria di Bronsted e Lowry.

Tale teoria affermava che: gli acidi possono essere definiti come donatori di protoni, mentre le basi come accettori di protoni.

Secondo tale teoria, affinchè venga definita una sostanza acida o basica ci deve essere sempre una reazione di trasferimento del protone, per far sì che si manifestino le proprietà acide e basiche delle sostanze.

Questa teoria è molto importante perchè è indipendente dalla presenza dell’acqua dell’acqua e non è necessaria la presenza del gruppo OH per giustificare la basicità di una sostanza .Per esempio:

HCl_{{(g)}} + NH_{{3(g)}} → {NH_{4}}^{+}{Cl_{(s)}}^{-}

Una reazione di questo tuoi viene chiamata acido-base e prevede un trasferimento di protoni, quindi l’acido e la base reagiscono tra di loro per formare un altro acido e un’altra base.

Ogni acido donando il proprio protone si trasforma in una base, chiamata base coniugata, allo stesso modo ogni base, accettando il protone, si trasforma nel corrispondente acido coniugato.

Quindi nella reazione precedente l’acido cloridrico ha ceduto un protone e si è trasformato nella sua base coniugata , Cl^{-}, capace a sua volta di accettare un protone; la base NH_{{3}} riceve il protone e si trasforma nell’acido coniugato NH_{{4}} ^{+}, capace di cedere a sua volta un protone.

Ci sono alcune specie chimiche come l’acqua che hanno un comportamento particolare, perchè si può comportare sia come acido sia come base a seconda della sostanza con cui si trova a reagire. Quindi si dice che la sostanza è anfotera.

Vedi programma di chimica