Come si viveva nell’antico Egitto

 

Gli antichi Egizi si sposavano molto giovani. Le famiglie erano molto numerose e i figli erano amati ed educati dai genitori, inoltre, i figli dovevano mantenere i genitori durante la loro vecchiaia.

La prima educazione avveniva tra le mura domestiche, in particolare la madre si occupava delle femmine, mentre i figli maschi imparavano il lavoro dei padri.

I nobili erano destinati a diventare sacerdoti, governatori, funzionari, per questo imparavano fin da piccoli a leggere e a scrivere.

Le donne egizie si occupavano quindi oltre che dei figli anche di alcuni lavori agricoli. Le donne nobili o più ricche controllavano il lavoro della servitù; potevano diventare sacerdotesse, ma in questo caso, dovevano saper leggere e scrivere. Anche le regine e le principesse dovevano essere istruite.

 
 

La moglie e la madre di un faraone erano figure molto importanti.

Il cibo degli antichi Egizi era costituito soprattutto da cereali, verdure, legumi e frutta, si nutrivano inoltre, di pesce, cacciagione e carni bovine e preparavano anche dolci.. Usavano l’olio de sesamo e con il miele dolcificavano le pietanze. Il vino era riservato ai ricchi. Secondi gli studiosi , i ricchi facevano due pasti al giorno.

Per quanto riguarda l‘abbigliamento, il clima caldo dell’Egitto non richiedeva molti indumenti. Il tessuto più usato era il lino, le donne usavano invece delle tuniche strette. I piedi erano scalzi , oppure calzavano i sandali.

Portavano gioielli per abbellirsi. Amavano molto l’igiene personale. Uomini e donne si truccavano gli occhi con polveri ottenute dalla macinazione di pietre colorate.

 

Programma storia quarta elementare

Se vuoi ascolta l’articolo 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi