*** In questi giorni potrebbe capitare che riscontriate qualche disservizio, stiamo aggiornando il sito. Ma torneremo più forti di prima ***

Danimarca

 

La Danimarca è il più meridionale degli Stati Scandinavi, essa è costituita dalla penisola dello Jutland( Jylland in danese), la cui parte legata alla terra è quella collegata alla Germania, tale penisola separa il Mar del Nord dal braccio di mare del Kattegat e dal mar Baltico. Inoltre alla Danimarca fanno parte anche circa 400 isole, di cui solo 80 sono abitate. Le più grandi sono tre: Sjaelland, Fyn e Lolland. Alla Danimarca appartengono politicamente anche la Groenlandia, che si trova di fronte al Canada e l’arcipelago atlantico delle Faer Øer.

La Groenlandia è la più grande isola del mondo  è quasi interamente occupata dai ghiacci e appartiene alla corona olandese dal 1721. Dal 2008 il governo locale sta cercando di ottenere l’indipendenza, nonostante goda già di molta autonomia.

Il territorio è per lo più pianeggiante, quindi laghi e fiumi sono pochi e di scarsa importanza.

Le coste nella parte occidentale sono piatte e sabbiose, poco adatte agli insediamenti, invece la parte orientale è formata da coste molto frastagliate, con porti naturali e fiordi profondi.

Il clima è di tipo atlantico con nebbie in inverno e forti venti in primavera-estate. Le piogge in inverno sono nevose.

La popolazione danese si concentra sulla costa orientale dello Jutland e nell’isola di Sjaelland, a Copenaghen vive un terzo della popolazione nazionale. La campagna invece è caratterizzata dalla presenza di numerosi villaggi e fattorie.

La lingua più parlata è il danese ,invece la religione più professata è quella cristiana luterana. La popolazione ha un elevato pil procapite, quindi vive discretamente, inoltre ha un elevato livello d’istruzione.

Nel 1973 ha aderito all’Unione europea, ma non ha adottato l’euro.La sua moneta è la corona danese.

 

Per quanto riguarda l’economia, l’agricoltura non è molto diffusa, però nel contempo è molto meccanizzata e producono soprattutto cereali e patate. Un punto di forza è la pesca, infatti la Danimarca possiede un’immensa flotta mercantile.

Tra le industrie molto attive troviamo quelle del settore agroalimentare, meccanica ed elettronica. L’energia necessaria per svolgere tutte queste attività deriva dal petrolio e gas naturale del Mar del Nord e dai numerosi impianti eolici.

Anche il turismo contribuisce all’economia del paese, la città più visitata è Copenaghen.

La capitale è appunto Copenaghen che si trova all’estremità est del paese su un’isola che è collegata alla Svezia, che dista solo 4 km, con un ponte veramente all’avanguardia. Essa è un grande porto e un notevole centro culturale. Il simbolo di questa città è la statua della Sirenetta che è stata creata in memoria del favolista danese Hans Christian Andersen con appunto un personaggio di una sua favola.

La seconda città più importante è Aarhus che possiede un grande porto sulla costa orientale dello Jutland. La terza città è Odense, capoluogo dell’isola Fyn.

Dal punto di vista politico è una monarchia costituzionale con un parlamento unicamerale formato da 179 membri. 

 

Programma di geografia seconda media

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi