I fiumi europei

 

La regione europea ha la forma di una grande penisola, circondata dall’Oceano Atlantico e dai mari a esso adiacenti, dal Mediterraneo, dal Mar Nero e, in piccola parte, dal Mar Caspio. In queste acque sfociano i suoi fiumi che, a causa della varietà del territorio, discendono lungo versanti diversi, talvolta anche quando nascono da una stessa catena montuosa.

I fiumi che sfociano nell’Oceano Atlantico e nei mari adiacenti

Nell’Atlantico sfociano il Tago, nella Penisola iberica, e la Loira, principale fiume francese. La foce di questi e di altri fiumi è a estuario, ossia a forma d’imbuto.

Nel canale della Manica sfocia la Senna, dopo aver attraversato la Francia settentrionale.

Nel Mare del Nord sbocca il Reno che nasce dalle Alpi svizzere e si dirige verso nord. Esso è certamente il fiume più importante d’Europa . Le sue acque sono una fondamentale via di traffico commerciale , lungo il suo corso si concentrano numerosi insediamenti urbani e l’area del suo vasto bacino ospita intense attività economiche.

Nel Mar del Nord sfociano anche l‘Elba , che nasce nella Repubblica Ceca, e il Tamigi, fiume della Gran Bretagna.

Nel Mar Baltico sfociano la Vistola, l’Oder e la Divina Occidentale.

Nel Mar Bianco e nel Mare di Barents sboccano altri fiumi russi: la Divina Settentrionale e il Pecora.

 
 

I fiumi che sfociano nel Mar Nero e nel Mediterraneo

Nel Mar Nero sbocca il Danubio, che è il secondo fiume europeo sia come lunghezza , sia come larghezza del bacino idrografico. Il Danubio nasce nella Selva Nera (in Germania) e, nel suo percorso attraversa nove paesi (Germania, Austria, Slovacchia, Ungheria, Croazia, Serbia, Romania, Bulgaria e Ucraina). Il Danubio è un’importantissima via di comunicazione e di commercio tra la parte orientale e occidentale dell’Europa e attraversa ben quattro capitali europee (Vienna, Bratislava, Budapest e Belgrado). A differenza del Reno non ha grandi aree industriali, ma attraversa importanti aree agricole come la pianura valacca. La sua foce sul Mar Nero, un’area selvaggia e pressochè disabitata, è diventata un parco naturale tra i più importanti d’Europa.

Sempre nel Mar Nero sfociano due grandi fiumi russi: il Dnepr e il Don,  vi sbocca anche il Dnestr.

I fiumi più importanti che si gettano nel Mediterraneo sono, oltre al Po, il fiume spagnolo Ebro; il Rodano, che nasce dalle Alpi Svizzere; il Marica, che nasce in Bulgaria.

I fiumi che sfociano nel Mar Caspio

Qui sbocca il Volga, il maggiore fiume europeo: è lungo 3531 km. Nasce a poche centinaia di metri di altitudine in una regione collinare russa e, percorre il bassopiano russo, sfociando nel Mar Caspio.

Il Volga, come altri fiumi della Russia, ha una portata molto ridotta nei mesi invernali, quando i territori che attraversa sono gelati. A primavera invece, con il disgelo, una massa enorme di acqua si riversa nel fiume.

Sempre nel Mar Caspio sfocia anche l’Ural.

Vedi programma di geografia prima media

Programma di geografia seconda media

Se vuoi ascolta l’articolo