I recettori e gli organi di senso

Il nostro corpo è dotato di cellule specializzate che sono capaci di ricevere gli stimoli esterni e sono chiamate recettori. Tali recettori sono raggruppati in organi ben precisi che vengono chiamati organi di senso come l’occhio, l’orecchio, la lingua, il naso e la pelle.

Per ogni senso vi sono recettori specifici in grado di trasmettere gli stimoli ricevuti a zone specifiche della corteccia celebrale: qui gli stimoli vengono elaborati e trasformati nelle diverse sensazioni.

A seconda della provenienza degli stimoli abbiamo:

  • gli esterorecettori, che percepiscono gli stimoli provenienti dall’ambiente esterno;
  • i propriorecettori, percepiscono gli stimoli provenienti dall’ambiente interno come la fame e la sete ecc.

I recettori , però, sono in grado solo di rispondere allo stimolo per il quale sono specializzate. Per questo possono essere classificati in:

  • chemocettori che sono sensibili alle sostanze chimiche e possono essere olfattivi e gustativi;
  • meccanocettori percepiscono gli stimoli meccanici come i barocettori che percepiscono la variazione di pressione;
  • fotocettori che sono sensibili agli stimoli luminosi;
  • termorecettori che sono sensibili alle variazioni di temperatura e sono distribuiti nella pelle e in altri organi.

Vedi programma di scienze delle medie

Questo elemento è stato inserito in Senza categoria e taggato .