Il gerundio e il gerundivo

 

Il gerundio è un modo infinito e non possiedi indicazioni di tempo e persona, ma si usa per declinare l’infinito nei casi obliqui, cioè genitivo, dativo, ablativo e accusativo con preposizione. Nei casi quali nominativo e accusativo si usa l’infinito presente.

Il gerundio, come regola, è usato come attivo.

Il gerundio si usa:

  • al genitivo quando dipende da sostantivi e da aggettivi, che reggono normalmente il genitivo,in questo caso esprime il complemento di specificazione e corrisponde all’infinito italiano preceduto dalla preposizione di.

Spes bene cenandi vos decipit.\ Vi abbindola la speranza di cenare bene.

Orator est, Marce fili, vir bonus dicendi peritus.\ L’oratore figlio di Marco, è un uomo onesto esperto del dire.

Vivendi ars est prudentia.\ La prudenza è l’arte del vivere.

  • al dativo , che è il caso meno usato, quando si trova in dipendenza da aggettivi che indicano attitudine e propensione come idoneus(idoneo a), aptus (adatto a), accomodatus (adeguato a) o da espressioni verbali come comitia indico (indico i comizi), diem statuo (fisso un giorno);

Tu tantum edendo aptus est.\ Tu sei bravo solo a mangiare.

Adsum scribendo.\ Collaboro a scrivere.

 

  • all’ablativo si usa per esprimere idea di mezzo o modo, cioè la circostanza in cui avviene un’azione. In unione con le preposizioni, in, ab, ex, de ecc., ha lo stesso valore dei complementi che queste formano.

Hominis mens discendo alitur et cogitando.\La mente dell’uomo si alimenta con l’apprendere e con il pensare.

Temptando cuncta caeci quoque tuto ambulant.\ Grazie al testare ogni cosa, anche i ciechi camminano al sicuro.

  • l’accusativo è di uso assai comune , preceduto dalla preposizione ad. E’ usato di frequente per tradurre le proposizioni finali in forma implicita.

Castra erant ad bellum ducendum aptissima.\ L’accampamento era adattissimo a tirare in lungo la guerra.

Tempus anni maturum iam ad navigandum erat.\ La stagione era ormai adatta a navigare.

Il gerundivo è un aggettivo verbale, ed ha un valore passivo, quindi concorda in genere numero e caso con il nome a cui si riferisce. Solo i verbi transitivi, compresi i deponenti,  possiedono il gerundivo. Esso conferisce alla frase un valore di necessità o di dovere.

Il gerundivo può essere usato a volte al posto del gerundio, ciò accade quando il verbo è transitivo ed è determinato da un complemento oggetto espresso.

Cupiditas epistulam scribendi. \ Il desiderio di scrivere una lettera.

Questa frase può essere scritta anche così:

Cupiditas epistulae scribendae dive epistulam che era in accusativo va al genitivo e cioè al caso del gerundio e quest’ultimo si trasforma in gerundivo.

 

Programma di latino

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi