Il mondo dell’aldilà

 

Gli Egizi erano convinti che la vita continuasse dopo la morte e che essa sarebbe stata più piacevole se il defunto si fosse potuto portare nell’aldilà gli oggetti più cari, quindi pensavano che ci fosse il mondo dell’aldilà.

Per iniziare questo lungo viaggio per rinascere, erano necessarie due condizioni: la prima era che il corpo si mantenesse intatto nel tempo. Perciò veniva imbalsamato e avvolto in bende di lino, cioè trasformato in mummia. La mummia era riposta poi in un sarcofago di pietra o di legno decorato, con accanto cibi e oggetti che potevano servire al defunto nel mondo dell’aldilà.

La seconda condizione era che la persona si fosse comportata in modo giusto durante la vita. Dopo la sepoltura, il suo cuore sarebbe stato pesato dal dio Anubi e solo se fosse stato leggero come una piuma , il defunto avrebbe potuto continuare il suo viaggio.

 

Programma storia quarta elementare

Se vuoi ascolta l’articolo