Conservare il corpo: la mummificazione

 

Per mantenere il corpo del defunto integro, condizione necessaria per iniziare la nuova vita dopo l’aldilà, il corpo veniva trattato secondo un procedimento piuttosto complesso: la mummificazione.

Le parti interne del corpo si toglievano e si conservavano nei vasi canopi. Poi il corpo veniva trattato con sostanze a base di sale e oli profumati, infine, lo si avvolgeva in lunghe fasce di lino.

Il volto era spesso coperto con una maschera d’oro o di legno dipinto. La mummia veniva poi ornata con gioielli e amuleti per proteggerla dagli spiriti malvagi.

Dopo 70 giorni dalla morte poteva essere sepolto. La mummia veniva collocata in un sarcofago di legno posto a sua volta in un grande sarcofago di pietra.

La mummificazione era riservata al faraone e alle persone più ricche.

 

Programma storia quarta elementare

Se vuoi ascolta l’articolo 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi