La storia e lo storico

 

La storia è il racconto del passato e narra gli avvenimenti più importanti che riguardano l’umanità.

Per ricostruire la storia, gli storici studiano il passato raccogliendo delle informazioni, che vengono chiamate fonti storiche.

Ci sono quattro tipo di fonti:

  • Le fonti orali, che sono le testimonianze tramandate oralmente. Può capitare che a volte queste si contraddicano, quindi spetta allo storico trarre le giuste conclusioni.
  • Le fonti scritte, sono documenti, scritti di vario tipo che danno informazioni circa le abitudini di vita di popoli, e possono essere diari, lettere, contratti, trattati di pace, giornali, opere letterarie ecc. Questo tipo di fonti si dicono dirette quando chi ha scritto lo ha fatto volontariamente per far conoscere quella determinata cosa alle popolazioni successive; fonti indirette quando contengono informazioni utili allo storico, ma l’autore non aveva intenzione di descrivere il suo tempo, come per esempio lettere d’amore che possono contenere involontariamente informazioni utili.
  • Le fonti visive dette anche iconografiche, sono le immagini rappresentate da artisti di ogni epoca, dalla preistoria ad oggi.
  • Le fonti materiali, sono gli oggetti appartenenti ai nostri antenati che ci danno informazioni utili sulla loro cultura e sulle loro abitudini.

 

Per uno storico è fondamentale seguire un ordine cronologico, quindi il suo punto di riferimento è la nascita di Cristo, dai popoli che appartengono alla tradizione cristiana è considerato come l’anno zero. Quindi tutti gli avvenimenti avvenuti prima della nascita di cristo vengono detti anni prima di cristo, troveremo la data con a.C.(avanti cristo), gli anni successivi alla nascita di Cristo vengono detti dopo cristo e indicati con d.C.

Di solito visto che si parla di lassi di tempo molto lunghi lo storico tende ad usare gli anni e i secoli cioè 100 anni.

Lo storico poi divide la storia in periodi, durante i quali sono avvenuti cambiamenti o eventi particolarmente importanti per l’umanità.

La prima divisione è tra storia e preistoria.

La preistoria è quel lunghissimo periodo che comincia oltre 3 milioni di anni fa e si conclude circa 3000 anni prima della nascita di Cristo. Da circa il 3000 a.C. comincia la storia grazie alla scoperta della scrittura e quindi grazie alle fonti scritte.

La storia poi viene divisa in 4 periodi.

  1. l’Età antica che va dal 3000 a.C. al 476 d.C. anno della caduta dell’Impero Romano D’Occidente;
  2. il Medioevo, va dal 476 al 1492 , anno della scoperta dell’America;
  3. l’Età moderna, dal 1492 al 1815, anno del congresso di Vienna;
  4. L’Età contemporanea , dal 1815 ad oggi.

Ovviamente è una divisione convenzionale decisa dagli storici.

 

Vedi programma di storia prima media

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi