La Toscana

 

Il territorio e il clima

La Toscana si estende tra le Alpi Apuane, gli Appennini e il Mar Tirreno. La fascia centrale è occupata da un’ampia zona collinare (Chianti, Colline Metallifere) che giunge fino al Monte Amiata, un vulcano spento.

A sud lungo la costa, si estende la Maremma, una pianura bonificata. Ancora più a sud, tra il Monte Argentario e il litorale, c’è la laguna di Orbetello.

Il fiume principale è l’Arno che nasce dal Monte Falterona, scorre con ampie curve tra i monti e colline e sfocia nel Tirreno. Altri corsi d’acqua sono l’Ombrone e per un breve tratto il Tevere.

Fa parte della regione anche l’Arcipelago Toscano, con l’isola d’Elba.

Il clima della Toscana, grazie all’influenza del mare, è mite, con inverni piovosi ed estati calde.

Vivere nella regione

La popolazione è distribuita in modo poco uniforme e si concentra nel Valdarno, è una regione con un reddito piuttosto alto, che si avvicina a quello delle regioni settentrionali.

L’agricoltura interessa una porzione ridotta del territorio, ma le coltivazioni sono pregiate: uva, olivi, girasoli, piante ornamentali e fiori coltivati in serre. Si allevano bovini e ovini.

Di rilievo sono anche le attività estrattive: dalle cave di Carrara si ricava il marmo, mentre nella zona di Larderello i soffioni boraciferi, getti di vapore sotterraneo, alimentano centrali geotermiche.

L’industria si concentra nella zona che da Firenze porta al mare: qui sono presenti soprattutto industrie chimiche, siderurgiche, meccaniche, tessili e calzaturiere.

L’artigianato della ceramica, della lana, dell’oro, delle pelli e della paglia è molto sviluppato e di lunga tradizione.

Il turismo è molto sviluppato, infatti, la Toscana conta circa 120 milioni di visitatori l’anno, che si distribuiscono tra località rinomate come la Versilia e l’isola d’Elba, le stazioni termali (Montecatini, Chianciano) e le numerose città d’arte: Firenze, Pisa, Siena, San Gimignano, Volterra, Arezzo. Oltre ai resti etruschi e romani, la regione conserva monumenti medioevali e capolavori del Rinascimento. In particolare a Firenze hanno operato artisti come Giotto, Cimabue, Masaccio, Piero della Francesca, Botticelli, Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti, Donatello…

Di più recente sviluppo è l’agriturismo, diffuso nelle campagne e sulle colline.

   
 

Le province della Toscana

Firenze, patria di Dante Alighieri, massimo poeta italiano, è il capoluogo della regione. Sorge sulle rive dell’Arno circondata da colline. Culla del Rinascimento, tra il Quattrocento e il Cinquecento ebbe il massimo sviluppo e fu un importante centro culturale, artistico e finanziario. Al periodo compreso tra il Duecento e il Cinquecento risalgono i principali monumenti: il Duomo con la cupola del Brunelleschi, il Campanile di Giotto, il Battistero, Palazzo Vecchio e la Loggia della Signoria, Palazzo Pitti. Le sue collezioni d’arte, specie quella della Galleria degli Uffizi, sono tra le più importanti del mondo. Firenze è sede dell’Università d’Europa.

Lucca ha un centro storico medioevale racchiuso da mura ben conservate. L’economia della provincia è legata al turismo e all’agricoltura.

Pistoia sorge ai piedi dell’Appennino, a nord-ovest di Firenze. In provincia è diffusa la floricoltura.

Pisa, nel Medioevo, fu Repubblica marinara, oggi si trova a 10 km dal mare a causa del progressivo avanzamento della costa per l’accumulo dei detriti trasportati dal fiume Arno. Medioevale è anche il complesso monumentale di Piazza dei Miracoli, che comprende il Duomo, il Battistero, il Camposanto e la Torre pendente.

Massa e Carrara sono cresciute a tal punto da congiungersi. La provincia si estende ai piedi delle Alpi Apuane ed è nota per il marmo e le industrie legate alla sua lavorazione.

Grosseto sorge nella Maremma, zona un tempo paludosa resa fertile dalle bonifiche fatte tra Ottcento e Novecento. Ha avuto un buon sviluppo industriale e commerciale. Molto frequentata la fascia costiera.

Siena si sviluppa su tre colli, al centro di una zona agricola. Tra il XII  e il XIII secolo ebbe un grande sviluppo economico grazie alla sua importanza come sede di banche e commerci. Nella Piazza del Campo si svolge il Palio.

Livorno, sviluppatasi come porto con Cosimo I de’ Medici, è sede di cantieri navali, raffinerie, industrie chimiche e meccaniche. La sua provincia include l’isola d’Elba. E’ sede dell’Accademia navale militare, fondata nel 1881.

Prato è capoluogo di provincia dal 1992 ed è famosa per l’industria tessile.

Arezzo, città natale di Francesco Petrarca, è un importante centro culturale. La città è nota per l’artigianato orafo.

Confini: a ovest Mar Tirreno e Liguria, a nord Emilia Romagna e Marche, a est Marche e Umbria, a sud Lazio e Mar Tirreno

Superficie: 22 993 km²

Popolazione: 3 638 211 abitanti

Densità: 158 abitanti per km²

Capoluogo: Firenze

Province: Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena

Risultati immagini per cartina toscana
Toscana

 

Programma geografia quinta elementare

Se vuoi ascolta l’articolo 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi