Le colline italiane

 

Le colline sono rilievi al di sotto dei 600 metri, ricoprono gran parte del territorio italiano. A causa dell’altitudine modesta, il clima è generalmente mite.

Le colline presentano caratteristiche differenti, che dipendono dalla loro origine.

  • Origine morenica: le colline tra le Prealpi e la Pianura Padana devono la loro origine alle morene, detriti accumulati a valle da antichi ghiacciai. Ne sono un esempio quelle del Canavese in Piemonte, della Brianza in Lombardia e del Garda in Lombardia e nel Veneto.
  • Origine strutturale: l’azione delle piogge e del vento in milioni di anni ha trasformato delle montagne in colline arrotondando anche le loro cime. Ne sono un esempio le colline dell’Umbria, i colli del Chianti, vi sono colline strutturali anche in Sardegna e in Sicilia.
  • Origine vulcanica: sono colline che si sono venute a formare da antichi vulcani spenti. Ne sono un esempio i colli Euganei, le colline Metallifere, i colli Albani.
  • Origine sedimentaria: derivano da antichi fondali marini emersi a causa dei movimenti della crosta terrestre, infatti su questi rilievi ancora oggi è possibile trovare fossili marini. Ne sono un esempio il Monferrato e le Langhe in Piemonte.

Flora e fauna

In collina crescono castagni, faggi, querce, cipressi e betulle. La vegetazione spontanea è rara e le coltivazioni dipendono molto dall’esposizione al suolo, dal tipo di suolo e dalla disponibilità d’acqua.

Nei boschi vivono lepri, scoiattoli, cinghiali e fagiani e la volpe.

Risorse e attività sulle colline

Gli insediamenti e le attività dell’uomo sono diversi a seconda dei gruppi collinari.

Nelle Prealpi, le zone di fondovalle sono le più abitate. In queste aree sono sorte vere e proprie città, come Como, Vicenza, Gorizia. 

Il clima è generalmente mite, quindi l’agricoltura è molto sviluppata. Sulle colline del nord si coltivano soprattutto viti e alberi da frutto. Sulle colline del centro sono molto diffuse le coltivazioni di viti e ulivi. Al sud il terreno è argilloso, per questo si coltiva soprattutto grano.

Le colline del nord e del centro offrono molti pascoli per l’allevamento dei bovini, mentre quelle del sud, più aride, sono adatte agli ovini e caprini.

Il turismo rappresenta una risorsa molto importante: sia quello culturale, per la presenza di centri ricchi di storia, sia l’agriturismo che offre ospitalità, servizi di ristorazioni con prodotti tipici del posto e danno l’opportunità di stare a contatto con la natura.

 

Programma geografia quarta elementare

Scarica il file se vuoi ascoltare l’articolo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi