Libia

 

La Libia confina a est con l’Egitto, a sud-est con il Sudan, a sud con il Ciad e il Niger, a ovest con l’Algeria, infine si affaccia a nord sul mar Mediterraneo.

La libia è occupata per il 95% dal deserto libico. I monti principali sono il Gebel Nefusa che si trova nella regione della Tripoitania poi il Gebel al-Akhdar che si trova nella regione Cirenaica; la terza regione libica è il Fezzan.

La popolazione non è numerosissima per quanto è grande il territorio, ciò ha permesso alla popolazione di mantenere un livello di reddito e qualità di vita elevato. Vi è una grande percentuale di immigrati che arrivano in questo Paese perchè sono attratti dall’industria petrolifera che offre molti posti di lavoro, inoltre molti immigrati attraversano la Libia per giungere l’Europa, in particolare l’Italia.

La lingua ufficiale è l’arabo e la religione più professata è l’islam.

La capitale è Tripoli

L’economia della Libia si basa sul petrolio e ciò che viene prodotto da esso che per la maggior parte viene esportato, quindi grazie al petrolio la Libia non ha debiti con l’estero e la popolazione ha il reddito pro capite tra i più alti dell’Africa.

L’agricoltura a causa del clima e della siccità produce ben poco, soprattutto oro, frumento, datteri, pomodori e arachidi.

Lo sviluppo del turismo di è bloccato a causa della dittatura di Gheddafi che è durata molti anni, infatti nel 2011 a seguito di un movimento rivoluzionario sostenuto dalla NATO e quindi in seguito a duri scontri le forze del dittatore sono state sconfitte. Nel 2012 ci sono state le prime elezioni democratiche.

 

Programma geografia terza media