*** In questi giorni potrebbe capitare che riscontriate qualche disservizio, stiamo aggiornando il sito. Ma torneremo più forti di prima ***

Rapporto tra grandezze omogenee e non omogenee

 

RAPPORTO TRA DUE GRANDEZZE OMOGENEE

Il rapporto tra due grandezze omogenee (con la seconda diversa da zero) è il quoziente fra le loro misure espresse con la stessa unità di misura.

45 l : 90 l = 0,5

Il rapporto tra due grandezze omogenee è un numero puro cioè senza unità di misura.

Se il rapporto è un NUMERO RAZIONALE le grandezze si dicono commensurabili.

Se il rapporto è un NUMERO IRRAZIONALE le grandezze si dicono incommensurabili.

RAPPORTO FRA GRANDEZZE NON OMOGENEE

Il rapporto tra due grandezze non omogenee è il quoziente tra le loro misure e costituisce una nuova grandezza (grandezza derivata) espressa in una nuova unità di misura.

 
 

PROBLEMA 1

Un maratoneta percorre 38 Km in due ore, calcola il rapporto tra lo spazio percorso e il tempo impiegato a percorrerlo.

Il rapporto tra due grandezze NON OMOGENEE, spazio percorso (Km) e tempo impiegato (ore) è:

38 Km : 2 h = \frac{38 Km}{ 2 h} = 19 Km/h

Abbiamo ottenuto una nuova grandezza , la velocità media Vm = \frac{spazio}{ tempo} , cioè i (Km all’ora).

PROBLEMA 2

Un fermacarte di argento ha un volume di 40 cm³ e pesa 420 g, calcolare il rapporto fra il peso del fermacarte e il suo volume.

420 g : 40 cm³ = 420 g /40 cm³ = 10,5 g / cm³

Abbiamo ottenuto una nuova grandezza : il peso specifico ps= \frac{peso}{ volume} espresso in una nuova unità di misura g /cm³ (grammi su centimetro cubo).

Vedi gli esercizi

 

Programma matematica seconda media