La Valle d’Aosta

 

Il territorio e il clima

La Valle d’Aosta è la più piccola fra le regioni italiane ed è completamente montuosa, con cime che superano i 4000 metri di altitudine; tra queste spicca la vetta più alta d’Europa, il Monte Bianco (4807 m) inoltre ricordiamo il Monte Rosa e Cervino.

La regione è ricca di corsi d’acqua, che scendono dai grandi ghiacciai alpini e formano cascate e laghi artificiali. Il fiume principale è la Dora Baltea, un affluente del Po, che nasce ai piedi del Monte Bianco.

Il clima è alpino, con inverni molto freddi e abbondanti nevicate, ed estati fresche con frequenti piogge.

Il territorio è solcato da numerosi valli, che confluiscono in un’ampia vallata centrale dove sorge la città di Aosta.

Le province della Valle d’Aosta

Aosta, il capoluogo dell’unica provincia della regione, si trova alla confluenza del torrente Buthier con la Dora Baltea, nel punto in cui la valle è più ampia. E’ contornata da un magnifico scenario alpino e la pianta quadrata della città ci svela le sue origini: un accampamento romano divenuto poi un vero centro urbano.

Numerosi sono i monumenti e le testimonianze del passato, come le antiche mura, l’Arco di Augusto e la Porta Pretoria.

   
 

Come si vive

La Valle d’Aosta è una delle cinque regioni a statuto speciale.

La popolazione, che presenta la densità più bassa d’Italia, risiede in gran parte nei fondivalle soleggiati e nel capoluogo, Aosta. La regione per lungo tempo è stata governata da regnanti francesi: per questo, oltre all’italiano, si continua  a parlare il francese.

Il territorio e il clima non favoriscono l’agricoltura, praticata solo nei fondivalle e sui pendii più esposti al sole; diffuse sono le coltivazioni di frutta, cereali e viti.

Nei pascoli in quota si pratica l’allevamento bovino, da cui si ricavano famosi formaggi come la fontina.

L’abbondanza di acqua ha favorito lo sviluppo dell’industria idroelettrica, che riesce a fornire energia anche ad altre regioni.

Ben consolidate sono le attività artigianali legate alla lavorazione del legno.

Il turismo sia estivo che invernale, rappresenta la principale fonte di ricchezza. Il suo sviluppo è stato favorito dalla presenza di due importanti vie di comunicazione: il traforo del Monte Bianco, che congiunge la regione alla Francia, e il traforo del Gran San Bernardo, che la congiunge alla Svizzera.

Regione a statuto speciale

Confini: a ovest Francia, a nord Francia e Svizzera, a est Piemonte, a sud Piemonte

Superficie: 3 263 km²

Popolazione: 124 812 abitanti

Densità : 38 abitanti per km²

Capoluogo: Aosta

Province: Aosta

 

Programma geografia quinta elementare

Se vuoi ascolta l’articolo 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi