Le due zone temperate si trovano oltre il 30° parallelo nord e il 30° parallelo sud fino quasi ai circoli polari.

I climi di queste zone si possono distinguere in:

  • clima continentale con estati calde ed inverni freddi e lungi ed è tipico dei luoghi lontani dalle coste;
  • clima mediterraneo, con estati calde ed inverni miti e piovosi tipico delle zone costiere alle latitudini più basse;
  • clima oceanico con inverni miti ed estati fresche e piovose e riguarda le zone a latitudini maggiori dove gli oceani mitigano la temperatura.

In tutta la zona temperata sono presenti tutte e quattro le stagioni, hanno precipitazioni abbondanti e temperature miti senza particolari escursioni termiche tra le varie stagioni.

Grazie alle precipitazioni queste zone sono ricche di corsi d’acqua e quindi molto adatte all’insediamento umano e all’agricoltura.

Per quanto riguarda l’ambiente più a nord dove il clima è oceanico è caratterizzato da foreste di latifoglie  (querce, betulle, castagni, olmi, noccioli ecc.), oltre alle latifoglie si possono trovare, anche se in piccola quantità, le conifere.

Se ci muoviamo verso latitudini più elevate troviamo la taiga cioè una distesa boschiva molto estesa e si trova nelle zone di passaggio tra zone temperate e zone fredde.

 
 

Nella parte più interna delle zone temperate dove il clima è continentale troviamo le praterie formate da alte erbe e sono molto adatte al pascolo soprattutto dei bovini. Le praterie nei diversi continenti assumono un nome diverso, infatti in Argentina si chiama pampa, in Venezuela llanos, negli Stati Uniti prateria, in Ucraina terre nere.

Nelle zone di transizione tra fascia temperata e fredda si estende anche la steppa  che non è altro che una prateria ma con erbe più basse poichè vi sono meno precipitazioni.

Nelle zone meridionali più vicino al mare troviamo la macchia mediterranea dove si coltivano il mirto, il rosmarino, il ginepro, alberi da frutta, l’olivo, la vite, agrumi ecc.

Visto che nella zona temperata vi è molta varietà di ambienti anche per quanto riguarda la fauna ci sono delle differenze, infatti nelle foreste europee troviamo lupi, volpi, lo scoiattolo rosso ecc, in America settentrionale l’orso grizzly, il bufalo, l’alce, il cervo ecc.,in Australia vivono canguri e Koala, più a sud troviamo soprattutto animali di piccola taglia come lepri, rettili, uccelli ecc. Nelle zone temperate della Cina vive il panda gigante che è in grave pericolo d’estinzione.

Soprattutto nella taiga troviamo anche animali in via d’estinzione come la tigre siberiana e il leopardo dell’Amur.

 

Programma geografia terza media