Tag Archives: esercizi grammatica prima media

Esercizi sugli aggettivi primitivi, alterati, derivati e composti

Esercizi sugli aggettivi primitivi, alterati, derivati e composti

Esercizio n° 1

Individua nelle frasi l’aggettivo derivato e il nome da cui deriva, colorando il primo di rosso e il secondo di blu.

  1. Maria è una ragazza molto sportiva: pratica il tennis, il nuoto e tutti gli sport invernali.
  2. L’allegria e la confusione fra di noi non mancano mai, insieme siamo proprio un’allegra brigata.
  3. A fine anno scolastico a scuola si svolge sempre il saggio annuale di danza e di canto.
  4. La polizia stradale ha attuato un blocco sulla strada provinciale vicino al distributore di benzina.
  5. La regione è dominata dalla catena montuosa del Monte Bianco.
  6. Gli dei greci erano considerati immortali perchè non erano toccati dalla morte.
  7. La mia nuova casa è molto arieggiata: la disposizione delle camere consente un passaggio di aria corrente.
  8. Uno storico importante verrà a tenere una lezione sulla storia più antica della nostra città.

Esercizio n° 2

Collega ogni aggettivo con il nome da cui deriva

casuale, perlaceo, mensile, peloso, rosaceo, pianeggiante, insaccato, sfortunato

fortuna, piano, sacco, rosa, perla, caso, mese, pelo

Esercizio n° 3

Sottolinea solo gli aggettivi alterati (14) presenti nelle frasi seguenti.

  1. Ti sei comprato una giacca proprio bellina.
  2. Mio fratello è piuttosto magrolino e per questo svolge un’attività sportiva che lo irrobustisce.
  3. Marco non è in buona salute: spesso ha un colorito giallognolo.
  4. Quel bambino è un bricconcello e ne combina di tutti i colori.
  5. Luisa ha un volto paffutello e carino: sembra una bambola.
  6. Ho visto un poverello che chiedeva l’elemosina all’angolo della strada.
  7. Quando dici queste cose sei proprio uno stupidotto.
  8. Mio zio è un uomo grassoccio, cordiale e simpaticone.
  9. Direi che il tuo vestito è piuttosto pesantuccio per il caldo che fa.
  10. Ehi piccoletto, vieni un po’ qui!
  11. Non fare il furbetto e dimmi dove sei stato.
  12. Quel ragazzo è proprio ingenuo e sempliciotto: crede a tutto quello che gli dicono.

Esercizio n° 4

Sostituisci nelle seguenti espressioni la parte evidenziata di rosso con un aggettivo derivato.

  1. una colonna di marmo=
  2. una giornata di sole=
  3. un luogo senza popolazione=
  4. le coste del mare=
  5. un giornale che esce ogni settimana =
  6. un’aiuola con i fiori=
  7. una nebbia color latte =
  8. una nota fuori tono=
  9. un volto senza barba=
  10. una persona che agisce con ordine=

Esercizio n° 5

Scrivi un aggettivo derivato da ognuna delle parole elencate.

oro – corpo – scuola – ferro – uomo – sole – legno – energia – erba – madre – monte – servo – padre – poesia – flettere – verificare – eleggere – leggere – gradire – desiderare – percorrerre – mutare – durare – punire – lavare – piovere

Esercizio n° 6

Raggruppa gli aggettivi elencati, secondo il tipo di alterazione.

bruttini – belloccio – grandicello – piccoletto – pallidino – bianchino – amarognolo – avaraccio – biondino – brunetto – bugiardone – deboluccio – freddino – furbone – golosaccio – dolciastro – pigrone – poveretto – sempliciotto – sudicione

Diminutivi:

Vezzeggiativi:

Accrescitivi:

Peggiorativi:

Esercizio n° 7

Sottolinea nelle frasi seguenti gli aggettivi composti, poi separa con una barra le due parti che li compongono.

  1. Per la mia vettura ho comprato delle nuove foderine variopinte.
  2. Questa mattina il mare aveva un colore grigioverde.
  3. Mio nonno, che è ormai molto anziano, ha numerosi disturbi cardiocircolatori.
  4. La mostarda ha un particolare sapore agrodolce.
  5. Molte industrie chimicofarmaceutiche  producono non solo medicinali, ma anche cosmetici.
  6. E’ molto atteso l’incontro tra bianconeri e rossoneri.
  7. La musica afrocubana è molto rimata e vivace.
  8. La letteratura angloamericana ha importantissimi autori.

Esercizio n° 8

Individua e sottolinea l’intruso presente in ogni serie di aggettivi derivati, cioè l’aggettivo che non può essere assolutamente derivato dal primo indicato.

  1. Da amore = amoroso, amorevole, amorale, innamorato
  2. Da dolore = doloroso, addolorato, indolore, doloso
  3. Da temere= temuto, temibile, tematico, temente
  4. Da morte= mortaio, immortale, mortale, mortifero
  5. Da sostituire= sostenuto, sostituente, sostituto, sostituibile
  6. Da colmo= incolmabile, colonico, ricolmo, colmato

Esercizio n° 9

Sostituisci in ogni espressione le parole in cvorsivo con un solo aggettivo derivato che abbia significato corrispondente.

  1. la religione di Cristo
  2. un abitante della Terra
  3. un lavoro fatto a mano
  4. un profumo non gradevole
  5. un comportamento contrario alla morale
  6. un caffè senza caffeina
  7. un luogo privo di abitanti
  8. un avvenimento che si compie nello stesso tempo di un altro
  9. una opinione che concorda con un’altra
  10. uno stile che ricorda quello di Dante
  11. idee di un pazzo
  12. un ritmo che si può ballare

Esercizio n° 10

Sostituisci in ogni frase le espressioni in corsivo con un aggettivo alterato di significato corrispondente.

  1. un lenzuolo un po’ umido
  2. una camicia azzurro chiaro
  3. un’arancia piuttosto aspra
  4. un sapore tendente al dolce
  5. un carattere un po’ rigido
  6. un giovane molto semplice
  7. una donna piuttosto bella
  8. un uomo piuttosto nervoso
  9. una ragazzina dal carattere un po’ pazzo

Esercizio n° 11

Colora di rosso gli aggettivi primitivi (3), di blu i derivati (8) e di verde gli alterati (2).

  1. Marta è una persona molto romantica.
  2. Siamo tutti impolverati perchè abbiamo corso su una strada sterrata.
  3. Duccio è proprio un golosaccio.
  4. Maria è una ragazzina saputella.
  5. Gradite una bibita fresca o ghiacciata?
  6. Il muro della vecchia casa era tutto scrostato.
  7. Il paesaggio lunare è veramente affascinante.
  8. Ho appena letto un lungo romanzo poliziesco.

Esercizio n° 12

Sostituisci le parole racchiuse tra parentesi con l’aggettivo derivato adatto.

  1. Un dono (di Natale)
  2. Una medaglia (che splende)
  3. Un’atmosfera (che ricorda le fiabe)
  4. Un libro (che sta in tasca)
  5. Un comportamento (da amico)
  6. Una persona (dall’aspetto di un giovane)
  7. Un compito (che è un pasticcio)
  8. Un componimento (di poesia)
  9. Un tessuto (che si può lavare)

Svolgimento

Esercizio n° 1

Individua nelle frasi l’aggettivo derivato e il nome da cui deriva, colorando il primo di rosso e il secondo di blu.

  1. Maria è una ragazza molto sportiva: pratica il tennis, il nuoto e tutti gli sport invernali.
  2. L’allegria e la confusione fra di noi non mancano mai, insieme siamo proprio un’allegra brigata.
  3. A fine anno scolastico a scuola si svolge sempre il saggio annuale di danza e di canto.
  4. La polizia stradale ha attuato un blocco sulla strada provinciale vicino al distributore di benzina.
  5. La regione è dominata dalla catena montuosa del Monte Bianco.
  6. Gli dei greci erano considerati immortali perchè non erano toccati dalla morte.
  7. La mia nuova casa è molto arieggiata: la disposizione delle camere consente un passaggio di aria corrente.
  8. Uno storico importante verrà a tenere una lezione sulla storia più antica della nostra città.

Esercizio n° 2

Collega ogni aggettivo con il nome da cui deriva

casuale, perlaceo, mensile, peloso, rosaceo, pianeggiante, insaccato, sfortunato

fortuna, piano, sacco, rosa, perla, caso, mese, pelo

casuale=caso         perlaceo=perla       mensile=mese         peloso=pelo         rosaceo=rosa        pianeggiante=piano                   insaccato=sacco                sfortunato=fortuna

Esercizio n° 3

Sottolinea solo gli aggettivi alterati (14) presenti nelle frasi seguenti.

  1. Ti sei comprato una giacca proprio bellina.
  2. Mio fratello è piuttosto magrolino e per questo svolge un’attività sportiva che lo irrobustisce.
  3. Marco non è in buona salute: spesso ha un colorito giallognolo.
  4. Quel bambino è un bricconcello e ne combina di tutti i colori.
  5. Luisa ha un volto paffutello e carino: sembra una bambola.
  6. Ho visto un poverello che chiedeva l’elemosina all’angolo della strada.
  7. Quando dici queste cose sei proprio uno stupidotto.
  8. Mio zio è un uomo grassoccio, cordiale e simpaticone.
  9. Direi che il tuo vestito è piuttosto pesantuccio per il caldo che fa.
  10. Ehi piccoletto, vieni un po’ qui!
  11. Non fare il furbetto e dimmi dove sei stato.
  12. Quel ragazzo è proprio ingenuo e sempliciotto: crede a tutto quello che gli dicono.

Esercizio n° 4

Sostituisci nelle seguenti espressioni la parte evidenziata di rosso con un aggettivo derivato.

  1. una colonna di marmo=  marmoreo
  2. una giornata di sole= soleggiata
  3. un luogo senza popolazione= disabitato
  4. le coste del mare= marine
  5. un giornale che esce ogni settimana = settimanale
  6. un’aiuola con i fiori= fiorita
  7. una nebbia color latte =lattea
  8. una nota fuori tono= stonata
  9. un volto senza barba= sbarbato
  10. una persona che agisce con ordine= ordinata

Esercizio n° 5

Scrivi un aggettivo derivato da ognuna delle parole elencate.

oro\dorato – corpo\corporale – scuola\scolastico – ferro\ferroso – uomo\umano – sole\soleggiato – legno\legnoso – energia\energetico – erba\erboso – madre\materno – monte\montuoso – servo\servizievole – padre\paterno – poesia\poetico – flettere\flessuoso – verificare \ verificato– eleggere\eletto – leggere\letto – gradire\gradito – desiderare\desiderato – percorrerre\percorso – mutare\mutato – durare\durato – punire\punito – lavare\lavato – piovere\piovuto

Esercizio n° 6

Raggruppa gli aggettivi elencati, secondo il tipo di alterazione.

bruttini – belloccio – grandicello – piccoletto – pallidino – bianchino – amarognolo – avaraccio – biondino – brunetto – bugiardone – deboluccio – freddino – furbone – golosaccio – dolciastro – pigrone – poveretto – sempliciotto – sudicione

Diminutivi:bruttino, grandicello, pallidino, bianchino, biondino, freddino,

Vezzeggiativi:piccoletto, brunetto, deboluccio,poveretto, sempliciotto 

Accrescitivi: bugiardone, furbone, pigrone, sudicione

Peggiorativi: belloccio, amarognolo,avaraccio, golosaccio, dolciastro,

Esercizio n° 7

Sottolinea nelle frasi seguenti gli aggettivi composti, poi separa con una barra le due parti che li compongono.

  1. Per la mia vettura ho comprato delle nuove foderine vario\pinte.
  2. Questa mattina il mare aveva un colore grigio\verde.
  3. Mio nonno, che è ormai molto anziano, ha numerosi disturbi cardio\circolatori.
  4. La mostarda ha un particolare sapore agro\dolce.
  5. Molte industrie chimico\farmaceutiche  producono non solo medicinali, ma anche cosmetici.
  6. E’ molto atteso l’incontro tra bianco\neri e rosso\neri.
  7. La musica afro\cubana è molto rimata e vivace.
  8. La letteratura anglo\americana ha importantissimi autori.

Esercizio n° 8

Individua e sottolinea l’intruso presente in ogni serie di aggettivi derivati, cioè l’aggettivo che non può essere assolutamente derivato dal primo indicato.

  1. Da amore = amoroso, amorevole, amorale, innamorato
  2. Da dolore = doloroso, addolorato, indolore, doloso
  3. Da temere= temuto, temibile, tematico, temente
  4. Da morte= mortaio, immortale, mortale, mortifero
  5. Da sostituire= sostenuto, sostituente, sostituto, sostituibile
  6. Da colmo= incolmabile, colonico, ricolmo, colmato

Esercizio n° 9

Sostituisci in ogni espressione le parole in corsivo con un solo aggettivo derivato che abbia significato corrispondente.

  1. la religione di Cristo→ cristiana
  2. un abitante della Terra→ terrestre
  3. un lavoro fatto a mano→manuale
  4. un profumo non gradevole→ sgradevole
  5. un comportamento contrario alla morale→amorale
  6. un caffè senza caffeina→decaffeinato
  7. un luogo privo di abitanti→disabitato
  8. un avvenimento che si compie nello stesso tempo di un altro→contemporaneo
  9. una opinione che concorda con un’altra→concordante
  10. uno stile che ricorda quello di Dante→dantesco
  11. idee di un pazzo→pazzesche
  12. un ritmo che si può ballare→ danzabile

Esercizio n° 10

Sostituisci in ogni frase le espressioni in corsivo con un aggettivo alterato di significato corrispondente.

  1. un lenzuolo un po’ umido→umidino
  2. una camicia azzurro chiaro→azzurrino
  3. un’arancia piuttosto aspra→ asprognola
  4. un sapore tendente al dolce→dolciastro
  5. un carattere un po’ rigido→ rigidino
  6. un giovane molto semplice→ sempliciotto
  7. una donna piuttosto bella→ bellona
  8. un uomo piuttosto nervoso→ nervosetto
  9. una ragazzina dal carattere un po’ pazzo→pazzerella

Esercizio n° 11

Colora di rosso gli aggettivi primitivi (3), di blu i derivati (8) e di verde gli alterati (2).

  1. Marta è una persona molto romantica.
  2. Siamo tutti impolverati perchè abbiamo corso su una strada sterrata.
  3. Duccio è proprio un golosaccio.
  4. Maria è una ragazzina saputella.
  5. Gradite una bibita fresca o ghiacciata?
  6. Il muro della vecchia casa era tutto scrostato.
  7. Il paesaggio lunare è veramente affascinante.
  8. Ho appena letto un lungo romanzo poliziesco.

Esercizio n° 12

Sostituisci le parole racchiuse tra parentesi con l’aggettivo derivato adatto.

  1. Un dono natalizio (di Natale)
  2. Una medaglia splendente(che splende)
  3. Un’atmosfera fiabesca(che ricorda le fiabe)
  4. Un libro tascabile(che sta in tasca)
  5. Un comportamento amichevole(da amico)
  6. Una persona giovanile(dall’aspetto di un giovane)
  7. Un compito pasticciato(che è un pasticcio)
  8. Un componimento poetico(di poesia)
  9. Un tessuto lavabile(che si può lavare)

Esercizi sull’aggettivo

Esercizi sull’aggettivo

Esercizio n° 1

Sottolinea tutti gli aggettivi di queste frasi. L’esercizio è avviato.

  1. Ho dei compagni veramente simpatici.
  2. Quale onore averti tra noi?
  3. Che cosa vuoi?
  4. Ha preso la sua roba e se n’è andato.
  5. Quella ragazza laggiù è nostra cugina.
  6. Luigi XIV era chiamato il Re Sole.
  7. Ero in ritardo di tre minuti e Luigi non mi ha aspettato.
  8. Per me, è stata una lezione incomprensibile.
  9. Al cinema c’era solo qualche spettatore annoiato.
  10. Sarò il quinto studente a essere interrogato.

Esercizio n° 2

Sottolinea tutti gli aggettivi di questo brano. L’esercizio è avviato.

Come d’abitudine, la signora Clara portò il suo bambino di cinque anni al giardino pubblico, in riva al fiume. Erano le tre del pomeriggio di una certa stagione nè bella nè brutta, con un sole che c’era e non c’era e un vento che soffiava di tanto in tanto portato dal fiume.

E neppure il bambino era un bel bambino, anzi si poteva dire misero, magrolino, stento, scialbo e pallidissimo. Anzi si poteva dire verde, tanto che i suoi compagni di gioco per canzonarlo lo chiamavano Lattuga. Ma di solito i bambini pallidi hanno per compenso due occhi grandi e neri che spiccano sulla faccia esangue e le danno un’espressione patetica. Il piccolo Dolfi invece no, aveva due occhi piccoli e insignificanti che guardavano di quà e di là senza alcuna caratteristica personale.

Esercizio n° 3

Associa ogni frase col giusto colore. L’esercizio è avviato.

  1. La chioma di un ottantenne è → bianca
  2. Si dice che uno squattrinato è al →
  3. Chi è colto in fallo diventa →
  4. La maglia della nostra squadra nazionale è→
  5. Il colore del mare quando è calmo è  →
  6. Il segno sulla pelle di una persona percossa è →
  7. Una barba sale e pepe è →
  8. La buccia dell’arancia è →
  9. L’umore di chi è arrabbiato è →
  10. Un romanzo poliziesco è →

Esercizio n° 4

Sottolinea tutti gli aggettivi di questo brano. L’esercizio è avviato.

Il futuro tecnologico come vorremmo che fosse: facile, rassicurante, coinvolgente. E non troppo

lontano.

A guardare quello su cui stanno lavorandi i tecno-dersigner potrebbe divenire realtà in meno di cinque anni. Qualche assaggio? Immaginate di arrivare a casa stanchi dopo una giornata di lavoro. Invece di pigiare il solito interruttore sfiorate un cono luminoso che ad ogni sfioramento cambia il colore della luce immessa, in modo che possiate scegliere quella più adatta al vostro stato d’animo del momento, quasi fosse un telecomando espressivo delle emozioni: malinconici? Immergetevi nel blu; soddisfatti per una giornata fruttosa? Concedetevi una pausa di relax nel verde; innamorati persi? Provate con il rosso. E cosi via.

Esercizio n° 5

Scopri, tra queste parole qual è l’aggettivo colorandolo di rosso.

  1. bellezza; bello; abbellire
  2. simpatia; simpatico; simpatizzare
  3. calore; caldo; scaldare
  4. arrotondare; rotondità; rotondo
  5. gradire; gradimento; gradito
  6. pratico, praticità, praticare

Esercizio n° 6

Scopri gli aggettivi in queste brevi frasi e colorale di rosso.

  1. Portami il tuo libro di grammatica.
  2. Questa mattina l’ho dimenticato.
  3. Mostrami qualche quaderno.
  4. Che disordine!
  5. Ho soltanto venti fogli.
  6. Questo gustoso gelato mi piace.
  7. Quella disgustosa medicina ha effetti prodigiosi.
  8. Carlo è un mio amico.
  9. Patrizia e Lisa sono due mie care amiche.

Esercizio n° 7

Individua e sottolinea tutti gli aggettivi presenti in questi titoli di film.

  1. Il fantastico mondo di Aladino.
  2. La vita è bella.
  3. L’aereo più pazzo del mondo.
  4. L’angolo rosso.
  5. L’ultimo imperatore.
  6. Mia moglie è una strega.

Esercizio n° 8

Sottolinea gli aggettivi nella poesi L’aquilone di Pascoli e indica la categoria.

Si respira una dolce area che scioglie →

le dure zolle, e visita le chiese  →

di campagna, che erbose hanno le soglie:  →

un’area d’altro luogo e d’altro mese  →

e d’altra vita: un’area celestina  →

che regga molte bianche ali sospese…  →

Svolgimento

Esercizio n° 1

Sottolinea tutti gli aggettivi di queste frasi. L’esercizio è avviato.

  1. Ho dei compagni veramente simpatici.
  2. Quale onore averti tra noi?
  3. Che cosa vuoi?
  4. Ha preso la sua roba e se n’è andato.
  5. Quella ragazza laggiù è nostra cugina.
  6. Luigi XIV era chiamato il Re Sole.
  7. Ero in ritardo di tre minuti e Luigi non mi ha aspettato.
  8. Per me, è stata una lezione incomprensibile.
  9. Al cinema c’era solo qualche spettatore annoiato.
  10. Sarò il quinto studente a essere interrogato.

Esercizio n° 2

Sottolinea tutti gli aggettivi di questo brano. L’esercizio è avviato.

Come d’abitudine, la signora Clara portò il suo bambino di cinque anni al giardino pubblico, in riva al fiume. Erano le tre del pomeriggio di una certa stagione nè bellabrutta, con un sole che c’era e non c’era e un vento che soffiava di tanto in tanto portato dal fiume.

E neppure il bambino era un bel bambino, anzi si poteva dire misero, magrolino, stento, scialbo e pallidissimo. Anzi si poteva dire verde, tanto che i suoi compagni di gioco per canzonarlo lo chiamavano Lattuga. Ma di solito i bambini pallidi hanno per compenso due occhi grandi e neri che spiccano sulla faccia esangue e le danno un’espressione patetica. Il piccolo Dolfi invece no, aveva due occhi piccoli e insignificanti che guardavano di quà e di là senza alcuna caratteristica personale.

Esercizio n° 3

Associa ogni frase col giusto colore. L’esercizio è avviato.

  1. La chioma di un ottantenne è → bianca
  2. Si dice che uno squattrinato è al → verde
  3. Chi è colto in fallo diventa → rosso
  4. La maglia della nostra squadra nazionale è→ blu
  5. Il colore del mare quando è calmo è  → celeste
  6. Il segno sulla pelle di una persona percossa è → viola
  7. Una barba sale e pepe è → grigia
  8. La buccia dell’arancia è → arancione
  9. L’umore di chi è arrabbiato è → nero
  10. Un romanzo poliziesco è → giallo

Esercizio n° 4

Sottolinea tutti gli aggettivi di questo brano. L’esercizio è avviato.

Il futuro tecnologico come vorremmo che fosse: facile, rassicurante, coinvolgente. E non troppo

lontano.

A guardare quello su cui stanno lavorando i tecno-designer potrebbe divenire realtà in meno di cinque anni. Qualche assaggio? Immaginate di arrivare a casa stanchi dopo una giornata di lavoro. Invece di pigiare il solito interruttore sfiorate un cono luminoso che ad ogni sfioramento cambia il colore della luce immessa, in modo che possiate scegliere quella più adatta al vostro stato d’animo del momento, quasi fosse un telecomando espressivo delle emozioni: malinconici? Immergetevi nel blu; soddisfatti per una giornata fruttosa? Concedetevi una pausa di relax nel verde; innamorati persi? Provate con il rosso. E cosi via.

Esercizio n° 5

Scopri, tra queste parole qual è l’aggettivo colorandolo di rosso.

  1. bellezza; bello; abbellire
  2. simpatia; simpatico; simpatizzare
  3. calore; caldo; scaldare
  4. arrotondare; rotondità; rotondo
  5. gradire; gradimento; gradito
  6. pratico, praticità, praticare

Esercizio n° 6

Scopri gli aggettivi in queste brevi frasi e colorale di rosso.

  1. Portami il tuo libro di grammatica.
  2. Questa mattina l’ho dimenticato.
  3. Mostrami qualche quaderno.
  4. Che disordine!
  5. Ho soltanto venti fogli.
  6. Questo gustoso gelato mi piace.
  7. Quella disgustosa medicina ha effetti prodigiosi.
  8. Carlo è un mio amico.
  9. Patrizia e Lisa sono due mie care amiche.

Esercizio n° 7

Individua e sottolinea tutti gli aggettivi presenti in questi titoli di film.

  1. Il fantastico mondo di Aladino.
  2. La vita è bella.
  3. L’aereo più pazzo del mondo.
  4. L’angolo rosso.
  5. L‘ultimo imperatore.
  6. Mia moglie è una strega.

Esercizio n° 8

Sottolinea gli aggettivi nella poesia L’aquilone di Pascoli e indica la categoria.

Si respira una dolce area che scioglie → qualificativo

le dure zolle, e visita le chiese  → qualificativo

di campagna, che erbose hanno le soglie:  →qualificativo

un’area d’altro luogo e d’altro mese  → determinativi

e d’altra vita: un’area celestina determinativi, qualificativo

che regga molte bianche ali sospese…  → qualificativi

Esercizi sul numero dei nomi

Esercizi sul numero dei nomi

Esercizio n° 1

Volgi al plurale i nomi singolari in -o e in -a e volgi al singolare i nomi plurali. Attenzione alle eccezioni.

nemico →                                                   antenna →

ciclista →                                                    nonno →

pausa →                                                      marmo →

alba →                                                        corolla →

massa →                                                      rive →

astri →                                                         quaderni →

lavagne →                                                   colombi →

anello →                                                      arma →

Esercizio n° 2

Forma il plurale dei nomi seguenti.

bugia →                                                                 baco →

farmacia →                                                           mago →

camicia →                                                             valanga →

frangia →                                                             asparago →

mancia →                                                             bacio →

vaglia →                                                               arancia →

voglia →                                                               scheggia →

portico→                                                             buccia →

città →                                                                 freccia →

verità →                                                              psicologo →

bar  →                                                                  medico →

gas →                                                                    dialogo →

ronzio →                                                              geranio →

assassino →                                                        notaio →

mormorio →

Esercizio n° 3

Volgi al plurale i nomi in -ca e -ga. Presta attenzione alle eccezioni.

lumaca →                                                    auriga →                             monarca →

bocca →                                                      ruga →                                  pesca →

belga →                                                       tonaca →                             piroga →

conca →                                                       biga →                                 stamberga →

formica →                                                  fatica →                                spiga →

amaca →                                                     falco →                                spranga →

Esercizio n° 4

Volgi al plurale i nomi in -co, -go. Presta attenzione alle particolarità.

drago →                                                    mago →                             cantico →

fungo →                                                    traffico →                           pizzico →

asparago →                                              rogo →                               equivoco →

chirurgo →                                               lombrico →                        baco →

carico →                                                    borgo →                              banco →

amico →                                                     fianco →                            lastrico →

naufrago →                                              luogo →                              manico →

medico →                                                 monaco →                           arcipelago →

spago →

Esercizio n° 5  

Volgi le seguenti parole che terminano in -logo al plurale .

vulcanologo →                                                    riepilogo →                                     astrologo →

dialogo →                                                             musicologo →                                decalogo →

dietologo →                                                        entomologo →                               prologo →

geologo →                                                          monologo →                                   archeologo →

catalogo →                                                         teologo →

Esercizio n° 6

Volgi le seguenti parole che terminano in -cia e -gia al plurale .

acacia →                                                    miccia →                             foggia →

goccia →                                                   bertuccia →                         treccia →

buccia →                                                    bugia→

camicia →                                                 erbaccia →                        frangia →

farmacia→                                               guancia →                          lancia →

loggia →                                                   pioggia →                          quercia →

scheggia →                                               torcia →                           valigia→

tenacia→

Esercizio n° 7

Volgi al plurale i seguenti nomi in -io.

stadio →                                                   brontolio →                             secchio→

atrio →                                                      cigolio →                                leggio→

preludio →                                                agio→                                    armistizio →

vocabolario →                                        armadio →                           augurio →

addio →                                                   beneficio →                           bacio→

consiglio→                                              calamaio →                           calpestio →

demonio →                                             gancio →                              migliaio →

lancio →                                                   dio →                                   laccio→

ozio →                                                      principio →                         prodigio →

rumorio →                                              ronzio →                               soffio →

paio →                                                     tugurio →                             tiglio →

vetraio →                                               vetraio →                               tempio→

Esercizio n° 8

Volgi al plurale i seguenti nomi in -e, -ie, -scia.

pulce→                                                   notte →                             consorte→

consonante →                                    amore →                              gente→

asse→                                                  console→                             eroe →

fornace→                                            forbice →                             legge →

camice→                                             barbaria →                         specie→

serie →                                                 moglie →                          superficie →

effige →                                               ascia →                              fascia →

striscia →                                             biscia →                             coscia→

angoscia →                                         ganascia →

Esercizio n° 9

Sottolinea il plurale  corretto tra le due forme proposte.

  1. roccia = rocce\ roccie
  2. botanico = botanichi \botanici
  3. prodigio = prodighi \ prodigi
  4. studio =studii \ studi
  5. portico = portichi \ portici
  6. superficie = superfici\superficii
  7. effigie =effigi\effigie
  8. provincia = provincie\province
  9. camicia = camicie\camice
  10. mancia= manciae\mance

Esercizio n° 10

Riscrivi le frasi volgendo al plurale i nomi colorati. Modifica opportunamente anche gli altri elementi della frase.

  1. Un raggio di sole filtrava attraverso la tenda.
  2. Ho raccolto un asparago selvatico.
  3. Per colazione mi preparerò un uovo in camicia.
  4. La roccia era stata scalfita dal continuo cadere della goccia d’acqua.
  5. Lo sciamano della tribù decise di invocare il dio della pioggia.
  6. Nella mia guida turistica è citato un famoso tempio greco.
  7. In mezzo al campo il bue ruminava immobile.
  8. Ho ritrovato in soffitta un’antica arma appartenuta a un mio avo.
  9. Questa specie vegetale è a rischio di estinzione.
  10. Il maleficio lanciato dalla strega aveva colpito il principe.

Esercizio n° 11

Volgi al plurale i seguenti gruppi nominali (articolo + nome)

il terapeuta →                                         l(o) astronaura →

la pediatra →                                           la cavalla →

il problema →                                         il poeta →

il giurista →                                             il tennista →

il patriarca →                                           il duca →

la conca →                                                il belga →

la spranga →                                            la buca →

la frasca →                                               la burrasca →

l’eremita →                                              il collega →

l’antenna →                                              la formica →

il tema →                                                   la piroga →

il penalista →                                            il bosco →

Svolgimento

Esercizio n° 1

Volgi al plurale i nomi singolari in -o e in -a e volgi al singolare i nomi plurali. Attenzione alle eccezioni.

nemico →  nemici                                                 antenna → antenne

ciclista →    ciclisti                                                nonno → nonni

pausa →  pause                                                    marmo → marmi

alba →    albe                                                       corolla → corolle

massa → masse                                                     rive → riva

astri →   astro                                                      quaderni → quaderno

lavagne →  lavagna                                              colombi → colombo

anello → anelli                                                      arma → armi

Esercizio n° 2

Forma il plurale dei nomi seguenti.

bugia →   bugie                                                      baco → bachi

farmacia → farmacie                                           mago → maghi

camicia →  camicie                                              valanga → valanghe

frangia → frange                                                 asparago → asparagi

mancia → mance                                                bacio → baci

vaglia →  vaglia                                                   arancia → arance

voglia →  voglie                                                   scheggia → schegge

portico→ portici                                                 buccia → bucce

città → città                                                         freccia → frecce

verità → verità                                                    psicologo → psicologi

bar  → bar                                                              medico → medici

gas → gas                                                              dialogo → dialoghi

ronzio →  ronzii                                                  geranio → gerani

assassino →  assassini                                         notaio → notai

mormorio → mormorii

Esercizio n° 3

Volgi al plurale i nomi in -ca e -ga. Presta attenzione alle eccezioni.

lumaca →   lumache                                  auriga → aurighe                            monarca → monarchi

bocca → bocche                                          ruga →  rughe                                pesca → pesche

belga → belgi                                               tonaca → tonache                           piroga → piroghe

conca →  conche                                         biga →  bighe                                   stamberga → stramberghe

formica → formiche                                   fatica →  fatiche                              spiga → spighe

amaca → amache                                        falco →  falchi                             spranga → spranghe

Esercizio n° 4

Volgi al plurale i nomi in -co, -go. Presta attenzione alle particolarità.

drago → draghi                                                   mago →  maghi                           cantico → cantici

fungo →  funghi                                                  traffico → traffici                         pizzico →pizzichi

asparago → asparagi                                           rogo →  roghi                             equivoco → equivoci

chirurgo → chirurghi                                          lombrico → lombrichi                 baco → bachi

carico →  carichi                                                  borgo → borghi                             banco →banchi

amico → amici                                                    fianco → fianchi                            lastrico → lastrici

naufrago → naufragi                                           luogo → luoghi                          manico → manici

medico → medici                                                monaco →monaci                        arcipelago → arcipelaghi

spago →spaghi

Esercizio n° 5  

Volgi le seguenti parole che terminano in -logo al plurale .

vulcanologo → vulcanologi                                  riepilogo → riepiloghi                            astrologo → astrologi

dialogo → dialoghi                                                  musicologo → musicologi                   decalogo → decaloghi

dietologo → dietologi                                              entomologo → entomologi                  prologo →prologhi

geologo →   geologi                                                 monologo →   monologhi                     archeologo → archgeologi

catalogo →  cataloghi                                              teologo → teologi

Esercizio n° 6

Volgi le seguenti parole che terminano in -cia e -gia al plurale .

acacia → acacie                                         miccia →  minacce                           foggia → fogge

goccia → gocce                                          bertuccia →  bertucce                       treccia →trecce

buccia →  bucce                                         bugia→ bugie

camicia →  camicie                                   erbaccia → erbacce                       frangia →frange

farmacia→  farmacie                                 guancia → guance                         lancia →lance

loggia →logge                                             pioggia → piogge                         quercia →querce

scheggia →schegge                                    torcia → torce                                valigia→valigie

tenacia→ tenacie

Esercizio n° 7

Volgi al plurale i seguenti nomi in -io.

stadio → stadi                                                  brontolio → brontolii                       secchio→secchio

atrio →  atri                                                     cigolio → cigolii                                 leggio→ leggii

preludio → preludi                                           agio→ agi                                         armistizio →armistizi

vocabolario → vocabolari                              armadio →armadi                           augurio →auguri

addio →   addii                                                beneficio →benefici                        bacio→baci

consiglio→ consigli                                        calamaio → calamai                      calpestio → calpestii

demonio →   demoni                                      gancio → ganci                              migliaio → migliaia

lancio →  lanci                                                 dio →  dei                                        laccio→ lacci

ozio →   ozi                                                      principio → principi                        prodigio →prodigi

rumorio → rumorii                                          ronzio → ronzii                              soffio →soffi

paio →   paia                                                  tugurio → tuguri                            tiglio → tigli

vetraio → vetrai                                            tempio→tempi

Esercizio n° 8

Volgi al plurale i seguenti nomi in -e, -ie, -scia.

pulce→   pulci                                                notte →  notti                           consorte→consorti

consonante → consonanti                           amore → amori                          gente→ genti

asse→  assi                                                   console→  consoli                           eroe →eroi

fornace→ fornaci                                           forbice → forbici                            legge →leggi

camice→ camici                                            barbaria →barbarie                        specie→specie

serie → serie                                                moglie →  mogli                                superficie →superfici

effige → effigi                                              ascia →  asce                                      fascia → fasce

striscia →  strisce                                         biscia →  bisce                                 coscia→cosce

angoscia → angosce                                        ganascia →gabasce

Esercizio n° 9

Sottolinea il plurale  corretto tra le due forme proposte.

  1. roccia = rocce\ roccie
  2. botanico = botanichi \botanici
  3. prodigio = prodighi \ prodigi
  4. studio =studii \ studi
  5. portico = portichi \ portici
  6. superficie = superfici\superficii
  7. effigie =effigi\effigie
  8. provincia = provincie\province
  9. camicia = camicie\camice
  10. mancia= manciae\mance

Esercizio n° 10

Riscrivi le frasi volgendo al plurale i nomi colorati. Modifica opportunamente anche gli altri elementi della frase.

  1. Un raggio di sole filtrava attraverso la tenda.\ Dei raggi di sole filtravano attraverso le tende.
  2. Ho raccolto un asparago selvatico.\ Ho raccolto degli asparagi selvatici.
  3. Per colazione mi preparerò un uovo in camicia.\ Per colazione mi preparerò delle uova in camicia.
  4. La roccia era stata scalfita dal continuo cadere della goccia d’acqua.\Le rocce erano state scalfite dal continuo cadere delle gocce d’acqua.
  5. Lo sciamano della tribù decise di invocare il dio della pioggia.\ Gli sciamani delle tribù decisero di invocare il dio della pioggia.
  6. Nella mia guida turistica è citato un famoso tempio greco.\ Nella mia guida turistica sono citati dei famosi tempi greci.
  7. In mezzo al campo il bue ruminava immobile.\ In mezzo al campo i buoi ruminavano immobili.
  8. Ho ritrovato in soffitta un’antica arma appartenuta a un mio avo.\ Ho ritrovato in soffitta delle antiche armi appartenute ai miei avi.
  9. Questa specie vegetale è a rischio di estinzione.\ Queste specie vegetali sono a rischio di estinzione.
  10. Il maleficio lanciato dalla strega aveva colpito il principe.\ I malefici lanciati dalle streghe avevano colpito il principe.

Esercizio n° 11

Volgi al plurale i seguenti gruppi nominali (articolo + nome)

il terapeuta →  i terapeuti                                       l(o) astronaura →gli astronauti

la pediatra →   i pediatri                                        la cavalla → le cavalle

il problema →    i problemi                                     il poeta → i poeti

il giurista → i giuristi                                            il tennista → i tennisti

il patriarca → i petriarca                                          il duca → i duchi

la conca →   le conche                                             il belga → i belgi

la spranga →  le spranghe                                          la buca →le buche

la frasca → le frasche                                              la burrasca →le burrasche

l’eremita →  gli eremiti                                            il collega →i colleghi

l’antenna →   le antenne                                           la formica →le formiche

il tema → i temi                                                        la piroga →le piroghe

il penalista → i penalisti                                            il bosco → i boschi

Esercizi sui verbi fraseologici

Esercizi sui verbi fraseologici

Esercizio n° 1

Completa con un verbo fraseologico.

  • La piccola Lucia è stanca e vorrebbe ………… portare in braccio.
  • La mamma ………. attendendo con ansia l’arrivo del babbo che è in ritardo.
  • Marco è così felice che …………. raccontando a tutti di aver vinto la gara.
  • Il corvo …………… incantare dalle lodi della volpe.
  • Luca e Matilde ………… aspettando l’autobus da un quarto d’ora.

Esercizio n° 2

Sottolinea di rosso i verbi fraseologici e di blu quelli servili.

  • Quello scatolone può contenere tutti questi libri, ma non può reggere ilo loro peso.
  • Sto telefonando al babbo per chiedergli se può venirmi a prendere all’uscita.
  • Lasciati andare, hai i braccioli e non puoi andare a fondo.
  • Sto facendo una torta perchè penso che venga la nonna.
  • Lasciami stare! Sto leggendo un libro molto interessante.

Esercizio n° 3

Sottolinea i verbi fraseologici.

Ieri sera, mentre stavo leggendo seduta in poltrona, all’improvviso ho sentito nella stanza un rumore ritmico; ho smesso di leggere e, alzata la testa dal libro, ho visto Buck che, continuando a dormire, batteva al suolo la coda. Dall’espressione beata del muso, sono sicura che ti vedeva davanti, forse eri appena tornata e ti stava facendo le feste oppure ricordava qualche passeggiata particolarmente bella che avete fatto insieme. Buck ti sogna spesso in questo periodo. Io cerco di farlo ma non ci riesco.

Esercvizio n° 4

Riscrivi le frasi seguenti eliminando i verbi fraseologici.

Esempio: Ho provato a telefonarti.→ Ti ho telefonato.

  1. Continua a piovere da ore.
  2. Il romanzo giallo che sto leggendo è entusiasmante.
  3. Mario va dicendo in giro delle bugie sul mio conto.
  4. Provate a riflettere su quello che avete combinato durante l’intervallo.
  5. Ho finito per ricredermi sul tuo conto.
  6. Si sentì obbligato a restituire il favore.
  7. Ho fatto installare un nuovo modello di antenna.
  8. Il dirigente ha fatto esporre la bandiera.
  9. Il tuo cane non vuole smettere di abbaiare.

Esercizio n° 5

Coniuga correttamente ai tempi composti indicati i verbi fraseologici tra parentesi.

  1. Mio padre ieri (continuare – passato prossimo)…………….. a telefonare alla mamma.
  2. Dopo lo spettacolo la folla (cominciare – passato prossimo) ……………. a sgombrare la piazza.
  3. Marco non ( finire – trapassato prossimo) ………… di studiare storia.
  4. Il contadino (accingersi – trapassato prossimo)………. ad arare.
  5. L’atleta  (sforzarsi- passato prossimo) ……….. di vincere.
  6. Appena l’oratore (terminare – futuro antariore) ……….. di parlare, tutti applaudiranno.
  7. Silvia (mettersi – trapassato prossimo) ……….. a piangere.
  8. Il negoziante (essere sul punto – passato prossimo)……….. di telefonare ai carabinieri.
  9. La febbre (continuare – passato prossimo)……….. a diminuire.

Svolgimento

Esercizio n° 1

Completa con un verbo fraseologico.

  • La piccola Lucia è stanca e vorrebbe farsi portare in braccio.
  • La mamma sta attendendo con ansia l’arrivo del babbo che è in ritardo.
  • Marco è così felice che sta raccontando a tutti di aver vinto la gara.
  • Il corvo si fa incantare dalle lodi della volpe.
  • Luca e Matilde sta aspettando l’autobus da un quarto d’ora.

Esercizio n° 2

Sottolinea di rosso i verbi fraseologici e di blu quelli servili.

  • Quello scatolone può contenere tutti questi libri, ma non può reggere ilo loro peso.
  • Sto telefonando al babbo per chiedergli se può venirmi a prendere all’uscita.
  • Lasciati andare, hai i braccioli e non puoi andare a fondo.
  • Sto facendo una torta perchè penso che venga la nonna.
  • Lasciami stare! Sto leggendo un libro molto interessante.

Esercizio n° 3

Sottolinea i verbi fraseologici.

Ieri sera, mentre stavo leggendo seduta in poltrona, all’improvviso ho sentito nella stanza un rumore ritmico; ho smesso di leggere e, alzata la testa dal libro, ho visto Buck che, continuando a dormire, batteva al suolo la coda. Dall’espressione beata del muso, sono sicura che ti vedeva davanti, forse eri appena tornata e ti stava facendo le feste oppure ricordava qualche passeggiata particolarmente bella che avete fatto insieme. Buck ti sogna spesso in questo periodo. Io cerco di farlo ma non ci riesco.

Esercvizio n° 4

Riscrivi le frasi seguenti eliminando i verbi fraseologici.

Esempio: Ho provato a telefonarti.→ Ti ho telefonato.

  1. Continua a piovere da ore.→ Piove da ore.
  2. Il romanzo giallo che sto leggendo è entusiasmante.→ Il romanzo giallo che leggo è entusiasmante.
  3. Mario va dicendo in giro delle bugie sul mio conto.→Mario dice in giro delle bugie sul mio conto.
  4. Provate a riflettere su quello che avete combinato durante l’intervallo.→Riflettete su quello che avete combinato durante l’intervallo.
  5. Ho finito per ricredermi sul tuo conto.→Mi sono ricreduta sul tuo conto.
  6. Si sentì obbligato a restituire il favore.→ Restituì il favore.
  7. Ho fatto installare un nuovo modello di antenna.→ Ho installato un nuovo modello di antenna.
  8. Il dirigente ha fatto esporre la bandiera.→Il dirigente ha esposto la bandiera.
  9. Il tuo cane non vuole smettere di abbaiare.→Il tuo cane smette di abbaiare.

Esercizio n° 5

Coniuga correttamente ai tempi composti indicati i verbi fraseologici tra parentesi.

  1. Mio padre ieri (continuare – passato prossimo) ha continuato a telefonare alla mamma.
  2. Dopo lo spettacolo la folla (cominciare – passato prossimo) ha cominciato a sgombrare la piazza.
  3. Marco non ( finire – trapassato prossimo) aveva finito di studiare storia.
  4. Il contadino (accingersi – trapassato prossimo) era accinto ad arare.
  5. L’atleta  (sforzarsi- passato prossimo) è sforzato di vincere.
  6. Appena l’oratore (terminare – futuro antariore) avrà terminato di parlare, tutti applaudiranno.
  7. Silvia (mettersi – trapassato prossimo) si era messa a piangere.
  8. Il negoziante (essere sul punto – passato prossimo) è sul punto di telefonare ai carabinieri.
  9. La febbre (continuare – passato prossimo) è continuata a diminuire.

Esercizi sui verbi servili

Esercizi sui verbi servili

Esercizio n° 1

Sottolinea i verbi dovere, potere e volere in blu se hanno significato proprio, in rosso se sono verbi servili.

  • Leo, vuoi ancora della piadina?
  • Vuoi capire che non devi sudare!
  • Posso chiudere la finestra?
  • Vorrei tanto un gattino!
  • Puoi abbassare il volume della TV?
  • Ti devo un euro. Te lo voglio rendere.
  • Vorrei sapere perchè non sei venuto.
  • Volete stare attenti?

Esercizio n° 2

Completa le frasi con il verbo servile adatto.

  • Quante volte ………. chiedere un aiuto per sparecchiare la tavola?
  • Carlo ………. occuparsi della sua sorellina quando la mamma è assente.
  • Nessuno ………… sostituire l’affetto di una madre per il figlio.
  • ………. cambiare canale?
  • La nonna ………. accompagnarmi a casa a tutti i costi.
  • Lo zio ………… finire i suoi studi universitari.

Esercizio n° 3

Sottolinea i verbi servili (7).

C’era tanto silenzio che pareva di poter sentire il fruscio della neve che cadeva sui rami. Mentre proseguivano, la nevicata era diventata così fitta che potevano vedere soltanto gli alberi più vicini. Non si avvertiva più la durezza del sentiero e nemmeno dei solchi, la neve aveva reso tutto ugualmente soffice, anzi il sentiero si poteva riconoscere soltanto perchè correva attraverso il bosco come un uniforme nastro bianco. Il ragazzo non poteva calcolare l’ora perchè non c’era il sole in cielo, e perchè tutto era d’uno stesso grigio uniforme. Dopo parecchio tempo non avevano ancora raggiunto la cima su cui doveva trovarsi la colonnina rossa e di dove il sentiero doveva scendere sul versante di Gaschad. Il ragazzo si fermò e disse: ” Non vedo più alberi, dobbiamo essere usciti dal bosco, e poi la strada sale sempre….”

Esercizzio n° 4

Sottolinea i verbi volere, preferire, desiderare, potere e temere solo quando hanno funzione di verbi servili.

  1. Voglio regalarti un maglione rosso.
  2. Grazie, non voglio nulla.
  3. Preferirei un caffè macchiato.
  4. Preferirei restare accanto al camino.
  5. Che cosa desideri ascoltare?
  6. E’ ingiusto desiderare il male altrui.
  7. Non posso raggiungerti.
  8. L’amore può tutto.
  9. Non ti devo niente.
  10. Devo rivedere l’esercizio.
  11. Andrea teme di non poter partecipare alla gara.

Esercizio n° 5

Colora di rosso i verbi dovere, volere e potere quando sono usati come servili (6) e di blu quando sono usati con significato proprio (4).

  1. Non avevamo potuto trattenere la voglia di mangiare tutto il dolce.
  2. L’esempio può più della parola.
  3. Non voglio discutere di calcio con te.
  4. Voglio assolutamente quel libro.
  5. Non posso lavarmi i denti perchè manca l’acqua.
  6. Dovresti accostare meglio i colori.
  7. Ti devo un favore.
  8. I nostri amici dovrebbero raggiungerci in pizzeria.
  9. Voglio uscire con Sara e Francesca, mi sono simpatiche.
  10. Così stanno le cose, che tu lo voglia o no.

Esercizio n° 6

Cancella l’ausiliare usato in modo errato tra quelli in corsivo.

  1. Sei\Hai voluto fare di testa tua, ora devi affrontarne le conseguenze.
  2. Avrebbe\Sarebbe dovuto finire i compiti, invece sta ancora ascoltando musica.
  3. Non si è \ ha potuto organizzare la festa  per il tuo ritorno a casa.
  4. Gianna ha \ è voluta partire.
  5. Pietro è \ ha voluto un panino al salame.
  6. Pensavamo che Matteo sarebbe \ avrebbe voluto restare dai nonni.
  7. Sarei \ Avrei dovuta rientrare ieri dalle vacanze.
  8. Ieri ho \ sono potuto evitare un brutto incidente solo per poco.
  9. Roberta si è \ ha voluta iscrivere a un corso di vela.
  10. Il babbo non è \ ha potuto rientrare in tempo per la cena.

Esercizio n° 7

Completa le frasi usando il verbo servile che ritieni più opportuno .

  1. Tu ………….. riflettere prima di parlare.
  2. Non ………. rispondere al telefono perchè sono sotto la doccia.
  3. Luca uscì dalla discoteca, perchè non …………… sopportare quell’enorme frastuono.
  4. Anche i più cocciuti, alla fine ……………pentirsi di ciò che avevano combinato.
  5. ……………… parlarti ancora di me, ma non ho più tempo.
  6. …………….. pranzare con me o hai altri prigrammi?
  7. Non ……………. pretendere che gli altri ti prestino sempre gli attrezzi di cui hai bisogno.
  8. Non ………. pagare l’affitto, dovettero lasciare l’appartamento.
  9. Mi ero sporcato di fango e prima di rientrare in casa ……………. ripulire i pantaloni e la giacca.
  10. Non ho capito se tu ………….. aggiungere ancora qualcosa a quanto è già è stato detto.

Esercizio n° 8

Riscrivi al passato prossimo i verbi delle frasi seguenti facendo attenzione alla scelta dell’ausiliare.

Esempio: Non vuoi mai darmi retta.  → Non hai mai voluto darmi retta.

  1. Devo correre a casa.→
  2. Pietro deve preparare la cena per tutta la famiglia.→
  3. I nostri amici vogliono passare a salutarci.→
  4. Pia e Giorgia devono rientrare a casa in anticipo.→
  5. A causa del maltempo, non possiamo uscire in barca.→
  6. Gianna deve essere puntuale.→
  7. Non voglio insistere sull’argomento.→
  8. Marco vuole venire con me dalla nonna.→
  9. Luca può ascoltare in pace il nuovo cd.→
  10. Vogliono venire al cinema con noi.→

Svolgimento

Esercizio n° 1

Sottolinea i verbi dovere, potere e volere in blu se hanno significato proprio, in rosso se sono verbi servili.

  • Leo, vuoi ancora della piadina?
  • Vuoi capire che non devi sudare!
  • Posso chiudere la finestra?
  • Vorrei tanto un gattino!
  • Puoi abbassare il volume della TV?
  • Ti devo un euro. Te lo voglio rendere.
  • Vorrei sapere perchè non sei venuto.
  • Volete stare attenti?

Esercizio n° 2

Completa le frasi con il verbo servile adatto.

  • Quante volte devo chiedere un aiuto per sparecchiare la tavola?
  • Carlo deve occuparsi della sua sorellina quando la mamma è assente.
  • Nessuno può sostituire l’affetto di una madre per il figlio.
  • Posso cambiare canale?
  • La nonna vuole accompagnarmi a casa a tutti i costi.
  • Lo zio deve finire i suoi studi universitari.

Esercizio n° 3

Sottolinea i verbi servili (7).

C’era tanto silenzio che pareva di poter sentire il fruscio della neve che cadeva sui rami. Mentre proseguivano, la nevicata era diventata così fitta che potevano vedere soltanto gli alberi più vicini. Non si avvertiva più la durezza del sentiero e nemmeno dei solchi, la neve aveva reso tutto ugualmente soffice, anzi il sentiero si poteva riconoscere soltanto perchè correva attraverso il bosco come un uniforme nastro bianco. Il ragazzo non poteva calcolare l’ora perchè non c’era il sole in cielo, e perchè tutto era d’uno stesso grigio uniforme. Dopo parecchio tempo non avevano ancora raggiunto la cima su cui doveva trovarsi la colonnina rossa e di dove il sentiero doveva scendere sul versante di Gaschad. Il ragazzo si fermò e disse: ” Non vedo più alberi, dobbiamo essere usciti dal bosco, e poi la strada sale sempre….”

Esercizzio n° 4

Sottolinea i verbi volere, preferire, desiderare, potere e temere solo quando hanno funzione di verbi servili.

  1. Voglio regalarti un maglione rosso.
  2. Grazie, non voglio nulla.
  3. Preferirei un caffè macchiato.
  4. Preferirei restare accanto al camino.
  5. Che cosa desideri ascoltare?
  6. E’ ingiusto desiderare il male altrui.
  7. Non posso raggiungerti.
  8. L’amore può tutto.
  9. Non ti devo niente.
  10. Devo rivedere l’esercizio.
  11. Andrea teme di non poter partecipare alla gara.

Esercizio n° 5

Colora di rosso i verbi dovere, volere e potere quando sono usati come servili (6) e di blu quando sono usati con significato proprio (4).

  1. Non avevamo potuto trattenere la voglia di mangiare tutto il dolce.
  2. L’esempio può più della parola.
  3. Non voglio discutere di calcio con te.
  4. Voglio assolutamente quel libro.
  5. Non posso lavarmi i denti perchè manca l’acqua.
  6. Dovresti accostare meglio i colori.
  7. Ti devo un favore.
  8. I nostri amici dovrebbero raggiungerci in pizzeria.
  9. Voglio uscire con Sara e Francesca, mi sono simpatiche.
  10. Così stanno le cose, che tu lo voglia o no.

Esercizio n° 6

Colora l’ausiliare usato in modo errato tra quelli in corsivo.

  1. Sei\Hai voluto fare di testa tua, ora devi affrontarne le conseguenze.
  2. Avrebbe\Sarebbe dovuto finire i compiti, invece sta ancora ascoltando musica.
  3. Non si è \ ha potuto organizzare la festa  per il tuo ritorno a casa.
  4. Gianna ha \ è voluta partire.
  5. Pietro è \ ha voluto un panino al salame.
  6. Pensavamo che Matteo sarebbe \ avrebbe voluto restare dai nonni.
  7. Sarei \ Avrei dovuta rientrare ieri dalle vacanze.
  8. Ieri ho \ sono potuto evitare un brutto incidente solo per poco.
  9. Roberta si è \ ha voluta iscrivere a un corso di vela.
  10. Il babbo non è \ ha potuto rientrare in tempo per la cena.

Esercizio n° 7

Completa le frasi usando il verbo servile che ritieni più opportuno .

  1. Tu devi riflettere prima di parlare.
  2. Non posso rispondere al telefono perchè sono sotto la doccia.
  3. Luca uscì dalla discoteca, perchè non poteva sopportare quell’enorme frastuono.
  4. Anche i più cocciuti, alla fine possono pentirsi di ciò che avevano combinato.
  5. Vorrei parlarti ancora di me, ma non ho più tempo.
  6. Vorresti pranzare con me o hai altri prigrammi?
  7. Non puoi pretendere che gli altri ti prestino sempre gli attrezzi di cui hai bisogno.
  8. Non potendo pagare l’affitto, dovettero lasciare l’appartamento.
  9. Mi ero sporcato di fango e prima di rientrare in casa dovetti ripulire i pantaloni e la giacca.
  10. Non ho capito se tu volessi aggiungere ancora qualcosa a quanto è già è stato detto.

Esercizio n° 8

Riscrivi al passato prossimo i verbi delle frasi seguenti facendo attenzione alla scelta dell’ausiliare.

Esempio: Non vuoi mai darmi retta.  → Non hai mai voluto darmi retta.

  1. Devo correre a casa.→Sono dovuto correre a casa.
  2. Pietro deve preparare la cena per tutta la famiglia.→Pietro ha dovuto preparare la cena per tutta la famiglia.
  3. I nostri amici vogliono passare a salutarci.→I nostri amici sono voluti passare a salutarci.
  4. Pia e Giorgia devono rientrare a casa in anticipo.→Pia e Giorgia sono dovute rientrare a casa in anticipo.
  5. A causa del maltempo, non possiamo uscire in barca.→A causa del maltempo, non siamo potuti uscire in barca.
  6. Gianna deve essere puntuale.→Gianna ha dovuto essere puntuale.
  7. Non voglio insistere sull’argomento.→Non ho voluto insistere sull’argomento.
  8. Marco vuole venire con me dalla nonna.→Marco è voluto venire con me dalla nonna.
  9. Luca può ascoltare in pace il nuovo cd.→Luca ha potuto ascoltare in pace il nuovo cd.
  10. Vogliono venire al cinema con noi.→Sono voluti venire al cinema con noi.

Esercizi sui verbi impersonali

Esercizi sui verbi impersonali

Esercizio n° 1

Sottolinea i verbi impersonali.

  1. Nevica e non abbiamo le catene a bordo.
  2. E’ opportuno che tu prenoti per tempo la visita oculistica.
  3. Quando piove la circolazione in città è difficoltosa.
  4. Sembra che Luca sia già partito per le ferie.
  5. Oggi è domenica e finalmente si riposa.
  6. Occorre telefonare al numero verde.
  7. Quando tuona, il mio cane si nasconde sotto il divano.
  8. Si dice che siete molto impegnati nel volontariato.
  9. E’ diluviato e la vendemmia sarà rinviata.
  10. E’ bene che controlliate di aver obliterato il biglietto prima di salire sul treno.

Esercizio n° 2

Colora di rosso i verbi quando sono usati in forma personale e di blu quando sono usati in forma impersonale.

  1. Accadde che i tre amici si ritrovarono al mare.
  2. Raramente accadono fatti strabilianti.
  3. Sembra che si sia presentato da Mario in piena notte.
  4. Mario a volte sembra un marziano.
  5. Occore che tu venga al più presto.
  6. Occorrono molte ore di viaggio per raggiungere  la baita.
  7. Quando capitano delle disgrazie, non dobbiamo demoralizzarci.
  8. Non è mai capitato che tu sia arrivato secondo.
  9. Mi è necessario un tuo parere.
  10. E’ necessario che un dottore lo visiti.

Esercizi n°3

Riscrivi le frasi, modificandole in modo che i verbi siano usati in forma impersonale.

Esempio: In chiesa tutti pregano in silenzio. → In chiesa si prega in silenzio.

  1. In classe tutti leggono con concentrazione.
  2. In ospedale nessuno può usare il telefonino.
  3. La gente va al mare per fare il bagno.
  4. Lavorate poco, in questa officina.
  5. Nessuno capisce perchè tu sia partito improvvisamente.
  6. Nei momenti si suspance nessuno fiata.

Esercizio n° 4

Sottolinea i verbi usati in forma impersonale.

  1. Ci si andò a piedi, anche se già annottava.
  2. Si temeva che la situazione della sicurezza stradale peggiorasse, poichè nevicava già da molte ore.
  3. E’ vero che tu sei bravo, ma non esagerare.
  4. Si dovette correre ai ripari.
  5. Si sapeva che durante la notte avrebbe grandinato.
  6. Accadde che ci si trovò sperduti nella nebbia.

Esercizio n° 5

Sottolinea i verbi impersonali (8)

E’ bello fare una gita con i vecchi amici alla fine dell’estate. Si esce nei campi dopo che ha piovuto a dirotto per mezza giornata e l’erba scintilla al sole del pomeriggio avanzato. Non occorre mandare inviti, basta una telefonata:” Verresti a cogliere le more?”

Si torna sempre nello stesso posto al limitare del bosco. Si parla del più e del meno. Ognuno si è munito di una scatola di plastica dove le bacche non si schiacciano. Si comincia a cogliere senza molta frenesia, senza molta disciplina. Basterà che si raccolgono more per due o tre vasetti di marmellata, da assaporare nelle colazioni di autonno.

Esercizio n° 6

Completa queste frasi facendo uso dei verbi impersonali.

  1. In pianura, in primavera, ….. frequentemente.
  2. D’autunno, in occasione di forti temporali….. con violenza.
  3. In estate invece….. caldo.
  4. In inverno sulle montagne …… abbondantemente.
  5. ….. essere prudenti: ….. che l’eccessiva velocità causi incidenti.
  6. Nei poemi di Omero….. che i Greci combatterono i Troiani.
  7. Se vuoi essere promossa, ….. che tu studi.

SVOLGIMENTO

Esercizio n° 1

Sottolinea i verbi impersonali.

  1. Nevica e non abbiamo le catene a bordo.
  2. E’ opportuno che tu prenoti per tempo la visita oculistica.
  3. Quando piove la circolazione in città è difficoltosa.
  4. Sembra che Luca sia già partito per le ferie.
  5. Oggi è domenica e finalmente si riposa.
  6. Occorre telefonare al numero verde.
  7. Quando tuona, il mio cane si nasconde sotto il divano.
  8. Si dice che siete molto impegnati nel volontariato.
  9. E’ diluviato e la vendemmia sarà rinviata.
  10. E’ bene che controlliate di aver obliterato il biglietto prima di salire sul treno.

Esercizio n° 2

Colora di rosso i verbi quando sono usati in forma personale e di blu quando sono usati in forma impersonale.

  1. Accadde che i tre amici si ritrovarono al mare.
  2. Raramente accadono fatti strabilianti.
  3. Sembra che si sia presentato da Mario in piena notte.
  4. Mario a volte sembra un marziano.
  5. Occore che tu venga al più presto.
  6. Occorrono molte ore di viaggio per raggiungere  la baita.
  7. Quando capitano delle disgrazie, non dobbiamo demoralizzarci.
  8. Non è mai capitato che tu sia arrivato secondo.
  9. Mi è necessario un tuo parere.
  10. E’ necessario che un dottore lo visiti.

Esercizi n°3

Riscrivi le frasi, modificandole in modo che i verbi siano usati in forma impersonale.

Esempio: In chiesa tutti pregano in silenzio. → In chiesa si prega in silenzio.

  1. In classe si legge con concentrazione.
  2. In ospedale non si usa il telefonino.
  3. Si va al mare per fare il bagno.
  4. Si lavora poco, in questa officina.
  5. Non si capisce perchè tu sia partito improvvisamente.
  6. Nei momenti di suspance non si fiata.

Esercizio n° 4

Sottolinea i verbi usati in forma impersonale.

  1. Ci si andò a piedi, anche se già annottava.
  2. Si temeva che la situazione della sicurezza stradale peggiorasse, poichè nevicava già da molte ore.
  3. E’ vero che tu sei bravo, ma non esagerare.
  4. Si dovette correre ai ripari.
  5. Si sapeva che durante la notte avrebbe grandinato.
  6. Accadde che ci si trovò sperduti nella nebbia.

Esercizio n° 5

Sottolinea i verbi impersonali (8)

E’ bello fare una gita con i vecchi amici alla fine dell’estate. Si esce nei campi dopo che ha piovuto a dirotto per mezza giornata e l’erba scintilla al sole del pomeriggio avanzato. Non occorre mandare inviti, basta una telefonata:” Verresti a cogliere le more?”

Si torna sempre nello stesso posto al limitare del bosco. Si parla del più e del meno. Ognuno si è munito di una scatola di plastica dove le bacche non si schiacciano. Si comincia a cogliere senza molta frenesia, senza molta disciplina. Basterà che si raccolgono more per due o tre vasetti di marmellata, da assaporare nelle colazioni di autonno.

Esercizio n° 6

Completa queste frasi facendo uso dei verbi impersonali.

  1. In pianura, in primavera, piove frequentemente.
  2. D’autunno, in occasione di forti temporali grandina con violenza.
  3. In estate invece fa caldo.
  4. In inverno sulle montagne nevica abbondantemente.
  5. Bisogna essere prudenti:è risaputo che l’eccessiva velocità causi incidenti.
  6. Nei poemi di Omero si narra che i Greci combatterono i Troiani.
  7. Se vuoi essere promossa, bisogna che tu studi.

Esercizi sulla forma riflessiva

Esercizi sulla forma riflessiva

Esercizio n° 1

Sottolinea i verbi riflessivi.

Laura leggeva molto la sera prima di dormire. Leggeva a pancia in giù: posava il libro in terra e sporgeva la testa fuori dal letto. Oppure metteva il libro in fondo al letto e si stendeva con i piedi sul cuscino. Se la storia che leggeva era avventurosa, si agitava, si avvolgeva nel lenzuolo, cambiava continuamente posizione. Se la storia era emozionante restava immobile come una statua: si muovevano solo gli occhi sulle parole. Quando c’erano storie paurose, si stringeva al suo gattone di peluche, ma non si fermava.

Esercizio n° 2

Sottolinea di rosso le voci verbali riflessive (13) e di blu le particelle pronominali.

  1. Ci riposeremo quando avremo finito il compito che ci hanno affidato.
  2. Marco si trovò a fare il viaggio da solo.
  3. Venite avanti che ci sono ancora posti per sedersi.
  4. Si tolse la giacca e si affrettò con passo deciso.
  5. L’automobilista si era accorto troppo tardi del semaforo rosso e si era preso una multa.
  6. Vediamoci ancora questa sera per accordarci sulle vacanze.
  7. Si erano tolti la giacca a vento e si erano bagnati dallòa testa ai piedi.
  8. Andrea si era fratturato il polso.
  9. Non preoccuparti.

Esercizio n° 3

Colora di rosso nelle frasi seguenti i verbi di forma riflessiva apparente e colora di blu il complemento oggetto su cui passa direttamente l’azione compiuta dal soggetto.

  1. Mia sorella voleva tingersi i capelli.
  2. Dopo aver cercato a lungo si trovò un lavoro part-time.
  3. Si abbottonò con cura la giacca e si mise in marcia con passo deciso.
  4. Andrea si era fratturato un polso.
  5. Tu ti sei sporcato la maglietta.
  6. Asciugati le mani.
  7. Si è guardato a lungo il viso nello specchio.
  8. Prima della partenza si è preparato con cura lo zainetto.
  9. Marcella si è procurata due biglietti per il concerto di domenica.
  10. In fretta e furia si scaldò il latte.

Esercizio n° 4

Indica il significato delle particelle pronominali riflessive nelle frasi seguenti.

  1. Io mi vesto.
  2. Ti sei strappata la maglia.
  3. Si è ammalato per il freddo.
  4. Asciugati i capelli.
  5. I due amici si sono abbracciati con affetto.
  6. Perchè non vi salutate più?
  7. Prima di separarsi si scambiarono gli indirizzi.
  8. Il papà si è precipitato in ufficio.
  9. Non ti truccare così tanto.
  10. Ci siamo persi nel bosco.
  11. Mi sono preoccupata per lui.
  12. Vestitevi in fretta.

Esercizio n° 5

Nelle frasi seguenti inserisci le particelle necessarie per completare le forme riflessive.

  1. ……. siamo avvicinati al nido di gabbiano con cautela.
  2. Almeno ora rendete …… utili anche voi.
  3. I due amici ….. scambiarono un caloroso saluto.
  4. Sentendo …… stanca, andò a riposare.
  5. Sono due atleti della stessa squadra…… aiutano sempre.
  6. Perchè voi non ….. rivolgete più la parola?
  7. Lara…… sta preparando per la festa.
  8. Se…… è sporcata,…….. deve lavare subito.
  9. ……. siamo proprio spaventati.
  10. ……. siamo incontrati per caso alla stazione.

Esercizio n° 6

Colora i verbi di forma riflessiva reciproca presenti nelle frasi seguenti, sottolinea di blu i soggetti dell’azione e, dove non sono espressi, indicali tra parentesi.

  1. Mario e Anna si telefonano mogni sera.
  2. A presto; (….) vediamoci alle sette.
  3. Perchè (….) non vi siete salutati?
  4. I due gatti si sono azzuffati furiosamente.
  5. (….) Ci scambiammo un caloroso saluto.
  6. I due contendenti si sono affrontati a viso aperto.
  7. I vecchi compagni di classe si ritroveranno per una cena.
  8. Dopo una lunga lontanza (…….) si rividero con piacere.
  9. (…….) Ci lasciammo con la promessa di scriverci.
  10. I bambini durante l’intervallo si rincorrono in cortile.

Esercizio n° 7

Colora di rosso le frasi in cui è presente una forma riflessiva pronominale.

  1. Silvia non si era accorta di aver perso il borsellino.
  2. Luca si preparò lo zaino per l’escursione in montagna.
  3. E’ buona norma lavarsi prima dei pasti.
  4. Non ti domandare il perchè.
  5. Spesso mi preoccupo per il mio futuro.
  6. Troppo tardi si arrese all’evidenza dei fatti.
  7. Vergognatevi del vostro comportamneto!
  8. Gli attori prima di entrare in scena si truccano.
  9. Vorrei regalarmi un bella borsa.
  10. Non offendetevi per così poco!

Esercizio n° 8

Riscrivi le frasi coniugando opportunamente il verbo riflessivo colarto di rosso all’infinito.

  1. Non vedo l’ora di sdraiarsi al sole!
  2. Mia sorella è in bagno sta pettinarsi.
  3. Ogni mattina alle sei Simonetta svegliarsi.
  4. La lepre nascondersi tra i cespugli.
  5. Ieri tu andarsene senza salutare.
  6. Quei due amici amarsi e aiutarsi come fratelli.
  7. Voi due non azzuffarsi così!
  8. Luca, non sporcarsi la camicia!
  9. Enrico disperarsi perchè aveva perso il portafoglio.

Esercizio n° 9

Distingui i verbi riflessivi propri colorandoli di rosso da quelli apparenti colorandoli di blu.

  1. Dopo mangiato, lavati sempre i denti.
  2. Marco si pettina continuamente.
  3. Ma come ti sei vestito oggi!
  4. Anna si è appena lavata.
  5. Mi pettinerò i capelli in modo diverso dal solito.
  6. Marta si guarda allo specchio.
  7. Si lavano le mani con molta cura.
  8. Luisa si copre.
  9. Asciugati le mani.
  10. Luisa si prepara la cena.

Esercizio n° 10

Colora di rosso le forme riflessive proprie e reciproche e colora di blu quelle pronominali.

  1. Si pentì presto della sua reazione.
  2. Tutti si ribellarono a quell’idea.
  3. Chiara impiega sempre ore per vestirsi.
  4. Paolo non si vergogna mai di niente.
  5. Perchè vi insultate sempre?
  6. Mi sono accorto dell’imbroglio troppo tardi.
  7. Arrenditi all’evidenza dei fatto!
  8. Ci siamo lavate e pettinate con cura.
  9. Ci siamo rivisti dopo un anno.
  10. Non arrabbiarti in continuazione.

Esercizio n° 11

Sottolinea solo i verbi di forma riflessiva. (8)

  1. In autunno gli alberi si spogliano delle foglie.
  2. In autunno si vedono gli alberi privi di foglie .
  3. Molti si consolano anche delle  peggiori  sventure.
  4. Chi ti ha detto di vestirti così?
  5. Si dice che la storia sia maestra di vita.
  6. Giorgio si vanta di essere il più bello della classe.
  7. Il tuffatore si immerse senza sollevare uno spruzzo d’acqua.
  8. In autunno si raccolgono molti  frutti nel bosco.
  9. Chi si loda s’imbroda.
  10. Pietro si è ferito a una mano .
  11. Maria si  trova brutta.

Svolgimento

Esercizio n° 1

Sottolinea i verbi riflessivi.

Laura leggeva molto la sera prima di dormire. Leggeva a pancia in giù: posava il libro in terra e sporgeva la testa fuori dal letto. Oppure metteva il libro in fondo al letto e si stendeva con i piedi sul cuscino. Se la storia che leggeva era avventurosa, si agitava, si avvolgeva nel lenzuolo, cambiava continuamente posizione. Se la storia era emozionante restava immobile come una statua: si muovevano solo gli occhi sulle parole. Quando c’erano storie paurose, si stringeva al suo gattone di peluche, ma non si fermava.

Esercizio n° 2

Sottolinea di rosso le voci verbali riflessive (13) e di blu le particelle pronominali.

  1. Ci riposeremo quando avremo finito il compito che ci hanno affidato.
  2. Marco si trovò a fare il viaggio da solo.
  3. Venite avanti che ci sono ancora posti per sedersi.
  4. Si tolse la giacca e si affrettò con passo deciso.
  5. L’automobilista si era accorto troppo tardi del semaforo rosso e si era preso una multa.
  6. Vediamoci ancora questa sera per accordarci sulle vacanze.
  7. Si erano tolti la giacca a vento e si erano bagnati dalla testa ai piedi.
  8. Andrea si era fratturato il polso.
  9. Non preoccuparti.

Esercizio n° 3

Colora di rosso nelle frasi seguenti i verbi di forma riflessiva apparente e colora di blu il complemento oggetto su cui passa direttamente l’azione compiuta dal soggetto.

  1. Mia sorella voleva tingersi i capelli.
  2. Dopo aver cercato a lungo si trovò un lavoro part-time.
  3. Si abbottonò con cura la giacca e si mise in marcia con passo deciso.
  4. Andrea si era fratturato un polso.
  5. Tu ti sei sporcato la maglietta.
  6. Asciugati le mani.
  7. Si è guardato a lungo il viso nello specchio.
  8. Prima della partenza si è preparato con cura lo zainetto.
  9. Marcella si è procurata due biglietti per il concerto di domenica.
  10. In fretta e furia si scaldò il latte.

Esercizio n° 4

Indica il significato delle particelle pronominali riflessive nelle frasi seguenti. (a me, a te….., me, te…… reciproco)

  1. Io mi vesto. (me stessa)
  2. Ti sei strappata la maglia.  (a te)
  3. Si è ammalato per il freddo. (se stesso)
  4. Asciugati i capelli. (a te)
  5. I due amici si sono abbracciati con affetto. (reciproco)
  6. Perchè non vi salutate più? (reciproco)
  7. Prima di separarsi si scambiarono gli indirizzi. (reciproco)
  8. Il papà si è precipitato in ufficio. (se stesso)
  9. Non ti truccare così tanto. (te)
  10. Ci siamo persi nel bosco. (noi stessi)
  11. Mi sono preoccupata per lui. (me stessa)
  12. Vestitevi in fretta. (voi)

Esercizio n° 5

Nelle frasi seguenti inserisci le particelle necessarie per completare le forme riflessive.

  1. Ci siamo avvicinati al nido di gabbiano con cautela.
  2. Almeno ora rendetevi utili anche voi.
  3. I due amici si scambiarono un caloroso saluto.
  4. Sentendosi stanca, andò a riposare.
  5. Sono due atleti della stessa squadra si aiutano sempre.
  6. Perchè voi non vi rivolgete più la parola?
  7. Lara si sta preparando per la festa.
  8. Se si è sporcata si deve lavare subito.
  9. Ci siamo proprio spaventati.
  10. Ci siamo incontrati per caso alla stazione.

Esercizio n° 6

Colora i verbi di forma riflessiva reciproca presenti nelle frasi seguenti, sottolinea di blu i soggetti dell’azione e, dove non sono espressi, indicali tra parentesi.

  1. Mario e Anna si telefonano ogni sera.
  2. A presto; (Noi) vediamoci alle sette.
  3. Perchè (voi) non vi siete salutati?
  4. I due gatti si sono azzuffati furiosamente.
  5. (Noi) Ci scambiammo un caloroso saluto.
  6. I due contendenti si sono affrontati a viso aperto.
  7. I vecchi compagni di classe si ritroveranno per una cena.
  8. Dopo una lunga lontanza (Essi) si rividero con piacere.
  9. (Noi) Ci lasciammo con la promessa di scriverci.
  10. I bambini durante l’intervallo si rincorrono in cortile.

Esercizio n° 7

Colora di rosso le frasi in cui è presente una forma riflessiva pronominale.

  1. Silvia non si era accorta di aver perso il borsellino.
  2. Luca si preparò lo zaino per l’escursione in montagna.
  3. E’ buona norma lavarsi prima dei pasti.
  4. Non ti domandare il perchè.
  5. Spesso mi preoccupo per il mio futuro.
  6. Troppo tardi si arrese all’evidenza dei fatti.
  7. Vergognatevi del vostro comportamneto!
  8. Gli attori prima di entrare in scena si truccano.
  9. Vorrei regalarmi un bella borsa.
  10. Non offendetevi per così poco!

Esercizio n° 8

Riscrivi le frasi coniugando opportunamente il verbo riflessivo colarto di rosso all’infinito.

  1. Non vedo l’ora di sdraiarmi al sole!
  2. Mia sorella è in bagno sta pettinandosi.
  3. Ogni mattina alle sei Simonetta si sveglia.
  4. La lepre si nasconde tra i cespugli.
  5. Ieri tu te ne andasti senza salutare.
  6. Quei due amici si amano e si aiutano come fratelli.
  7. Voi due non azzuffatevi così!
  8. Luca, non sporcarti la camicia!
  9. Enrico si disperòperchè aveva perso il portafoglio.

Esercizio n° 9

Distingui i verbi riflessivi propri colorandoli di rosso da quelli apparenti colorandoli di blu.

  1. Dopo mangiato, lavati sempre i denti.
  2. Marco si pettina continuamente.
  3. Ma come ti sei vestito oggi!
  4. Anna si è appena lavata.
  5. Mi pettinerò i capelli in modo diverso dal solito.
  6. Marta si guarda allo specchio.
  7. Si lavano le mani con molta cura.
  8. Luisa si copre.
  9. Asciugati le mani.
  10. Luisa si prepara la cena.

Esercizio n° 10

Colora di rosso le forme riflessive proprie e reciproche e colora di blu quelle pronominali.

  1. Si pentì presto della sua reazione.
  2. Tutti si ribellarono a quell’idea.
  3. Chiara impiega sempre ore per vestirsi.
  4. Paolo non si vergogna mai di niente.
  5. Perchè vi insultate sempre?
  6. Mi sono accorto dell’imbroglio troppo tardi.
  7. Arrenditi all’evidenza dei fatto!
  8. Ci siamo lavate e pettinate con cura.
  9. Ci siamo rivisti dopo un anno.
  10. Non arrabbiarti in continuazione.

Esercizio n° 11

Sottolinea solo i verbi di forma riflessiva. (8)

  1. In autunno gli alberi si spogliano delle foglie.
  2. In autunno si vedono gli alberi privi di foglie .
  3. Molti si consolano anche delle  peggiori  sventure.
  4. Chi ti ha detto di vestirti così?
  5. Si dice che la storia sia maestra di vita.
  6. Giorgio si vanta di essere il più bello della classe.
  7. Il tuffatore si immerse senza sollevare uno spruzzo d’acqua.
  8. In autunno si raccolgono molti  frutti nel bosco.
  9. Chi si loda s’imbroda.
  10. Pietro si è ferito a una mano .
  11. Maria si  trova brutta.

Esercizi sulla forma attiva e passiva

Esercizi sulla forma attiva e passiva

Esercizio n° 1

Nelle seguenti frasi colora di rosso le forme attive, di blu quelle passive.

  • Il Sole riscalda la Terra.
  • Sui roseti le rose sono ormai appassite.
  • Il babbo lava la sua automobile.
  • La torta è stata preparata dalla nonna.
  • Le formiche hanno trasportato briciole.
  • Il campo è arato dal contadino.
  • Le uova erano covate dalla chioccia.
  • Marco ha finito di leggere il libro.
  • Il gatto ha rovesciato la bottiglia.
  • Il sole è nascosto dalle nuvole.

Esercizio n° 2

Volgi le frasi in forma passiva, quando è possibile.

  • Il cameriere servì subito le pizze.
  • Il suono delle campane allarmò tutti.
  • Un antico lampadario illuminava la stanza.
  • La maestra ha richiamato l’alunno distratto.
  • Un incendio ha distrutto il bosco.
  • Il sole illumina la finestra.
  • Il contadino ara il campo.
  • Un rumore improvviso ha svegliato il bambino.
  • Verso sera andammo al mare.
  • Un pallone ha rotto il vetro della finestra.
  • Le fotografie sono riuscite sfocate.
  • Uno scoiattolo sgranocchia una nocciola sul ramo.
  • Lo smog rovina i monumenti cittadini.

Esercizio n° 3

Colora i verbi che possono avere sia la forma attiva che passiva.

camminare – arrossire – albeggiare – costruire – nevicare – ritagliare – tremare – nutrire – raggiungere – saltare – riciclare – cadere.

Esercizio n° 4

Trasforma la frase da passiva ad attiva.

  • Questa collana è stata creata da un famoso gioielliere.
  • La finestra è stata rotta dai bambini della quinta.
  • La Gioconda fu dipinta da Leonardo.
  • La banca è svaligiata dai ladri.
  • Molte volte lo scudetto è stato vinto dal Milan.
  • I compiti verranno corretti in classe dall’insegnante.
  • Enrico era stato avvertito del tuo arrivo dalla mamma.
  • Il telegramma fu inviato da Claudia con urgenza.
  • Giulia fu ospitata da Mara nella sua casa di campagna.

Esercizio n° 5

Trasforma le espressioni attive in frasi di forma passiva, sottolineando la frase che non può essere trasformata.

  1. Ho accompagnato a casa un mio amico.
  2. Il treno è arrivato con dieci minuti di ritardo.
  3. Il capostazione ha annunciato il ritardo del treno.
  4. Il contadino aveva rinchiuso tutte le galline nel pollaio.
  5. Il temporale ci ha sorpreso mentre tornavamo a casa.
  6. Tu non mi rispetti.

Esercizio n° 6

Colora di rosso i verbi attivi (10) e due volte quelli passivi. (4)

Il corvo raggiunse il comignolo di una casa che era stata distrutta dall’incendio e guardò attorno. Ovunque regnava un profondo silenzio.

Le sue riflessioni furono interrotte da un leggero rumore. Sentì sul dorso la stretta di artigli acuminati. Si liberò gracchiando di terrore ma perse l’equilibrio e cadde dentro un comignolo. Fu avvolto da una nuvola nera di fumo, così densa da farlo tossire. Due occhi gialli lo fissavano dall’alto. “Un gatto!” pensò il corvo. “Ogni volta che atterro da qualche parte vengo aggredito da un gatto”.

Esercizio n° 7

Indica accanto alle forme verbali se sono attive (A) o passive (P).

  1. Quella studentessa è ammirata ….. dai compagni.
  2. I miei cugini sono stati invitati …… da Luca.
  3. Lo spettacolo è iniziato …… da poco.
  4. Gli attori inizieranno….. lo spettacolo tra poco.
  5. Lo spettacolo è stato iniziato ……. dagli attori.
  6. I colpevoli furono individuati ….. dalla polizia.
  7. La polizia individuò i colpevoli.
  8. Questa sinfonia sarebbe stata composta…. da Rossini.
  9. La sera sarebbero andati…. a cena da lui.
  10. Nicola è stato chiamato….. per la parte del protagonista.

Esercizio n° 8

Completa le frasi seguenti sostituendo all’infinito del verbo la forma passiva nel tempo richiesto.

  1. Tu (ringraziare – pass. pross.) da tutti.
  2. Tu (lodare – imperfetto)  da tutti.
  3. La vallata (illuminare – pass. rem.) dal sole.
  4. Il pranzo (preparare – futuro semplice) da un grande cuoco.
  5. La partita (vincere – pass. pross.) dagli avversari.
  6. L’uva (raccogliere – presente) dai contadini.
  7. I giocatori ( convocare – imperfetto) dall’allenatore.
  8. Il film (approvare – pass. prossimo) dalla critica.
  9. L’arrosto (divorare – pass. rem) dal cane.
  10. Il valico (bloccare – imperfetto) dalla neve.
  11. La spiaggia (invadere – futuro sempl.) dai turisti.
  12. Il bambino (lavare – pass. pross.) dalla nonna nella vasca.

Esercizio n° 9

Riscrivi le frasi trasformandole da attive in passive, mantenendo lo stesso modo e lo stesso tempo verbale.

  1. La campanella segnala l’intervallo.
  2. Le onde bagnavano la spiaggia.
  3. Mario prese il libro dallo scaffale.
  4. Lo scienziato aveva risolto il problema.
  5. Un giornalista presenterà il telegiornale.
  6. L’attaccante ha segnato un goal.
  7. L’uragano abbatte gli alberi.
  8. Giuseppe portava un mazzo di rose.
  9. Il fiume ha rotto gli argini.
  10.  I compagni chiamano Sergio.
  11. L’edicolante vende i giornali

Esercizio n° 10

Riscrivi le frasi seguenti trasformandole da passive in attive.

  1. Diverse automibili venivano fermate dai poliziotti.
  2. Da più di un’ora sei atteso da tutti.
  3. La fattoria è affiancata da un ampio vigneto.
  4. Il raccolto è stato distrutto dalla grandine.
  5. La lettera fu rinviata al mittente dal portiere.
  6. La partità sarà stata annullata dall’arbitro per la pioggia.
  7. La neve veniva spalata via durante la notte.
  8. La riunione sarà presieduta dal professore di matematica.
  9. Fu gettata una cima in mare dal marinaio.

Esercizio n° 11

Trasforma le frasi attive in passive e viceversa.

  1. Ho comprato la verdura fresca al mercato del mio quartiere.
  2. Il vento scuoteva le pianticelle.
  3. Il bambino seleziona i francobolli.
  4. Il medico ha curato il paziente.
  5. Il Natale è atteso dai bambini.
  6. Le peonie sono state distrutte dalla pioggia.
  7. La vignetta fu disegnata da un famoso caricaturista.
  8. Un’onda altissima investì la nave
  9. Il consiglio d’istituto discuterà le proposte d’orario.
  10. Le insegnanti di scienze accompagneranno i ragazzi nelle uscite naturalistiche.

Svolgimento

Esercizio n° 1

Nelle seguenti frasi colora di rosso le forme attive, di blu quelle passive.

  • Il Sole riscalda la Terra.
  • Sui roseti le rose sono ormai appassite.
  • Il babbo lava la sua automobile.
  • La torta è stata preparata dalla nonna.
  • Le formiche hanno trasportato briciole.
  • Il campo è arato dal contadino.
  • Le uova erano covate dalla chioccia.
  • Marco ha finito di leggere il libro.
  • Il gatto ha rovesciato la bottiglia.
  • Il sole è nascosto dalle nuvole.

Esercizio n° 2

Volgi le frasi in forma passiva, quando è possibile.

  • Il cameriere servì subito le pizze.\ Le pizze furono servite dal cameriere.
  • Il suono delle campane allarmò tutti.\ Tutti furono allarmati dal suono delle campane.
  • Un antico lampadario illuminava la stanza.\ La stanza era illuminata dal suono delle campane.
  • La maestra ha richiamato l’alunno distratto.\ L’alunno distratto è stato richiamato dalla maestra.
  • Un incendio ha distrutto il bosco. \ Il bosco è stato distrutto da un incendio.
  • Il sole illumina la finestra.\ La finestra è illuminata dal sole.
  • Il contadino ara il campo. \ Il campo è arato dal contadino.
  • Un rumore improvviso ha svegliato il bambino.\Il bambino è stato svegliato da un rumore improvviso.
  • Verso sera andammo al mare.
  • Un pallone ha rotto il vetro della finestra.\ Il vetro della finestra è stato rotto da un pallone.
  • Le fotografie sono riuscite sfocate.
  • Uno scoiattolo sgranocchia una nocciola sul ramo.\ Una nocciola sul ramo è sgranocchiata da uno scoiattolo.
  • Lo smog rovina i monumenti cittadini.\ I monumenti cittadini sono rovinati dallo smog.

Esercizio n° 3

Colora i verbi che possono avere sia la forma attiva che passiva.

camminare – arrossire – albeggiare – costruire – nevicare – ritagliare – tremare – nutrireraggiungeresaltarericiclare – cadere.

 Esercizio n° 4

Trasforma la frase da passiva ad attiva.

  • Questa collana è stata creata da un famoso gioielliere.\ Un famoso gioielliera ha creato questa collana.
  • La finestra è stata rotta dai bambini della quinta.\I bambini della quinta hanno rotto la finestra.
  • La Gioconda fu dipinta da Leonardo.\ Leonardo dipinse la Gioconda.
  • La banca è svaligiata dai ladri.\ I ladri svaligiano la banca.
  • Molte volte lo scudetto è stato vinto dal Milan.\ Il Milan molte volte ha vinto lo scudetto.
  • I compiti verranno corretti in classe dall’insegnante.\ L’insegnante corresse i compiti in classe.
  • Enrico era stato avvertito del tuo arrivo dalla mamma.\ La mamma aveva avvertito Enrico del tuo arrivo.
  • Il telegramma fu inviato da Claudia con urgenza.\ Claudia inviò il telegramma con urgenza.
  • Giulia fu ospitata da Mara nella sua casa di campagna.\ Mara ospitò Giulia nella sua casa di campagna.

Esercizio n° 5

Trasforma le espressioni attive in frasi di forma passiva, sottolineando la frase che non può essere trasformata.

  1. Ho accompagnato a casa un mio amico. \Un mio amico è stato accompagnato a casa da me.
  2. Il treno è arrivato con dieci minuti di ritardo. 
  3. Il capostazione ha annunciato il ritardo del treno. \ Il ritardo del treno è stato annunciato dal capostazione.
  4. Il contadino aveva rinchiuso tutte le galline nel pollaio. \Tutte le galline erano state rinchiuse dal contadino nel pollaio.
  5. Il temporale ci ha sorpreso mentre tornavamo a casa. \ Mentre tornavamo a casa siamo stati sorpresi dal temporale.
  6. Tu non mi rispetti.

Esercizio n° 6

Colora di rosso i verbi attivi (10) e di blu quelli passivi. (4)

Il corvo raggiunse il comignolo di una casa che era stata distrutta dall’incendio e guardò attorno. Ovunque regnava un profondo silenzio.

Le sue riflessioni furono interrotte da un leggero rumore. Sentì sul dorso la stretta di artigli acuminati. Si liberò gracchiando di terrore ma perse l’equilibrio e cadde dentro un comignolo. Fu avvolto da una nuvola nera di fumo, così densa da farlo tossire. Due occhi gialli lo fissavano dall’alto. “Un gatto!” pensò il corvo. “Ogni volta che atterro da qualche parte vengo aggredito da un gatto”.

Esercizio n° 7

Indica accanto alle forme verbali se sono attive (A) o passive (P).

  1. Quella studentessa è ammirata (P) dai compagni.
  2. I miei cugini sono stati invitati (P) da Luca.
  3. Lo spettacolo è iniziato (P) da poco.
  4. Gli attori inizieranno (A) lo spettacolo tra poco.
  5. Lo spettacolo è stato iniziato (P) dagli attori.
  6. I colpevoli furono individuati (P) dalla polizia.
  7. La polizia individuò i colpevoli.(A)
  8. Questa sinfonia sarebbe stata composta (P) da Rossini.
  9. La sera sarebbero andati (A) a cena da lui.
  10. Nicola è stato chiamato (P) per la parte del protagonista.

Esercizio n° 8

Completa le frasi seguenti sostituendo all’infinito del verbo la forma passiva nel tempo richiesto.

  1. Tu (ringraziare – pass. pross.) sei stato ringraziato da tutti.
  2. Tu (lodare – imperfetto) eri lodato da tutti.
  3. La vallata (illuminare – pass. rem.) fu illuminata dal sole.
  4. Il pranzo (preparare – futuro semplice) sarà preparato da un grande cuoco.
  5. La partita (vincere – pass. pross.) è stata vinta dagli avversari.
  6. L’uva (raccogliere – presente) è raccolta dai contadini.
  7. I giocatori ( convocare – imperfetto) erano convocati dall’allenatore.
  8. Il film (approvare – pass. prossimo) è stato approvato dalla critica.
  9. L’arrosto (divorare – pass. rem) fu divorato dal cane.
  10. Il valico (bloccare – imperfetto) era bloccato dalla neve.
  11. La spiaggia (invadere – futuro sempl.) sarà invasa dai turisti.
  12. Il bambino (lavare – pass. pross.) è stato lavato dalla nonna nella vasca.

Esercizio n° 9

Riscrivi le frasi trasformandole da attive in passive, mantenendo lo stesso modo e lo stesso tempo verbale.

  1. La campanella segnala l’intervallo.\ L’intervallo è segnalato dalla campanella.
  2. Le onde bagnavano la spiaggia. \ La spiaggia era bagnata dalle onde.
  3. Mario prese il libro dallo scaffale. \ Il libro fu preso dallo scaffale da Mario.
  4. Lo scienziato aveva risolto il problema. \ Il problema era stato risolto dallo scienziato.
  5. Un giornalista presenterà il telegiornale.\ Il telegiornale sarà presentato dal giornalista.
  6. L’attaccante ha segnato un goal. \Un goal è stato segnato dall’attaccante.
  7. L’uragano abbatte gli alberi. \Gli alberi sono abbattuti dall’uragano.
  8. Giuseppe portava un mazzo di rose. \ Un mazzo di rose era portatoi da Giuseppe.
  9. Il fiume ha rotto gli argini. \ Gli argini sono stati rotti dal fiume.
  10.  I compagni chiamano Sergio.\ Sergio è chiamato dai compagni.
  11. L’edicolante vende i giornali. \ I giornali sono venduti dall’edicolante.

Esercizio n° 10

Riscrivi le frasi seguenti trasformandole da passive in attive.

  1. Diverse automibili venivano fermate dai poliziotti. \I poliziotti fermavano diverse automobili.
  2. Da più di un’ora sei atteso da tutti. \Tutti ti attendono da più di un’ora.
  3. La fattoria è affiancata da un ampio vigneto. \ Un ampio vigneto affianca la fattoria.
  4. Il raccolto è stato distrutto dalla grandine. \ La grandine ha distrutto il raccolto.
  5. La lettera fu rinviata al mittente dal portiere. \ Il portiere rinviò la lettera al mittente.
  6. La partità sarà stata annullata dall’arbitro per la pioggia. \ L’arbitro avrà annullato la partita per la pioggia.
  7. La neve veniva spalata via durante la notte. \ Durante la notte spalavano la neve.
  8. La riunione sarà presieduta dal professore di matematica. \ Il professore di matematica presiederà la riunione.
  9. Fu gettata una cima in mare dal marinaio. \ Il marinaio gettò una cima in mare.

Esercizio n° 11

Trasforma le frasi attive in passive e viceversa.

  1. Ho comprato la verdura fresca al mercato del mio quartiere. \ La verdura fresca è stata comprata da me al mercato del mio paese.
  2. Il vento scuoteva le pianticelle.\ Le pianticelle erano scosse dal vento.
  3. Il bambino seleziona i francobolli. \ I francobolli sono selezionati dal bambino.
  4. Il medico ha curato il paziente. \ Il paziente è stato curato dal medico.
  5. Il Natale è atteso dai bambini. \ I bambini attendono il Natale.
  6. Le peonie sono state distrutte dalla pioggia. \ La pioggia ha distrutto le peonie.
  7. La vignetta fu disegnata da un famoso caricaturista. \ Un famoso caricaturista disegnò la vignetta.
  8. Un’onda altissima investì la nave.\La nave fu investita da un’unda altissima.
  9. Il consiglio d’istituto discuterà le proposte d’orario.\Le proposte d’orario per il prossimo anno saranno discusse dal consiglio d’istituto.
  10. Le insegnanti di scienze accompagneranno i ragazzi nelle uscite naturalistiche.\ Nelle uscite naturalistiche i ragazzi saranno accompagnati dalle insegnanti di scienze.

Esercizi sulla maiuscola

Esercizi sulle maiuscole

Esercizio n° 1

Cancella la forma errata.

  • L’uomo scoprì l’allevamento e l’agricoltura nel neolitico\Neolitico.
  • Napoli\napoli è il capoluogo\Capoluogo della campania\Campania.
  • A Carnevale\ carnevale nella mia scuola facciamo una festa in maschera.
  • Gli egizi\Egizi abitavano nella terra bagnata dal nilo \Nilo.
  • Per il compleanno il babbo mi ha pagato l’abbonamento al giornalino focus\Focus.
  • Per gli spettacoli, i romani\Romani costruirono il circo massimo \Circo Massimo e il colosseo \Colosseo.

Esercizio n° 2

Correggi le frasi seguenti, inserendo la lettera maiuscola quando lo ritieni opportuno.

  1. La fontana di trevi, il colosseo e il pantheon sono fra i monumenti più conosciuti di roma.
  2. Gli etruschi e i romani erano popoli dell’antichità.
  3. La rai ha sede a roma.
  4. A capodanno il presidente della repubblica rivolge un saluto agli italiani.
  5. La bibbia è un testo sacro che parla di dio.
  6. La sede dell’onu è a new york.
  7. Ho visto il museo del louvre.
  8. Nella chiesa di santa croce a firenze sono sepolti molti personaggi illustri d’italia.
  9. La pietà è una famosa scultura di michelangelo.
  10. Il monte bianco è il sistema montuoso più alto delle alpi.

Esercizio n° 3

Correggi le parole che erroneamente sono state scritte con la maiuscola.

  1. Ieri è venuta da noi la Nonna di Maria.
  2. Mi piace molto andare al Teatro San Carlo.
  3. Nell’Aula Magna si incontreranno genitori e alunni.
  4. Molti Capi di Stato visitano il Papa.
  5. Alla Televisione e alla Radio trasmettono molti programmi.
  6. Il Lunedì è il primo giorno della Settimana.
  7. La Signora Ferrari arriverà nel mese di Luglio.
  8. Natale ricorda la Nascita del Signore.
  9. Il Dio dei Musulmani è Allah.
  10. Nell’ora di Matematica abbiamo ripassato il Teorema di Pitagora e quello di Talete.

Esercizio n° 4

Riscrivi il testo inserendo le maiuscole quando sono necessarie.

nino e giorgio giunsero sul grande viale alberato che costeggiava il ticino, azzurro e scintillante sotto il sole, e un quarto d’ora dopo arrivarono alla baracca del nonno di marco, il vecchio luigi, detto luis, barcaiolo, noleggiatore e custode di barche. quando arrivarono i due ragazzi, il vecchio luis stava sistemando la sua lenza.

“buongiorno, signor luigi”, disse nino, scendendo dalla bici e facendosi avanti. ” buongiorno, signor luigi” fece eco giorgio. “c’è marco?” il vecchio luis si strinse con rispetto nelle spalle: ” sì che c’è, quel lazzarone” rispose. ” ma se volete parlargli fate in fretta e poi lasciatelo lavorare!”

Esercizio n° 5

Correggi opportunamente le minuscole in maiuscole.

  1. Siamo stati a roma e abbiamo visitato il colosseo, la città del vaticano, i palazzi imperiali sul palatino.
  2. Ogni tanto il mio cane scompare e per quanto io lo chiami: ” lampo! lampo!” non si fa più vedere per alcune ore.
  3. Abbiamo pranzato a baiardo, che è un paese della liguria.
  4. Il quattrocento è il secolo in cui si sviluppa il movimento detto umanesimo.
  5. Pinocchio uccide il grillo parlante, e si lascia ingannare dal gatto e dalla volpe.
  6. Mi piace leggere linus.
  7. Hai letto il libro intitolato ” il piccolo principe”? è bellissimo.
  8. L’africa è un continente  che ha grandi deserti: il più ampio è il deserto del sahara.
  9. Alla fine del settecento scoppiò la rivoluzione francese.
  10. Ho letto una storia in cui un personaggio si chiamava amore, perchè era il dio dell’amore.
  11. Sono tutti pazzi per internet, ma io non so quasi cos’è.
  12. Il monte bianco è alto 4810 metri.

Svolgimento

Esercizio n° 1

Cancella la forma errata.

  • L’uomo scoprì l’allevamento e l’agricoltura nel Neolitico.
  • Napoli è il capoluogo\Capoluogo della campania\Campania.
  • A Carnevale nella mia scuola facciamo una festa in maschera.
  • Gli Egizi abitavano nella terra bagnata dal Nilo.
  • Per il compleanno il babbo mi ha pagato l’abbonamento al giornalino Focus.
  • Per gli spettacoli, Romani costruirono il Circo Massimo e il Colosseo.

Esercizio n° 2

Correggi le frasi seguenti, inserendo la lettera maiuscola quando lo ritieni opportuno.

  1. La fontana di Trevi, il Colosseo e il Pantheon sono fra i monumenti più conosciuti di Roma.
  2. Gli Etruschi e i Romani erano popoli dell’antichità.
  3. La Rai ha sede a Roma.
  4. A Capodanno il presidente della Repubblica rivolge un saluto agli Italiani.
  5. La Bibbia è un testo sacro che parla di Dio.
  6. La sede dell’Onu è a New York.
  7. Ho visto il museo del Louvre.
  8. Nella chiesa di Santa Croce a Firenze sono sepolti molti personaggi illustri d’Italia.
  9. La Pietà è una famosa scultura di Michelangelo.
  10. Il monte Bianco è il sistema montuoso più alto delle Alpi.

Esercizio n° 3

Correggi le parole che erroneamente sono state scritte con la maiuscola.

  1. Ieri è venuta da noi la nonna di Maria.
  2. Mi piace molto andare al teatro San Carlo.
  3. Nell’aula Magna si incontreranno genitori e alunni.
  4. Molti capi di Stato visitano il Papa.
  5. Alla televisione e alla radio trasmettono molti programmi.
  6. Il lunedì è il primo giorno della settimana.
  7. La signora Ferrari arriverà nel mese di luglio.
  8. Natale ricorda la nascita del Signore.
  9. Il dio dei musulmani è Allah.
  10. Nell’ora di matematica abbiamo ripassato il teorema di Pitagora e quello di Talete.

Esercizio n° 4

Riscrivi il testo inserendo le maiuscole quando sono necessarie.

Nino e Giorgio giunsero sul grande viale alberato che costeggiava il Ticino, azzurro e scintillante sotto il sole, e un quarto d’ora dopo arrivarono alla baracca del nonno di Marco, il vecchio Luigi, detto Luis, barcaiolo, noleggiatore e custode di barche. Quando arrivarono i due ragazzi, il vecchio Luis stava sistemando la sua lenza.

Buongiorno, signor Luigi”, disse Nino, scendendo dalla bici e facendosi avanti. ” Buongiorno, signor Luigi” fece eco giorgio. “C‘è Marco?” Il vecchio Luis si strinse con rispetto nelle spalle: ” sì che c’è, quel lazzarone” rispose. “Ma se volete parlargli fate in fretta e poi lasciatelo lavorare!”

Esercizio n° 5

Correggi opportunamente le minuscole in maiuscole.

  1. Siamo stati a Roma e abbiamo visitato il Colosseo, la città del Vaticano, i palazzi Imperiali sul Palatino.
  2. Ogni tanto il mio cane scompare e per quanto io lo chiami: ” Lampo! Lampo!” non si fa più vedere per alcune ore.
  3. Abbiamo pranzato a Baiardo, che è un paese della Liguria.
  4. Il Quattrocento è il secolo in cui si sviluppa il movimento detto Umanesimo.
  5. Pinocchio uccide il Grillo Parlante, e si lascia ingannare dal Gatto e dalla Volpe.
  6. Mi piace leggere Linus.
  7. Hai letto il libro intitolato ” il Piccolo Principe”? è bellissimo.
  8. L’Africa è un continente  che ha grandi deserti: il più ampio è il deserto del Sahara.
  9. Alla fine del Settecento scoppiò la rivoluzione francese.
  10. Ho letto una storia in cui un personaggio si chiamava Amore, perchè era il dio dell’amore.
  11. Il monte Bianco è alto 4810 metri.

Esercizi sulle congiunzioni

Esercizi sulle congiunzioni

Esercizio n° 1

Inserisci E oppure O in base al significato della frase.

  • Preferisci uscire ………….. rimanere in casa?
  • Ti piace di più il giallo ……… il rosso?
  • Ho visto Tania ……… suo cugino in palestra.
  • …….. vengo domani, …….. vengo martedì.
  • Hai lezione al giovedì……… al sabato.
  • Non so se sono le otto …… le nove.
  • Era freddo ………. soffiava un forte vento.
  • C’è il sole ………. il cielo è nuvoloso?

Esercizio n° 2

Cancella le congiunzioni sbagliate e colora quella giusta.

  • La nonna continuava a lavorare sebbene\mentre\quando fosse molto stanca.
  • La gara doi corsa era molto difficile quindi\tuttavia\perciò Luca è arrivato primo.
  • Mi hai chiesto di lasciarti solo ma\oppure\perchè io sono rimasto.
  • Persero la partita nonostante\perchè\tuttavia avessero giocato molto bene.
  • Non aveva paura però\perchè\benchè fosse notte e risuonassero strani rumori.
  • Abbiamo finito in fretta i compiti poichè\finchè\come volevamo andare a giocare.
  • Il tuo orologio si ferma quando\ mentre\finchè ti dimentichi di usarlo per un pò di tempo.
  • Stavamo leggendo mentre\quando\dal momento che è mancata la luce.
  • Devi essere molto prudente quando\come\appena attraversi la strada.
  • Ti sei fatto tagliare i capelli quando\perchè\come erano molto lunghi?

Esercizio n° 3

Leggi il testo e colora le sei congiunzioni.

Il tuo amico Dino e la tua amica Diana sono venuti a casa mia. Sul tavolo della cucina c’era una torta: avrei potuta offrirgliela, ma io non sapevo se fosse stata preparata per noi o per gli amici dei miei genitori. Ci siamo consolati con un pò di cioccolato al latte. Poi siamo andati a giocare in cortile, però ha iniziato a piovere, perciò siamo rientrati in casa velocemente.

Esercizio n° 4

Colora di rosso il che congiunzione e di verde il che pronome relativo.

  • Preferisco leggere che scrivere.
  • Raccogli i pezzi di carta che sono in terra!
  • Pensa che domani andremo al cinema.
  • Il vaso che è caduto in terra si è rotto.
  • Ho scritto tanto che mi si è stancata la mano.
  • Ho incontrato un’amica che mi ha accompagnato a casa.

Esercizio n° 5

Nel testo sono evidenziati tutti i che. Colora di rosso il che congiunzione e in verde il che pronome relativo.

Io dico che tu sei un po’ sciocco ad avere paura di un cagnolino così piccolo che non farebbe male a nessuno. Il tuo amico Lello, che è molto più piccolo di te, gioca sempre con questo cagnolino e non vorrebbe mai lasciarlo.

Sai che uno dei primi animali che visse accanto all’uomo fu proprio il cane? Il cane, per me, è veramente il migliore amico che si possa trovare. Tu, che a scuola hai studiato la storia degli uomini primitivi, dovresti ricordartelo.

Sappi che il cane, come tutti gli animali, non attacca l’uomo che non gli fa del male: quindi non devi avere paura. E dillo ai tuoi compagni che sono fifoni come te.

Esercizio n° 6

Leggi le frasi e tra le due congiunzioni nelle parentesi cancella quella non adatta:

  • Ho visto una scala così alta (che – ma) arrivava al quarto piano.
  • La mamma nel borsellino aveva i soldi necessari per fare la spesa (infatti – tuttavia) non comprò niente.
  • Volevo comprarti un bel maglioncino (ma – sebbene) il negozio era chiuso.
  • Ero preoccupata per il ritardo (anche se – tanto più che) minacciava un temporale.
  • Le piante sono appassite (perchè- sebbene) non le hai annaffiate.
  • Corri subito a comprare il pane (perciò – altrimenti) rimarremo senza.
  • Avevo dimenticato le chiavi in macchina (invece – allora) tornai indietro a prenderle.
  • Indossa pure il tuo abito nuovo (purchè – eppure) non giochi a pallone.
  • Non ho sonno (perciò – tuttavia) vado a letto presto.
  • Metterò bene in alto il cartello (purchè – affinchè) tutti lo vedano.
  • Oggi ho da fare molti compiti (perciò – perchè) non posso andare dalla nonna.
  • Io voglio andare fuori (però – perciò) la mamma non vuole.
  • Ti ho già detto di no (ma – dunque) non insistere.

Esercizi n° 7

Sottolinea le congiunzioni presenti nelle frasi.

  1. Questo testo mi sembra difficile ma interessante.
  2. Giorgio e Luca volevano sapere perchè non sei passato da loro.
  3. Sia Marco sia Luca sono del segno dei pesci.
  4. Ti ho chiamato quando sono tornato, ma non mi ha sentito.
  5. Se non vuoi ascoltare il mio consiglio, fai come ti pare.
  6. Lucia si è ammalata e quindi non può partire.

Esercizio n° 8

Sottolinea con due colori diversi le congiunzioni coordinanti e quelle subordinanti.

  1. Non partiremo finchè il tempo non sarà migliorato e non avrà smesso di piovere.
  2. Io ti do sempre buoni consigli affinchè tu possa fare meglio, ma tu non mi stai neppure ad ascoltare.
  3. Ti porterò il quaderno e ti darò gli esercizi da copiare, ma no0n dirlo agli altri compagni.
  4. Andrò a comprare il pane, sebbene sia già tardi e non so se il negozio sarà ancora aperto.
  5. Non voglio nhè carne nè prosciutto, ma mangerei un pò di formaggio.

Esercizio n° 9

Colora nelle seguenti coppie di frasi le congiunzioni in corsivo: di rosso quando uniscono due parole (nome, aggettivi ecc.),di blu quando uniscono due proposizioni.

  1. Mi piacciono le torte e i pasticcini.\Il cielo era terso e c’erano le stelle.
  2. Verrò domani, anzi oggi pomeriggio. \ Non ho intenzione di rimandare l’appuntamento, anzi lo confermo subito.
  3. Le scriverò o andrò a trovarla.\ Preferisci un panino imbottito o una focaccia farcita?
  4. Puoi venire da noi, però porta una coperta.\Sono libri costosi, però molto interessanti.
  5. E’ allegro sia che lavori sia che riposi.\ Mi piacciono sia i film d’avventura sia quelli di fantascienza.
  6. Quell’appartamento non è più disponibile, cioè l’ho affittato. \ Marco, cioè mio fratello, arriverà domani.
  7. Non amo i cani i gatti.\ Di fronte al pericolo non bisogna perdere la calma lasciarsi vincere dal panico.
  8. Verrò presto a trovarti, ma non so ancora quando. \Mario è un ragazzo giovano ma molto impegnato.

Esercizio n° 10

Segna tra parentesi se le parole in corsivo nelle frasi seguenti sono congiunzioni semplici (s), congiunzioni composte (c) o locuzioni congiuntive (lc).

  1. Non ho ancora finito di leggere il libro, anzi l’ho appena cominciato.
  2. Non l’abbiamo proprio visto, anche se l’abbiamo aspettato a lungo.
  3. Quel poeta ha scritto anche testi per canzoni.
  4. Ogniqualvolta piove, si allaga il cortile.
  5. Me ne andrò a letto  poichè sono stanco.
  6. Devi stringere forte il rubinetto in modo che non perda acqua.
  7. Era sera, ma le luci del viale erano ancora spente.
  8. Ho sentito suonare il campanello, eppure non c’era nessuno alla porta.
  9. Dal momento che sei arrivato in anticipo, ti offro un gelato.

Esercizio n° 11

Inserisci nel brano le congiunzioni elencate: e –  e – e – e – se – che – perchè – perchè – quando – come se – come

“Imbuca questa lettera, Andrea” disse la mamma. Andrea prese la lettera ……. uscì: ……. avesse fatto qualcos’altro, non avrebbe pensato alla fame. Camminava lentamente ….. sapeva ….. correndo gli sarebbe venuta ancora più fame ……. le ore prima della cena sarebbero state ancora più lunghe. Camminò lungo i muri crollati della fabbrica, standone lontano, ……. qualche volta venivano giù pezzi, …….. il muro ricordasse all’improvviso i bombardamenti ….. tremasse per la paura, ….. capitava ad Andrea, di notte, ……. si svegliava sudato ……. bagnato, ricordando le sirene.

Esercizio n° 12

Colora nelle frasi la congiunzione corretta fra le due in corsivo.

  1. Vuoi la pizza e\o preferisci un piatto di spaghetti?
  2. Piove a dirotto, pertanto \ eppure devo uscire lo stesso.
  3. Ho sia studiato storia che \ sia fatto i compiti di matematica.
  4. Non ho preso i guanti, tuttavia \ infatti ho le mani gelate.
  5. Papà ha perso l’ultimo treno, perciò\ altrimenti tornerà domani da Roma.
  6. O ti affretti o \ e arriverai in ritardo.
  7. Eravamo tutti amici, al contrario \ per questo ci siamo divertiti.
  8. A quella mostra era esposto persino \ insomma un quadro di Raffaello.
  9. Il film era interessante anche\ però troppo lungo.
  10. Oggi mangi a scuola oppure\quindi vieni a casa?

Esercizio n° 13

Indica quale funzione hanno le congiunzioni coordinanti in corsivo: copulativa (cp), avversativa (av), disgiuntiva (dg), dichiarativa (di), conclusiva (cn) o correlativa (cr).

  1. Non sono convinto tuttavia ci proverò.
  2. Non partiremo al mattino bensì verso sera.
  3. Ieri ho mangiato troppo, perciò oggi starò leggero.
  4. Mi piace ascoltare musica sia da solo sia in compagnia.
  5. Venite a correre o restate in casa?
  6. Oggi ho giocato bene, infatti ho vinto la partita.
  7. Era molto tardi, inoltre era stanchissimo.
  8. Vuoi cucinare oppure ordinami qualcosa al ristorante cinese?
  9. L’impresa mi sembra riuscita, in effetti tutti hanno l’aria soddisfatta.
  10. Non è molto caldo, anzi è freschino.

Esercizio n° 14

  1. Verrà a trovarci (avversativa) ……… non si fermerà a lungo.
  2. Mario, dopo l’interrogazione, si sedette (copulativa) ………. trasse un profondo respiro di sollievo.
  3. (correlativa) ……..  era arrivato, …….  se ne andò: in silenzio.
  4. Mara e Sara hanno trovato il film divertente, (conclusiva) …….. hanno deciso di acquistare vil DVD.
  5. In questo posto piove, (disgiuntiva) ……… soffia il vento.
  6. Non mi piace nè disegnare nè dipingere, (conclusiva) ……. sceglierò un altro corso di studi.
  7. Luigi è un tipo cortese, (dichiarativa) ……. si distingue  per i suoi modi sgarbati.
  8. Ormai è tardi, (conclusiva) ……… me ne vado.
  9. Nessuno sapeva dove fosse finito, (copulativa)…… i suoi genitori.

Esercizio n° 15

Colora le congiunzioni subordinanti nelle seguenti frasi, poi indicane il tipo.

  1. Ho saputo che sei tornato ieri.
  2. Siccome  pioveva, ho dormito fino a tardi.
  3. E’ così bravo nel salto in alto che nessuno lo supera.
  4. Rientrerò quando farà buio.
  5. L’ho aiutato affinchè terminasse in tempo il compito.
  6. Non voglio essere interrotto mentre parlo.
  7. Questo formaggio è così molle che si può spalmare sul pane.
  8. Non mi fermerò a lungo, dal momento che la mia presenza sembra poco gradita.
  9. Non mise in vendita tutta la frutta raccolta perchè il prezzo potesse aumentare.
  10. Passò molto tempo prima che potesse riprendersi dallo spavento.

Esercizio n° 16

Individua il significato corretto delle congiunzioni in corsivo, scegliendo tra i due proposti.

  1. Vorrei proprio sapere quando ti deciderai a studiare! (temporale\interrogativa)
  2. Telefonami subito quando saprai il risultato dell’esame. (temporale\dubitativa)
  3. Andrò al cinema solo se verrà anche il mio amico Carlo. (condizionale\interrogativa)
  4. Mi chiedono tutti se anche quest’anno farai una festa per il tuo compleanno. (temporale\interrogativa)
  5. Il tempo è così caldo che possiamo fare il bagno in piscina. (dichiarativa\consecutiva)
  6. Ho letto sul giornale che è stato inagurato il nuovo museo dello sport. (interrogativa\dichiarativa)
  7. Oggi c’è uno strano clima in classe, come se fosse festa. (comparativa, modale)
  8. Luisa non è sempre gentile e simpatica come sembra. (comparativa\modale)

Esercizio n° 17

Indica se il che nelle frasi seguenti è congiunzione (c), pronome relativo (pr) o interrogativo (pi).

  1. Metti un golf, che fa freddo!
  2. Vorrei proprio sapere che sta succedendo.
  3. Dicono che una volta l’acqua del fiume sia uscita dagli argine.
  4. Voglio un libro che sia anche divertente.
  5. Mi ha assicurato che verrà.
  6. E’ piovuto così tanto che si è allagato il cortile.
  7. E’ arrivata la lettera degli zii che stavi aspettando con ansia.
  8. Non capisco di che si lamentino.
  9. Ti assicuro che questo quadro non è una copia.
  10. Il film che abbiamo visto è durato due ore.

Esercizio n° 18

Indica se il se è congiunzione condizionale (cd), interrogativa e dubitativa (i) o concessiva (cc).

  1. Mi hanno chiesto se andrò con loro.
  2. Non uscirò se continuerà a piovere.
  3. Non sappiamo se ci sarà posto per tutti.
  4. Luisa non ha ancora deciso se partire con noi.
  5. Anche se l’argomento è interessante, non possiamo ascoltare la conferenza.
  6. Hanno accolto la tua domanda d’iscrizione, anche se il tempo era scaduto.
  7. Marta partirà con noi se torneremo prima di domenica.
  8. Non riesco a sentire nulla, se non abbassi il volume del televisore.

Esercizio n° 19

Scrivi una congiunzione coordinante del tipo indicato tra parentesi.

  1. In questo momento non ho voglia di divertirmi (copulativa negativa) …….. di ridere.
  2. La mia sorellina pare scontrosa (avversativa)….. in fondo è cortese.
  3. Ho sostenuto benissimo l’esame: (conclusiva…… mi hanno dato il punteggio massimo.
  4. Nella stagione più fredda, (esplicativa)…….. d’inverno, abbiamo bisogno di abitii pesanti.
  5. Non si possono avere le due cose: occorre scegliere (correlative)  …….. l’una …..   l’altra.
  6. Oggi il tempo è buono, (avversativa)………. il servizio metereologico della radio ha previsto un cambiamento.
  7. Caramelle (copulativa) ……….. cioccolatini nuociono alla salute dei denti.
  8. Preferisci il tè (disgiuntiva) ………… il caffè?
  9. E’ tornata da un viaggio faticoso: (conclusiva)………. è stanca.

Esercizio n° 20

Inserisci negli appositi spazi le congiunzioni adatte tra quelle del seguente elenco: se, ma, benchè, dato che, affinchè, nè, qualora, come.

  1. Cortina è una splendida località sciistica, …….. forse è un po’ troppo cara per noi.
  2. I fatti si sono svolti proprio………. avevi detto tu.
  3. Siamo ancora in tempo per il circo,…….. sia ormai tardi per fermarci prima a mangiare un gelato.
  4. Prenderemo dedi provvedimenti,…….. fosse necessario.
  5. Il ragù deve essere cotto per lungo tempo a fuoco basso,………. possa raggiungere una cottura ottimale.
  6. ……… riuscissi a ottenere i biglietti per il concerto, potremmo andarci insieme.
  7. Forse domani non ci saranno interrogazioni, ……….. oggi andremo a teatro con tutta la classe.
  8. Non dico che sia un brutto libro,………. che sia bello.

Esercizio n° 21

Colora di rosso la congiunzione in corsivo se è coordinante (c) e di blu se e subordinante

  1. Parla come mangi.
  2. Finchè c’è vita c’è speranza.
  3. Con il superenalotto si distribuiscono miliardi come se piovessero.
  4. Strilli come un matto, eppure è solo un taglietto.
  5. Ieri ti hanno cercato al telefono dopo che te ne eri andato.
  6. Abbiamo una certa fretta, tuttavia aspetteremo ancora qualche minuto.
  7. La giuria non ha saputo decidere, pertanto ci sarà un “ex equo”.
  8. Ti farò una confidenza a patto che tu non la riferisca a nessuno.
  9. Ho preparato dei riassunti schematici affinchè ti sia più facile studiare.
  10. Benchè l’acqua mi facesse paura, ho imparato a nuotare.
  11. L’acqua mi faceva paura, tuttavia ho imparato a nuotare.
  12. Poichè l’acqua non mi ha mai fatto paura, sono una beava nuotatrice.

Esercizio n° 22

Colora le congiunzioni avversative presenti nelle seguenti frasi.

  1. Io sono venuta a cercarti, ma tu non c’eri.
  2. Potrei anche crederti, però devi dirmi la verità.
  3. Il risotto era buono, però un po’ insipido.
  4. Il ponte era bello, ma cadente.
  5. Siamo stati al concerto, però non ci è piaciuto.
  6. Io non sono Giacomo, ma suo fratello Piero.
  7. Avete ragione, comunque ora cercate di calmarvi.
  8. Il treno è lento, però abbastanza puntuale.
  9. Giovanna studia poco, tuttavia se la cava discretamente.

Esercizio n° 23

Indica se le congiunzioni presenti nelle frasi sono disgiuntive (disg), copulative (cop) o avversative (avv).

  1. Abbiamo camminato molto, ma non siamo stanchi.
  2. Enza era tornata veramente o quello era solo un sogno?
  3. Rosa non ha un ragazzo e non sembra intenzionata ad averlo.
  4. Il tempo si è rasserenato, ma prima ha fatto un vero diluvio.
  5. Il mare è molto mosso e le navi non sono partite.
  6. Domani non andremo a scuola ma in fabbrica per gli stages.
  7. Non sapevo se rispondere o far finta di niente.

Svolgimento

Esercizio n° 1

Inserisci E oppure O in base al significato della frase.

  • Preferisci uscire o rimanere in casa?
  • Ti piace di più il giallo o il rosso?
  • Ho visto Tania e suo cugino in palestra.
  • O vengo domani,o vengo martedì.
  • Hai lezione al giovedì e al sabato.
  • Non so se sono le otto o le nove.
  • Era freddo e soffiava un forte vento.
  • C’è il sole o il cielo è nuvoloso?

Esercizio n° 2

Cancella le congiunzioni sbagliate e colora quella giusta.

  • La nonna continuava a lavorare sebbene fosse molto stanca.
  • La gara doi corsa era molto difficile tuttavia Luca è arrivato primo.
  • Mi hai chiesto di lasciarti solo ma io sono rimasto.
  • Persero la partita nonostante avessero giocato molto bene.
  • Non aveva paura benchè fosse notte e risuonassero strani rumori.
  • Abbiamo finito in fretta i compiti poichè volevamo andare a giocare.
  • Il tuo orologio si ferma quando ti dimentichi di usarlo per un pò di tempo.
  • Stavamo leggendo mentre è mancata la luce.
  • Devi essere molto prudente quando attraversi la strada.
  • Ti sei fatto tagliare i capelli perchè erano molto lunghi?

Esercizio n° 3

Leggi il testo e colora le sei congiunzioni.

Il tuo amico Dino e la tua amica Diana sono venuti a casa mia. Sul tavolo della cucina c’era una torta: avrei potuta offrirgliela, ma io non sapevo se fosse stata preparata per noi o per gli amici dei miei genitori. Ci siamo consolati con un pò di cioccolato al latte. Poi siamo andati a giocare in cortile, però ha iniziato a piovere, perciò siamo rientrati in casa velocemente.

Esercizio n° 4

Colora di rosso il che congiunzione e di verde il che pronome relativo.

  • Preferisco leggere che scrivere.
  • Raccogli i pezzi di carta che sono in terra!
  • Pensa che domani andremo al cinema.
  • Il vaso che è caduto in terra si è rotto.
  • Ho scritto tanto che mi si è stancata la mano.
  • Ho incontrato un’amica che mi ha accompagnato a casa.

Esercizio n° 5

Nel testo sono evidenziati tutti i che. Colora di rosso il che congiunzione e in verde il che pronome relativo.

Io dico che tu sei un po’ sciocco ad avere paura di un cagnolino così piccolo che non farebbe male a nessuno. Il tuo amico Lello, che è molto più piccolo di te, gioca sempre con questo cagnolino e non vorrebbe mai lasciarlo.

Sai che uno dei primi animali che visse accanto all’uomo fu proprio il cane? Il cane, per me, è veramente il migliore amico che si possa trovare. Tu, che a scuola hai studiato la storia degli uomini primitivi, dovresti ricordartelo.

Sappi che il cane, come tutti gli animali, non attacca l’uomo che non gli fa del male: quindi non devi avere paura. E dillo ai tuoi compagni che sono fifoni come te,

 Esercizio n° 6

Leggi le frasi e tra le due congiunzioni nelle parentesi cancella quella non adatta:

  • Ho visto una scala così alta che arrivava al quarto piano.
  • La mamma nel borsellino aveva i soldi necessari per fare la spesa  tuttavia non comprò niente.
  • Volevo comprarti un bel maglioncino ma il negozio era chiuso.
  • Ero preoccupata per il ritardo tanto più che minacciava un temporale.
  • Le piante sono appassite perchè non le hai annaffiate.
  • Corri subito a comprare il pane altrimenti rimarremo senza.
  • Avevo dimenticato le chiavi in macchina  allora tornai indietro a prenderle.
  • Indossa pure il tuo abito nuovo purchè  non giochi a pallone.
  • Non ho sonno  tuttavia vado a letto presto.
  • Metterò bene in alto il cartello  affinchè tutti lo vedano.
  • Oggi ho da fare molti compiti perciò  non posso andare dalla nonna.
  • Io voglio andare fuori però  la mamma non vuole.
  • Ti ho già detto di no dunque non insistere.

 Esercizi n° 7

Sottolinea le congiunzioni presenti nelle frasi.

  1. Questo testo mi sembra difficile ma interessante.
  2. Giorgio e Luca volevano sapere perchè non sei passato da loro.
  3. Sia Marco sia Luca sono del segno dei pesci.
  4. Ti ho chiamato quando sono tornato, ma non mi ha sentito.
  5. Se non vuoi ascoltare il mio consiglio, fai come ti pare.
  6. Lucia si è ammalata e quindi non può partire.

Esercizio n° 8

Sottolinea con due colori diversi le congiunzioni coordinanti e quelle subordinanti.

  1. Non partiremo finchè il tempo non sarà migliorato e non avrà smesso di piovere.
  2. Io ti do sempre buoni consigli affinchè tu possa fare meglio, ma tu non mi stai neppure ad ascoltare.
  3. Ti porterò il quaderno e ti darò gli esercizi da copiare, ma no0n dirlo agli altri compagni.
  4. Andrò a comprare il pane, sebbene sia già tardi e non so se il negozio sarà ancora aperto.
  5. Non voglio carne prosciutto, ma mangerei un pò di formaggio.

Esercizio n° 9

Colora nelle seguenti coppie di frasi le congiunzioni in corsivo: di rosso quando uniscono due parole (nome, aggettivi ecc.),di blu quando uniscono due proposizioni.

  1. Mi piacciono le torte e i pasticcini.\Il cielo era terso e c’erano le stelle.
  2. Verrò domani, anzi oggi pomeriggio. \ Non ho intenzione di rimandare l’appuntamento, anzi lo confermo subito.
  3. Le scriverò o andrò a trovarla.\ Preferisci un panino imbottito o una focaccia farcita?
  4. Puoi venire da noi, però porta una coperta.\Sono libri costosi, però molto interessanti.
  5. E’ allegro sia che lavori sia che riposi.\ Mi piacciono sia i film d’avventura sia quelli di fantascienza.
  6. Quell’appartamento non è più disponibile, cioè l’ho affittato. \ Marco, cioè mio fratello, arriverà domani.
  7. Non amo i cani i gatti.\ Di fronte al pericolo non bisogna perdere la calma lasciarsi vincere dal panico.
  8. Verrò presto a trovarti, ma non so ancora quando. \Mario è un ragazzo giovano ma molto impegnato.

Esercizio n° 10

Segna tra parentesi se le parole in corsivo nelle frasi seguenti sono congiunzioni semplici (s), congiunzioni composte (c) o locuzioni congiuntive (lc).

  1. Non ho ancora finito di leggere il libro, anzi l’ho appena cominciato. (s)
  2. Non l’abbiamo proprio visto, anche se l’abbiamo aspettato a lungo. (lc)
  3. Quel poeta ha scritto anche testi per canzoni. (s)
  4. Ogniqualvolta piove, si allaga il cortile. (c)
  5. Me ne andrò a letto  poichè sono stanco. (s)
  6. Devi stringere forte il rubinetto in modo che non perda acqua. (lc)
  7. Era sera, ma le luci del viale erano ancora spente. (s)
  8. Ho sentito suonare il campanello, eppure non c’era nessuno alla porta. (c)
  9. Dal momento che sei arrivato in anticipo, ti offro un gelato. (lc)

Esercizio n° 11

Inserisci nel brano le congiunzioni elencate: e –  e – e – e – se – che – perchè – perchè – quando – come se – come

“Imbuca questa lettera, Andrea” disse la mamma. Andrea prese la lettera e uscì: se avesse fatto qualcos’altro, non avrebbe pensato alla fame. Camminava lentamente perchè sapeva che correndo gli sarebbe venuta ancora più fame e le ore prima della cena sarebbero state ancora più lunghe. Camminò lungo i muri crollati della fabbrica, standone lontano,perchè qualche volta venivano giù pezzi,come se il muro ricordasse all’improvviso i bombardamenti e tremasse per la paura, come capitava ad Andrea, di notte, quando si svegliava sudato e bagnato, ricordando le sirene.

Esercizio n° 12

Colora nelle frasi la congiunzione corretta fra le due in corsivo.

  1. Vuoi la pizza e\o preferisci un piatto di spaghetti?
  2. Piove a dirotto, pertanto \ eppure devo uscire lo stesso.
  3. Ho sia studiato storia che \ sia fatto i compiti di matematica.
  4. Non ho preso i guanti, tuttavia \ infatti ho le mani gelate.
  5. Papà ha perso l’ultimo treno, perciò\ altrimenti tornerà domani da Roma.
  6. O ti affretti o \ e arriverai in ritardo.
  7. Eravamo tutti amici, al contrario \ per questo ci siamo divertiti.
  8. A quella mostra era esposto persino \ insomma un quadro di Raffaello.
  9. Il film era interessante anche\ però troppo lungo.
  10. Oggi mangi a scuola oppure\quindi vieni a casa?

Esercizio n° 13

Indica quale funzione hanno le congiunzioni coordinanti in corsivo: copulativa (cp), avversativa (av), disgiuntiva (dg), dichiarativa (di), conclusiva (cn) o correlativa (cr).

  1. Non sono convinto tuttavia ci proverò. (av)
  2. Non partiremo al mattino bensì verso sera. (av)
  3. Ieri ho mangiato troppo, perciò oggi starò leggero. (cn)
  4. Mi piace ascoltare musica sia da solo sia in compagnia. (cr)
  5. Venite a correre o restate in casa? (dg)
  6. Oggi ho giocato bene, infatti ho vinto la partita. (di)
  7. Era molto tardi, inoltre era stanchissimo. (cp)
  8. Vuoi cucinare oppure ordinami qualcosa al ristorante cinese? (dg)
  9. L’impresa mi sembra riuscita, in effetti tutti hanno l’aria soddisfatta. (di)
  10. Non è molto caldo, anzi è freschino. (av)

Esercizio n° 14

  1. Verrà a trovarci (avversativa) ma non si fermerà a lungo.
  2. Mario, dopo l’interrogazione, si sedette (copulativa) e trasse un profondo respiro di sollievo.
  3. (correlativa) Come era arrivato, così  se ne andò: in silenzio.
  4. Mara e Sara hanno trovato il film divertente, (conclusiva) quindi hanno deciso di acquistare vil DVD.
  5. In questo posto piove, (disgiuntiva) oppure soffia il vento.
  6. Non mi piace nè disegnare nè dipingere, (conclusiva) per questo sceglierò un altro corso di studi.
  7. Luigi è un tipo cortese, (dichiarativa) infatti si distingue  per i suoi modi sgarbati.
  8. Ormai è tardi, (conclusiva) perciò me ne vado.
  9. Nessuno sapeva dove fosse finito, (copulativa) neanche i suoi genitori.

Esercizio n° 15

Colora le congiunzioni subordinanti nelle seguenti frasi, poi indicane il tipo.

  1. Ho saputo che sei tornato ieri. (dichiarativa)
  2. Siccome  pioveva, ho dormito fino a tardi. (causale)
  3. E’ così bravo nel salto in alto che nessuno lo supera. (consecutiva)
  4. Rientrerò quando farà buio. (temporale)
  5. L’ho aiutato affinchè terminasse in tempo il compito. (finale)
  6. Non voglio essere interrotto mentre parlo. (temporale)
  7. Questo formaggio è così molle che si può spalmare sul pane. (consecutiva)
  8. Non mi fermerò a lungo, dal momento che la mia presenza sembra poco gradita. (causale)
  9. Non mise in vendita tutta la frutta raccolta perchè il prezzo potesse aumentare. (finale)
  10. Passò molto tempo prima che potesse riprendersi dallo spavento. (dichiarativa)

Esercizio n° 16

Individua il significato corretto delle congiunzioni in corsivo, scegliendo tra i due proposti.

  1. Vorrei proprio sapere quando ti deciderai a studiare! (temporale\interrogativa)
  2. Telefonami subito quando saprai il risultato dell’esame. (temporale\dubitativa)
  3. Andrò al cinema solo se verrà anche il mio amico Carlo. (condizionale\interrogativa)
  4. Mi chiedono tutti se anche quest’anno farai una festa per il tuo compleanno. (temporale\interrogativa)
  5. Il tempo è così caldo che possiamo fare il bagno in piscina. (dichiarativa\consecutiva)
  6. Ho letto sul giornale che è stato inagurato il nuovo museo dello sport. (interrogativa\dichiarativa)
  7. Oggi c’è uno strano clima in classe, come se fosse festa. (comparativa, modale)
  8. Luisa non è sempre gentile e simpatica come sembra. (comparativa\modale)

Esercizio n° 17

Indica se il che nelle frasi seguenti è congiunzione (c), pronome relativo (pr) o interrogativo (pi).

  1. Metti un golf, che fa freddo! (c)
  2. Vorrei proprio sapere che sta succedendo. (pi)
  3. Dicono che una volta l’acqua del fiume sia uscita dagli argine.(c)
  4. Voglio un libro che sia anche divertente. (pr)
  5. Mi ha assicurato che verrà.(c)
  6. E’ piovuto così tanto che si è allagato il cortile.(c)
  7. E’ arrivata la lettera degli zii che stavi aspettando con ansia.(pr)
  8. Non capisco di che si lamentino.(pi)
  9. Ti assicuro che questo quadro non è una copia.(c)
  10. Il film che abbiamo visto è durato due ore.(pr)

Esercizio n° 18

Indica se il se è congiunzione condizionale (cd), interrogativa e dubitativa (i) o concessiva (cc).

  1. Mi hanno chiesto se andrò con loro.(i)
  2. Non uscirò se continuerà a piovere. (cd)
  3. Non sappiamo se ci sarà posto per tutti. (i)
  4. Luisa non ha ancora deciso se partire con noi. (i)
  5. Anche se l’argomento è interessante, non possiamo ascoltare la conferenza. (cc)
  6. Hanno accolto la tua domanda d’iscrizione, anche se il tempo era scaduto. (cc)
  7. Marta partirà con noi se torneremo prima di domenica. (cd)
  8. Non riesco a sentire nulla, se non abbassi il volume del televisore. (cd)

Esercizio n° 19

Scrivi una congiunzione coordinante del tipo indicato tra parentesi.

  1. In questo momento non ho voglia di divertirmi (copulativa negativa) neanche di ridere.
  2. La mia sorellina pare scontrosa (avversativa) però in fondo è cortese.
  3. Ho sostenuto benissimo l’esame: (conclusiva) per questo mi hanno dato il punteggio massimo.
  4. Nella stagione più fredda, (esplicativa) dunque d’inverno, abbiamo bisogno di abitii pesanti.
  5. Non si possono avere le due cose: occorre scegliere (correlative)  o l’una o l’altra.
  6. Oggi il tempo è buono, (avversativa) ma il servizio metereologico della radio ha previsto un cambiamento.
  7. Caramelle (copulativa) e cioccolatini nuociono alla salute dei denti.
  8. Preferisci il tè (disgiuntiva) o il caffè?
  9. E’ tornata da un viaggio faticoso: (conclusiva) dunque è stanca.

Esercizio n° 20

Inserisci negli appositi spazi le congiunzioni adatte tra quelle del seguente elenco: se, ma, benchè, dato che, affinchè, nè, qualora, come.

  1. Cortina è una splendida località sciistica, maforse è un po’ troppo cara per noi.
  2. I fatti si sono svolti proprio come avevi detto tu.
  3. Siamo ancora in tempo per il circo, benchè  sia ormai tardi per fermarci prima a mangiare un gelato.
  4. Prenderemo dedi provvedimenti, qualora fosse necessario.
  5. Il ragù deve essere cotto per lungo tempo a fuoco basso, affinchè possa raggiungere una cottura ottimale.
  6. Se riuscissi a ottenere i biglietti per il concerto, potremmo andarci insieme.
  7. Forse domani non ci saranno interrogazioni, dato che oggi andremo a teatro con tutta la classe.
  8. Non dico che sia un brutto libro, nè che sia bello.

Esercizio n° 21

Colora di rosso la congiunzione in corsivo se è coordinante (c) e di blu se e subordinante

  1. Parla come mangi.
  2. Finchè c’è vita c’è speranza.
  3. Con il superenalotto si distribuiscono miliardi come se piovessero.
  4. Strilli come un matto, eppure è solo un taglietto.
  5. Ieri ti hanno cercato al telefono dopo che te ne eri andato.
  6. Abbiamo una certa fretta, tuttavia aspetteremo ancora qualche minuto.
  7. La giuria non ha saputo decidere, pertanto ci sarà un “ex equo”.
  8. Ti farò una confidenza a patto che tu non la riferisca a nessuno.
  9. Ho preparato dei riassunti schematici affinchè ti sia più facile studiare.
  10. Benchè l’acqua mi facesse paura, ho imparato a nuotare.
  11. L’acqua mi faceva paura, tuttavia ho imparato a nuotare.
  12. Poichè l’acqua non mi ha mai fatto paura, sono una beava nuotatrice.

Esercizio n° 22

Colora le congiunzioni avversative presenti nelle seguenti frasi.

  1. Io sono venuta a cercarti, ma tu non c’eri.
  2. Potrei anche crederti, però devi dirmi la verità.
  3. Il risotto era buono, però un po’ insipido.
  4. Il ponte era bello, ma cadente.
  5. Siamo stati al concerto, però non ci è piaciuto.
  6. Io non sono Giacomo, ma suo fratello Piero.
  7. Avete ragione, comunque ora cercate di calmarvi.
  8. Il treno è lento, però abbastanza puntuale.
  9. Giovanna studia poco, tuttavia se la cava discretamente.

Esercizio n° 23

Indica se le congiunzioni presenti nelle frasi sono disgiuntive (disg), copulative (cop) o avversative (avv).

  1. Abbiamo camminato molto, ma non siamo stanchi. (avv)
  2. Enza era tornata veramente o quello era solo un sogno? (disg)
  3. Rosa non ha un ragazzo e non sembra intenzionata ad averlo. (cop)
  4. Il tempo si è rasserenato, ma prima ha fatto un vero diluvio. (avv)
  5. Il mare è molto mosso e le navi non sono partite. (cop)
  6. Domani non andremo a scuola ma in fabbrica per gli stages. (avv)
  7. Non sapevo se rispondere o far finta di niente. (disg)