Egitto

 

L’Egitto confina ad est con Israele, a ovest con la Libia e a sud con il Sudan; si affaccia a est sul mar Rosso e a nord sul mar Mediterraneo, tali mari sono uniti dal canale di Suez .

Il territorio dell’Egitto è soprattutto desertico, a ovest è sabbioso e a est roccioso con qualche oasi. Questo Paese è il più popoloso dell’Africa mediterranea, ciò grazie al fiume Nilo, il più lungo del mondo, attorno al quale vive la maggior parte della popolazione visto che qui le terre sono molto fertili e l’agricoltura è stata fiorente fin dall’antichità. Inoltre il Nilo è quasi tutto navigabile. Il Nilo nasce dall’incontro del Nilo Azzurro, che ha origine dall’altopiano etiopico e dal Nilo Bianco, che è un emissario del lago Vittoria.

Nel tempo è stata costruita una grande diga chiamata di Assuan che forma il lago Nasser e una serie di canali artificiali. L’acqua del Nilo è sfruttata sia per produrre energia elettrica, sia per regolare le piene , che per irrigare i campi che altrimenti sarebbero aridi.

Il clima è tropicale secco con un’alta escursione termica nel deserto che va da +50 del giorno ai -10 della notte; piove poco lungo la costa e nulla nel deserto.

L’età media della popolazione è molto bassa, circa 24 anni, questo è dovuto alla riduzione della mortalità infantile avvenuta negli ultimi anni.

 
 

Purtroppo l’analfabetismo è molto diffuso, soprattutto tra le donne, e quindi la scarsa istruzione contribuisce a rendere elevato il tasso di disoccupazione.

La lingua ufficiale è l’arabo e la religione è quella islamica con una piccola minoranza di copti, cioè una comunità cristiana molto antica

Per quanto riguarda le città, Il Cairo è la capitale e sorge sulla riva destra del Nilo, qui si trova il più importante museo egizio. E’ la città più grande del mondo islamico, inoltre è un importante centro culturale e scientifico, possiede quattro aeroporti, nello stesso tempo possiede molti quartieri estremamente poveri caratterizzati da baracche fatiscenti e con pessime condizioni igieniche.

Un’altra città molto importante è Alessandria, che fu fondata da Alessandro Magno, sorge sulla destra del Nilo e qui vi è la sede di una delle più grandi biblioteche del mondo.

L’Egitto è una repubblica presidenziale, il capo dello stato ha esercitato per lungo tempo un potere assoluto, appoggiato dall’esercito; il regime autoritario è stato rovesciato nel 2011 però la situazione è ancora instabile.

Per secoli gli egiziani hanno lavorato la terra seguendo i ritmi delle piene del Nilo che dopo le piogge estive ricopriva le rive di limo.

Oggi l‘agricoltura è di tipo intensivo.

L’Egitto, inoltre è stato un grande produttore di cotone ma negli ultimi anni ha convertito la sua agricoltura sui prodotti alimentari come cereali e ortaggi.

Il sottosuolo egiziano è ricco di giacimenti di petrolio e di gas naturale.

L’industria è ancora poco sviluppata, i settori più presenti sono quello tessile ed agroalimentare.

Sicuramente il settore più importante è il turismo.

 

Programma geografia terza media