I climi freddi

 

Procedendo verso i Poli si incontrano le due aree climatiche a clima freddo, dove gli inverni sono lunghissimi e le estati brevi. Qui il suolo ghiacciato, non permette alle piante di crescere. Solo in estate, quando si scioglie lo strato superficiale di ghiaccio, nascono licheni, muschi e arbusti bassi che, avendo le radici corte, riescono a penetrare nel terreno. Questo tipo di vegetazione è la tundra, popolata da ermellini, volpi, orsi, renne, buoi muschiati. Quando fa più freddo gli animali si spingono più a sud, verso la taiga, dove crescono abeti, pini e larici.

Il Polo Nord è coperto da una calotta di ghiaccio che costituisce la banchisa polare. Qui la temperatura può scendere a 90 gradi sotto zero.

   
 

Quando l’estate diventa meno fredda, i ghiacciai si spezzano e formano gli iceberg, enormi blocchi di ghiaccio che navigano sui mari. Il Polo Nord è il regno di trichechi, balene e orsi polari.

Ai margini della calotta polare vivono i Lapponi e gli Inuit (Eschimesi).

Il Polo Sud, invece, è pressocchè disabitato. L’Antartide è infatti abitata, oltre che da pinguini, solo da piccoli gruppi di scienziati. Infatti l’Antartide grazie ad un accordo internazionale, è riservato come base per le ricerche scientifiche a scopi pacifici. Qui vengono studiati per esempio i cambiamenti climatici della Terra, le diversità delle specie animali e vegetali e la loro evoluzione, l’adattamento dell’uomo agli ambienti estremi….

Vedi i climi caldi

Vedi i climi temperati

 

Programma geografia quarta elementare

Se vuoi ascolta l’articolo.