Gli elementi del paesaggio

 

Viaggiando e visitando luoghi diversi si possono osservare tanti paesaggi. Ogni paesaggio è caratterizzato da elementi naturali e antropici (elementi che riguardano l’uomo).

Gli elementi sono:

  • temperatura, venti, pioggia, neve che determinano il clima;
  • il terreno presenta rilievi, come montagne e colline, oppure pianure;
  • l’acqua forma i fiumi, i laghi e i mari;
  • strade, paesi, città, ponti, gallerie, fabbriche sono opere dell’uomo;
  • le diverse specie di animali selvatici costituiscono la fauna;
  • le piante che crescono spontaneamente formano la flora.

I paesaggi si modificano nel tempo per cause naturali oppure per l’intervento dell’uomo. Alcune trasformazioni naturali sono lentissime e durano migliaia di anni.

Il vento, la pioggia, il ghiaccio consumano le rocce: le sbriciolano a poco a poco in piccoli pezzi. Questa lenta trasformazione delle rocce si chiama erosione.

Le onde del mare scavano grotte nelle scogliere.

   
 

I fiumi erodono le rocce, scavando strette valli nelle montagne, e trasportano detriti.

Alcune trasformazioni naturali sono invece molto veloci e improvvise.

Ecco alcuni eventi che possono provocare rapide trasformazioni del paesaggio.

  • La frana è l’improvvisa caduta di terra e sassi dal pendio di una montagna.
  • La valanga è la caduta di grandi masse di neve o ghiaccio.
  • L’alluvione avviene quando l’acqua di un fiume  inonda il territorio circostante.
  • Il terremoto consiste in forti scosse del terreno e può provocare il crollo di edifici.

 

Programma geografia terza elementare

Se vuoi ascolta l’articolo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi