I racconti Horror

 

Il racconto horror ha origine dal romanzo gotico in Inghilterra alla fine del Settecento (detto anche romanzo nero o noir).

Il gotico , infatti, prediligeva fantasmi, castelli, mostri ecc., il tutto in un’ambientazione cupa e inquietante.

Questo genere si afferma soprattutto durante il periodo della rivoluzione industriale quando cominciano una serie di tensioni sociali e si viene a creare un clima di tensioni e incertezze.

Nei racconti dell’orrore generalmente le vicende sono ambientate in periodo medievale, in castelli lugubri e in rovina, quasi sempre di notte o con una fitta nebbia. In questa atmosfera tenebrosa appaiono fantasmi o esseri mostruosi, si sentono rumori strani ecc.

I personaggi sono il protagonista che è ovviamente l’eroe, l’eroina che deve essere salvata e l’antieroe che è qualcuno di tenebroso e demoniaco.

La trama è ricca di colpi di scena, imprevisti e capovolgimenti di situazioni che tengono il lettore con il fiato sospeso sino alla fine: solo allora si riuscirà a riannodare tutti i fili sparsi della storia.

L’autore che iniziò a comporre questo tipo di genere fu Horace Walpole, col romanzo il castello di Otranto. L’autrice che fece affermare questo genere fu Mary Shelley che scrisse Frankenstein.

Oggi questo genere continua a mantenere inalterato il proprio fascino grazie a Stephen King, le cui opere sono state trasposte in film di successo.

 

Vedi il programma d’italiano delle medie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi