Il fuoco e il calore

 

Grazie al fuoco e quindi al calore la vita dell’uomo nell’antichità pian piano è cominciata a cambiare.

Il fuoco

L’uomo primitivo con la scoperta del fuoco, strofinava due pietre o due legni vicino a un materiale capace di incendiarsi e di bruciare con facilità, per esempio l’erba secca. Noi oggi sappiamo che questo fenomeno, chiamato combustione, è reso possibile dalla presenza dell’ossigeno contenuto nell’aria.

Tra i materiali capaci di bruciare chiamati combustibili, ci sono quelli solidi, come il legno, la plastica, la carta, quelli liquidi, come l’alcol, l’olio, la benzina, e quelli gassosi come il metano.

I materiali che assorbono il calore e lo trasmettono: sono buoni conduttori di calore.

Il calore

Il Sole non emana solo luce ma anche calore. Il calore è una forma di energia che riscalda il suolo, l’aria, l’acqua e anche la nostra pelle.

Il Sole, infatti, è la più importante sorgente di calore; senza di essa non esisterebbe nessuna forma di vita sulla Terra.

 

Vedi programma di scienze della terza elementare

Se vuoi ascolta l’articolo 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi