Il sistema nervoso periferico

 

Il sistema nervoso periferico è la parte del sistema nervoso formata dai nervi, che collega il sistema nervoso centrale ai vari organi del nostro corpo e che comprende a sua volta il sistema nervoso vegetativo o autonomo.

I nervi trasportano gli impulsi dal sistema nervoso centrale agli organi di senso e ai muscoli scheletrici (nervi motori o efferenti), che sono sotto la nostra volontà e viceversa trasportano gli impulsi provenienti dagli organi come cuore, stomaco, polmoni ecc.(nervi sensitivi o afferenti), che funzionano indipendentemente dalla nostra volontà.

I nervi possono essere:

  • cranici, partono dall’encefalo e raggiungono i vari organi della testa; si dividono in nervi motori (trasmettono gli impulsi motori ai muscoli), nervi sensitivi (hanno la funzione di trasmettere ai centri nervosi le sensazioni raccolte dagli organi di senso), nervi misti (contengono sia nervi motori che sensoriali);
  • spinali, sono tutti nervi misti, escono dal midollo spinale tra una vertebra e l’altra, uno a sinistra e uno a destra e si diramano verso il collo, il torace, l’addome e gli arti. Essi trasmettono impulsi in arrivo dalla periferia al sistema nervoso centrale e viceversa.

 

Il sistema nervoso vegetativo o autonomo è la parte del sistema nervoso periferico che regola il funzionamento degli organi che agiscono indipendentemente dalla nostra volontà come lo stomaco, la trachea, i vasi sanguigni ecc.

E’ costituito da due sottosistemi:

  • il sistema simpatico, che è costituito di una doppia catena di cellule nervose dette gangli, posti ai lati della colonna vertebrale. La sua funzione è quella di stimolare l’attività degli organi innervati;
  • il sistema parasimpatico, che è costituito da fibre nervose appartenenti ad alcuni nervi cranici e spinali della regione dell’osso sacro. Controlla gli stessi organi del simpatico , ma svolge azioni antagoniste.

Quindi, questi due sistemi, agiscono contemporaneamente sugli stessi organi e sulle stesse funzioni, ma svolgono azioni opposte ma che si integrano: uno stimola e l’altro inibisce.

 

Vedi programma di scienze delle medie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi