Innalzamento ebullioscopico ed abbassamento crioscopico

 

La temperatura di ebollizione di un solvente è la temperatura alla quale la tensione di vapore diventa uguale alla pressione atmosferica.

Visto che la tensione di vapore di una soluzione è minore di quella di un solvente puro, occorre raggiungere una temperatura più alta affinchè la tensione di vapore della soluzione uguagli la pressione atmosferica.

Questo aumento è detto innalzamento ebulliioscopico (\Delta _{{teb}}) e corrisponde alla differenza tra la temperatura di ebollizione della soluzione e quella del solvente puro.

\Delta _{{teb}} = t_{{eb}} (soluzione) – t_{{eb}} (solvente)

L’innalzamento ebullioscopico è una conseguenza dell’abbassamento della tensione di vapore della soluzione, che a sua volta dipende dalla concentrazione della soluzione.

 

L’innalzamento ebullioscopico è direttamente proporzionale alla concentrazione della soluzione espressa in molalità:

\Delta _{{teb}} = K_{{eb}} • m

K_{{eb}} è la costante di proporzionalità , chiamata costante ebullioscopica molale. Tale costante è caratteristica del solvente e non del soluto.

L’innalzamento ebullioscopico non dipende solo dalla molalità della soluzione ma anche dalla natura del soluto. Per i composti che si dissociano completamente in ioni, si deve tener conto della costante di van’t Hoff (i) , cioè il numero di ioni in cui si dissocia.

\Delta _{{teb}} = K_{{eb}} • m • i

La temperatura di congelamento è la temperatura alla quale un liquido diventa solido. In una soluzione le particelle di soluto si inseriscono tra le particelle di solvente ostacolando la solidificazione che normalmente avviene.

Il punto di congelamento di una soluzione è minore di quello di un solvente puro. Questo abbassamento di temperatura è detto abbassamento crioscopico (\Delta _{{tcr}}) e corrisponde alla differenza tra la temperatura di congelamento del solvente e quella della soluzione.

\Delta _{{tcr}} = t_{{cr}}(solvente)- t_{{cr}}(soluzione)

L’abbassamento crioscopico dipende dalla quantità di soluto nella soluzione, è direttamente proporzionale alla concentrata della soluzione espressa in molalità:

\Delta _{{tcr}} = k_{{cr}} • m

k_{{cr}} è una costante di proporzionalità, detta costante crioscopica molale, tale valore è caratteristico del solvente e non del soluto.

Se c’è un soluto che si dissocia completamente in ioni, bisogna tener conto quanti ioni si formano. Quindi si aggiungerà la costante di van’t Hoff (i)

\Delta _{{tcr}} = k_{{cr}} • m • i

Vedi programma di chimica