La civiltà egizia

 

L’Egitto è un terreno occupato soprattutto da deserto, tranne lungo il fiume Nilo, nel nord dell’Africa. Si formarono lungo le rive del fiume Nilo due regni distinti; uno nella zona del delta del fiume (regno del Basso Egitto) e uno più a sud (regno dell’Alto Egitto); i due regni erano spesso in lotta fra loro.

Secondo gli storici nel 3000 a.C. circa, il leggendario re Menes unificò i due regni in uno solo e ne divenne faraone.

Cominciò così il periodo che gli storici chiamano Antico Regno, durato circa 1000 anni. Fu un periodo di grande splendore, i faraoni più famosi dell’Antico Regno furono Cheope, Chefren e Mycerinos.

Nel periodo successivo , chiamato Medio Regno, gli Egizi ampliarono i loro domini. Anche se verso il 1700 alcuni popoli venuti dall’Oriente occuparono per oltre due secoli le terre del delta.

Intorno al 1500 a.C. l ‘Egitto tornò al suo grande splendore, aveva così inizio il Nuovo Regno, il cui sovrano più importante fu Ramses II, che governò più di cinquant’anni. Egli favorì l’arte e la letteratura e ordinò la costruzione di monumenti grandiosi. Dopo di lui l’Egitto cominciò ad indebolirsi.

 

Programma storia quarta elementare

Se vuoi ascolta l’articolo