La quinta declinazione

 

Appartengono alla quinta declinazione pochi nomi; questi nomi sono tutti di genere femminile (tranne dies che può essere tutti e due i generi) e generalmente sono nomi astratti che vengono usati solo al singolare.

Consideriamo la declinazione di :

res,rei, femminile, cosa,fatto,evento,circostanza

CASISINGOLAREPLURALE
nominativor-esla cosar-esle cose
genitivor-eidella cosar-erumdelle cose
dativor-eialla cosar-ebusalle cose
accusativor-emla cosar-esle cose
vocativor-eso cosar-eso cose
ablativor-econ, per la cosar-ebuscon, per le cose

Il nome res è usato molto dagli autori latini perchè può assumere diversi significati se è accompagnato da nomi o aggettivi specifici Quindi possiamo elencarli alcuni:

res publica= lo Stato                                                   res familiaris= il patrimonio

res militaris= l’arte della guerra                                   res novae= le novità

res rustica= l’agricoltura                                                res divina= il sacrificio

res gestae= le imprese                                                 res navalis= l’arte della navigazione

res adversae= le avversità                                           res Romana= la potenza romana, lo Stato romano

res secundae= le circostanze favorevoli, i successi

 

Decliniamo anche dies che insieme a res è il secondo nome maggiormente usato della quinta declinazione, entrambe sono gli unici nomi che nel singolare e nel plurale hanno la declinazione completa.

dies,diei,femminile e maschile, giorno

CASISINGOLAREPLURALE
nominativodi-esil giornodi-esi giorni
genitivodi-eidel giornodi-erumdei giorni
dativodi-eial giornodi-ebusai giorni
accusativodi-emil giornodi-esi giorni
vocativodi-eso giornodi-eso giorni
ablativodi-econ, per il giornodi-ebuscon, per i giorni

Il nome dies può essere usato sia al femminile che al maschile, con precisione è maschile se al singolare significa il giorno in maniera generica; è di genere femminile quando indica la data, il giorno stabilito o significa genericamente tempo; al plurale dies è sempre di genere maschile.

Alcuni nomi come acies, schiera; spes, speranza; facies, faccia; species, aspetto; effiges, immagine hanno al plurale solo il nominativo, accusativo e vocativo.

 

Vedi programma di latino