La riproduzione

Gli animali più semplici e molte piante si riproducono per via asessuata, formando copie di se stessi del tutto identiche all’originale. Tutte le piante e gli animali superiori si riproducono per via sessuata, cioè avviene attraverso l’unione delle cellule sessuali (o gameti) di due genitori di sesso diverso che daranno vita a una nuova cellula, lo zigote.

Nella specie umana i gameti maschili sono gli spermatozoi, invece, nella donna sono le cellule uovo. Quindi per formare lo zigote all’interno del corpo della donna si dovranno incontrare luno spermatozoo con una cellula uovo.

Nella riproduzione sessuata, quindi, i figli ricevono parte del patrimonio ereditario del padre e parte della madre, per cui sono sempre diversi dai genitori: si crea così una enorme varietà di individui e questo e importante per la sopravvivenza di ogni specie vivente.

Le cellule sessuali, i gameti sono differenti da tutte le cellule del nostro corpo per la quantità di DNA che contengono.

Il DNA non è altro che una lunga molecola su cui sono scritte tutte le caratteristiche di un individuo e le istruzioni utili per il funzionamento di ogni singola cellula e dell’intero organismo. Il DNA si trova nel nucleo delle cellule.

Il DNA a sua volta è formato da tante piccole unità, i geni, ognuno dei quali contiene l’informazione di una specifica caratteristica.

Ogni specie contiene un numero fisso di cromosomi; la specie umana ha 23 coppie di cromosomi gemelli, quindi 46 cromosomi (si dice che ha un corredo diploide). La ventitreesima coppia è rappresentata dai cromosomi sessuali.

I gameti contengono la metà dei cromosomi, cioè 23 .

Vedi programma di scienze delle medie

 

Questo elemento è stato inserito in Senza categoria e taggato .