Le città etrusche

 

Gli Etruschi furono grandi costruttori di città. Conoscevano molto bene le città della Magna Grecia alle quali si ispiravano per fondare le loro. Fondendo la preziosa esperienza dei Greci ai caratteri della loro civiltà.

Generalmente le città etrusche sorgevano su un colle o un altopiani, in modo da dominare il territorio circostante, e nei pressi di un fiume, per assicurarsi una costante disponibilità d’acqua.

Nella scelta del luogo dove costruire la città si assicuravano che fosse facilmente raggiungibile per i commerci, infatti, alcune città si affacciavano sul mare e avevano un porto e una flotta commerciale.

Le città etrusche avevano vie lastricate che si incrociavano ad angolo retto e un’efficiente rete di fognature, formata da gallerie dove scorrevano le acque di scarico. Gli Etruschi costruirono anche ponti per attraversare i corsi d’acqua e mura in pietra per difendere le abitazioni. Le gallerie, i ponti e le porte che si aprivano nelle mura presentavano tutti la caratteristica struttura ad arco.

Il tempio come nelle poleis greche, sorgeva nella zona sopraelevata e custodiva le statue della divinità.

Vedi la società etrusca

 

Programma storia quinta elementare

Se vuoi ascolta l’articolo 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi